Il volto totalitario conclamato della democrazia liberale

di Paolo Borgognone

Siccome il partito AfD (Alternative für Deutschland) è balzato nei sondaggi nazionali al 24%, siccome sta partecipando alla rivolta popolare degli agricoltori rischiando di accattivarsi le simpatie di molti protestatari (aumentando così ulteriormente i suoi elettori potenziali) e siccome è un partito considerato “euroscettico” e per giunta “filo-russo”, cos’ha proposto di fare una parte del governo tedesco per opporsi a quella che ritiene una minaccia politica alla sua esistenza?

Risultare, coi suoi partiti, più credibile alle elezioni e battere sul piano dei voti AfD? Cambiare le sue politiche in modo da soddisfare le richieste degli agricoltori? No. Niente di tutto questo.
Alcuni ministri tedeschi hanno proposto di utilizzare, con AfD, il metodo Zelensky, ossia il metodo utilizzato dal governo ucraino per rapportarsi con l’opposizione: sciogliere i partiti di opposizione. Nel caso tedesco, sciogliere d’imperio AfD, mettendo così fuorilegge le opinioni e la libertà politica del 24% degli elettori tedeschi. Lo scioglimento di AfD comporterebbe infatti, se attuato, la decadenza immediata di tutti i suoi eletti, la chiusura delle sue sedi e il divieto di ricostituire sotto altre forme il disciolto partito. La CDU, ossia il partito tedesco che più trarrebbe vantaggio da un eventuale scioglimento di AfD perché quest’ultimo rappresenta il suo avversario oggi più pericoloso e perché i due (CDU e AfD) pescano più o meno nello stesso bacino elettorale, già gongola. Più scettici socialdemocratici e liberali che, invece, puntano sul divide et impera per indebolire il fronte loro avverso.

Ma al di là di questi miseri giochini politici tra i vari attori del panorama tedesco, la riflessione che secondo me dobbiamo porci è: la democrazia liberale ha rivelato il suo vero volto che consiste, nei fatti, in un volto totalitario. Ciò che non corrisponde all’ideologia dominante, cioè all’ideologia delle classi dominanti, può essere vietato con un decreto. Ma, mi chiedo: non eravamo noi quelli che esportavano la democrazia all’estero? L’abbiamo esportata tutta tant’è vero che non ne è rimasta più qui. Nella fattispecie, comunque, le autorità tedesche, anche se volessero, non riusciranno tanto facilmente a sciogliere AfD. Un partito del 24% dei voti non può essere trattato come un problema di ordine pubblico. È una realtà sociale di massa, piaccia o meno… sciogliere AfD comporterebbe una radicalizzazione ingestibile, per le stesse autorità tedesche, del conflitto sociale in corso nel Paese.

Resta il fatto che, ormai, a forza di spalancare una finestra di Overton dietro l’altra, siamo arrivati al punto secondo cui vietare e perseguire penalmente ciò che non piace ai dominanti per il semplice fatto che ciò a loro non piace, non è più considerato un fatto anomalo e antidemocratico fino a pochi anni fa impensabile, ma parte della cosiddetta nuova normalità. Non mi sorprende. È uno dei prodotti della società del capriccio. Se una cosa non mi va e ho i soldi per potermelo permettere, frigno fintantoché qualche cortigiano, per accontentarmi, non me la leverà di torno. Siamo ormai dominati da una banda di ricchi e capricciosi Snowflakes…

Fonte: Paolo Borgognone

10 commenti su “Il volto totalitario conclamato della democrazia liberale

  1. Sta finendo tutto. Come dice la Legge: “La crescita è lenta, ma la caduta è veloce”.
    Gli americani hanno impiegato molti anni per conquistare poche terre, ed ora il declino è veloce. Poveracci.
    Poco fa il portavoce del Pentagono ha ammesso che gli attacchi della coalizione [dei fessacchiotti] non hanno sortito alcun risultato sullo Yemen……. Gli Yemeniti, autentici ribelli, continuano il blocco e attaccano
    tuss’còss ovvero attaccano le navi recalcitranti mercantili – inglesi americane e quelle per l’Israele – oltreché
    le navi da guerra dei gringos e compagnia. Ha ha ha ha ha!!!!!!!!

  2. Grande BORGOGNONE ! Semplicemente perfetto ! Finalmente qualcuno che mette in discussione il tabù della democrazia liberale, e dice chiaro e tondo che la democrazia liberale e parlamentare è la più avanzata, sanguinaria, totalitaria e genocida forma di dittatura e dominio mai esistita nella storia dell’umanità ! Altrochè Hitler, Stalin, Pol Pot ! La peggiore, visto che è al servizio di ristrettissime èlite sovranazionali e dei loro tirapiedi locali ! Peggiore addirittura delle dittature sanguinarie filo USA del passato, tipo quelle dei vari Pinochet, Videla, Batista, Reza Phalavi, Somoza, Noriega, Marcos, e anche di quelli indicati dalla propaganda liberista come male assoluto, come Hitler, Stalin, Mao, Mussolini, Pol Pot, per la semplice ragione che la democrazia liberale si descrive come il più elevato traguardo raggiunto dall’umanità (in realtà del solo occidente) in tutta la sua storia, perchè sarebbe il massimo possibile di civiltà, progresso, inclusione, diritti per tutti. Mentre è ormai chiaro che è il più sofisticato e crudele strumento di dominio di pochissimi (i peggiori, privilegiati, gli eletti) verso il resto dell’umanità, visto che per prolungare il suo dominio non usa solo carri armati, spionaggio, torture, controllo dei media, come i regimi tirannici del passato, ma usa anche il controllo delle comunicazioni tra gli individui e il “monitoraggio” delle condizioni di salute delle masse popolari, grazie a digitalizzazione, informatica e biotecnologie, il covid insegna, come strumento di dominio !
    Di nuovo grande BORGOGNONE e grande REDAZIONE nel pubblicare il suo articolo !

  3. Dimenticavo: anche la democrazia liberale, come tanti altri “modelli” di società del passato, sta compiendo il suo ciclo “vitale”, nascita, crescita, culmine, declino e morte ! Conclusione … si sta dirigendo a grandi passi verso la pattumiera della storia, come possiamo constatare dagli avvenimenti in corso !

    1. Giorgio, ottimo commento!
      I tanto demonizzati governi populisti o governi forti o le dittature che non erano favorevoli ai Diktat del Sistema anglosassone HANNO FATTO QUALCOSA DI BUONO per i propri Popoli.
      Questo Sistema degli ignobili non ha curato la SALUTE, IL BENESSERE, LA SICUREZZA, L’ARTE, LA PACE,
      L’ISTRUZIONE, ECC. ECC. ma ha fatto tutto il MALE POSSIBILE, GUERRE, RAPINE, INQUINAMENTO, MALATTIE, EPIDEMIE, INVASIONI DEL TERZO MONDO, POVERTA’, E L’INFELICITA’ HA RAGGIUNTO VETTE MAI VISTE IN NESSUNA EPOCA. I Popoli dell’occidente NON SONO FELICI come una volta!

  4. In effetti, sembra che la messa fuori legge e lo scioglimento forzato (magari con qualche arresto) di partiti popolari che danno fastidio agli usa-gb-ebrei imperialisti sia una possibilità, ma soltanto se la maggioranza assoluta della popolazione abbandonerà i partiti di plastica messi in campo truffaldinamente dai poteri esterni.

    Il disgustoso e truffaldino rito della demokrazia pilotata dovrà continuare ancora per un po’, a beneficio dell’élite dell’impero del male e dei suoi collaborazionisti, specie se i venti di guerra soffieranno ancora più forte e, in quel caso, il popolume zombificato (in Italia, a differenza della Germania, completamente inerte) dovrà eleggere solo collaborazionisti del potere imperiale, come accade chiaramente nella penisola da decenni, compresi gli ultimi guitti leccapiedi eletti per governare contro gli interessi vitali della nazione.

    Cari saluti

    Cari saluti

  5. Mario Monti diceva che la democrazia e’ una cosa assurda, perché “e’ assurdo che siano le pecore a guidare il pastore”. Mai un’affermazione e’ stata più azzeccata di questa, non solo per l’appropriato utilizzo del termine “pecore” nel riferirsi alla popolazione europea di questi tempi (l’era Covid insegna), ma anche perché ben rende la ragione per cui la democrazia non e’ ne’ può essere il “potere del popolo” ma semplicemente il “collaborazionismo del popolo” con il potere altrui.

  6. you are in reality a good webmaster The website loading velocity is amazing It sort of feels that youre doing any distinctive trick Also The contents are masterwork you have done a fantastic job in this topic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM