Il virus Corona come arma biologica dello “stato profondo”?

Le Missioni segrete della CIA per sviluppare armi biologiche in tutto il mondo.

Un articolo dettagliato del portale statunitense Veterans Today , che si riferisce, tra l’altro, della ricerca della giornalista bulgara Dilyana Gaythandshieva .

Questo accadde esattamente negli anni in cui la “regina” dei servizi di intelligence di Dems, Avril Haines, lavorò alla guida della Central Intelligence Agency e della National Security of the White House, prima di usare straordinari talenti profetici per predire la pandemia prevista per agenti infettivi una conferenza nel 2018, e poi durante il sospetto esercizio simulato di emergenza del virus corona a New York nell’ottobre 2019.

Queste ricerche furono condotte nella Repubblica di Kiev (ma continuarono perché alcuni meccanismi del Pentagono messi in moto sono quasi autonomi), soprattutto dopo il colpo di stato effettuato da Washington durante il governo dell’ex presidente democratico Barack Obama e il suo vice Supportato apertamente e finanziato, Joe Biden è stato preso di mira per le squallide vicende di suo figlio Hunter, che, insieme allo “studente” del ministro degli Esteri John Kerry, è stato coinvolto nella principale compagnia energetica ucraina Burisma con licenze per estrarre gas e petrolio a Donbass, Russia -la regione parlante russo, tagliata fuori da una guerra civile quasi dimenticata dal 2014.

Come abbiamo sottolineato in precedenti rapporti, Obama era anche il sostenitore del piano pilota per i vaccini imposto all’Italia dall’Agenda globale sulla sicurezza sanitaria (GHSA) con i vaccini britannici GlaxoSmithKline, in cui erano coinvolti i fondi comuni americani delle armi, le Lobby di Bill Gates, il primo profeta della pandemia nel 2015.

Il progetto di 10 vaccini obbligatori è stato realizzato nel 2017 (decreto Lorenzin) dall’ex primo ministro italiano Paolo Gentiloni, alleato di Soros e ora commissario europeo, secondo i desideri del Partito Democratico.

Va ricordato che il governo del PD è nato con Matteo Renzi, che per un’altra arcana coincidenza con la benedizione dell’ex presidente degli Stati Uniti il ​​22 febbraio 2014, proprio il giorno in cui Viktor Ianukovich, presidente amico della Russia giustamente eletto in Ucraina ed è stato costretto a fuggire dal colpo di stato in Piazza Warp, anche con colpi di cecchino contro la folla che ha causato 104 morti.

Questo è accaduto con una sparatoria simile a quella attribuita a un’operazione segreta della CIA a Caracas nel 2002, quando il presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Hugo Chavez, è stato successivamente arrestato dai distretti speciali americani e successivamente liberato attraverso il cardinale locale, per la massiccia controrivoluzione della popolazione fedele.

Tra le vittime del massacro di Maidan Square in Ucraina il 20 febbraio 2014 c’erano 87 manifestanti, ma anche 17 agenti di polizia, ed è stato dimostrato che i misteriosi assassini non erano certamente della polizia del governo, come invece affermavano i rivoluzionari.

Durante le proteste, i rivoltosi furono pilotati dal CANVAS (il centro Faust Otpor chiuso di Belgrado fondato dalla CIA a Belgrado durante la guerra dei Balcani), che si vanta apertamente di questo colpo di stato e di quello della Georgia sul loro sito ufficiale (Rose Revolution, 2003 ). Come ha scoperto un giornalista di guerra italiano, alcuni di questi cecchini erano davvero di nazionalità georgiana.

In effetti, ci sono sempre più coincidenze che sconvolgeranno Leroy Jethro Gibbs, il leggendario agente federale della fortunata serie televisiva NCIS (Naval Criminal Investigative Service), per il quale “non esistono coincidenze”.

Cosa c’entra tutto ciò con la grave sindrome respiratoria acuta SARS-Cov-2 quando l’attuale pandemia è stata rinominata, che ha raggiunto l’8% di mortalità in Italia e ha aumentato il bilancio delle vittime a oltre 5.400 nelle ultime ore?

In primo luogo, sottolinea che il cosiddetto Deep International State, l’entità massonica, finanziaria, politica e militare nascosta che è stata recentemente svelata e “elogiata” da un ex direttore della CIA per l’estrazione di dem, non si pone alcun grave problema per la “sicurezza umana”. “Per causare danni” per perseguire i suoi obiettivi geopolitici.
In secondo luogo, potremmo non sapere mai …

Perché una recente operazione militare, condotta con i protocolli di massima riservatezza, rimuove le tracce di un possibile legame tra la ricerca batteriologica sviluppata dagli “appaltatori” del Pentagono, il Dipartimento della Difesa a Washington, e la violenta pandemia scoppiata in Italia …

Le operazioni misteriose più recenti sono le sepolture di massa delle morti di CoVid 19 eseguite dall’esercito italiano per la situazione di emergenza in Lombardia, e in particolare a Bergamo, senza prima eseguire le autopsie necessarie per rivelare l’identità genomica virale.

A Wuhan, gli scienziati hanno eseguito autopsie su alcuni dei defunti e hanno scoperto due genotipi del virus corona: la “S” con morbilità intensa ma bassissima mortalità e la “L” molto aggressiva con infettività e letalità molto elevate, con conseguente “rimodellamento” del precedente causato dall’intervento umano: secondo l’ipotesi dei medici per le conseguenti terapie,come anche secondo quella degli analisti dell’intelligence per una precedente “modellizzazione”.
La ricerca scientifica dovrebbe concentrarsi su questa “pista” primaria, ma tutti i medici italiani, di cui 4.000 sono stati infettati, sono troppo impegnati per affrontare le sfide con gli ospedali affollati di persone che sono positive per CoVid-19, e quindi lo sono autopsie campione eseguite in precedenza un numero infinitesimale e insignificante. Mentre nel settore della difesa …

“Falciatura cucita” è l’unico commento che un ufficiale della protezione civile sul campo oggi, un ex ufficiale militare con molti anni di esperienza in missioni ed emergenze straniere a causa di attacchi NBCR (Nuclear Bacteriological Chemical and Radiological), si sta allenando dopo aver aggiunto il rapporto di indiscrezione che i crematori avrebbero persino “cremature di gruppo”. Poiché non è consentito chiedere al Commissario emergenze durante le conferenze stampa quotidiane sulla protezione civile a Roma, questi e altri dubbi rimangono aperti.

Finora, due convogli militari hanno lasciato la provincia di Bergamo, accompagnati dai Carabinieri con una dozzina di camion, per effettuare un primo trasporto di 60 bare al crematorio di Modena il 18 marzo e un altro di 70 a quello di Ferrara il 21 marzo. Ulteriori viaggi successivi con i morti da bruciare furono effettuati in Piemonte negli impianti di Serravalle Scrivia, Trecate e Domodossola. Evidentemente, ai parenti delle vittime è stato impedito di vederle e di celebrare i riti funebri per i decreti di emergenza sul rischio di infezione.

«In Lombardia ci sono molti fattori che contribuiscono a questi dati: l’età media, la densità di popolazione – dobbiamo considerare questo virus come un opportunista: prima di spiegare i morti, è importante fare un’autopsia ed essere in grado di dire cosa è morto è la paziente », ha affermato la virologa Maria Rita Gismondo, ma come ho già detto, i medici e le strutture sanitarie sono appena sufficienti per far fronte alle emergenze dei vivi, che sono spesso incluse nel pronto soccorso nel Codice Giallo a causa della grave insufficienza respiratoria.

Il servizio segreto statunitense CIA utilizza appaltatori di diritto privato

Ma in un breve viaggio vediamo tutte le missioni militari sospette, tra cui la ricerca e la diffusione della bio-arma sempre più probabile potrebbero nidificare. Per fare ciò, riprendiamo le indagini della giornalista bulgara Dilyana Gaytandzhieva, che ha scoperto le armi che la CIA ha consegnato all’ISIS dall’amico Al Baghdadi e che abbiamo menzionato nella nostra prima relazione del 4 febbraio relativa alla bio -genetiche armi batteriologiche o più capaci di attaccare un gruppo etnico più virulentemente di un altro: come nel caso di Italia e Iran …

I bio-laboratori statunitensi sono finanziati dalla Defense Threat Reduction Agency (DTRA) nell’ambito di un programma militare da 2,1 miliardi di dollari (Cooperative Biological Engagement Program, CBEP) e si trovano in paesi dell’ex Unione Sovietica come la Georgia e Ucraina in Medio Oriente. Il giornalista del Sud-est asiatico e dell’Africa »ha riferito di aver indicato almeno 25 centri di ricerca, che secondo il servizio segreto russo sarebbero invece almeno cento.

È stato uno dei primi ad essere realizzato sotto gli occhi di tutti i media del mondo: il Pentagono Lugar Center in Georgia. Si trova a soli 10 miglia dalla base aerea americana Vaziani nella capitale, Tbilisi. Il programma militare comprende biologi dell’US Army Medical Research Unit-Georgia (USAMRU-G) e appaltatori privati. Il laboratorio di biosicurezza di livello 3 è accessibile solo ai cittadini statunitensi con un permesso di sicurezza. Viene garantita l’immunità diplomatica.

Laboratorio biologico militare USA in Georgia

VT ne ha parlato in due precedenti rapporti e nel Dipartimento della Difesa (DTRA), che rappresenta il geniale “diaframma” tra il Pentagono, un governo soggetto al diritto nazionale e internazionale e “appaltatori” o società private basate su quello La privacy dei brevetti industriali e le restrizioni segrete militari possono operare al di fuori di qualsiasi controllo politico. Tra le compagnie americane che lavorano da anni a Lugar, tre sono le più conosciute: CH2M Hill, Metabiota e Battelle.

“Oltre al Pentagono, questi appaltatori privati ​​stanno svolgendo ricerche biologiche per la CIA e varie altre agenzie governative”, ha aggiunto il reporter bulgaro, riferendosi anche alla DARPA (Defence Advanced Research Projects Agency), che nel 2014 ha lanciato una speciale area sperimentale per armi batteriologiche chiamata Biological Technologies Office (BTO), nell’ambito del quale è stato sviluppato il progetto “Insect Allies” per utilizzarlo ufficialmente attraverso modifiche di bioingegneria genetica nella lotta contro i parassiti agricoli, ma non solo: secondo alcuni esperti.

Il Pentagono ha investito almeno 65 milioni di dollari nel programma genetico. DARPA ha riconosciuto 7 team di ricerca con lo sviluppo di strumenti per l’ingegneria del genoma di insetti, roditori e batteri come parte del programma Safe Gene di DARPA che utilizza una nuova tecnologia CRISPR-Cas9.

Mappa dei laboratori biologici militari USA

“Tuttavia, un gruppo di rispettati scienziati indipendenti ha rivelato, in una devastante analisi del programma, che il programma Insect Allies, lungi dall’essere un progetto di ricerca” difensivo “, mirava a creare e distribuire una” nuova classe di armi biologiche “. Gli scienziati, che hanno scritto sulla rivista Science sotto la direzione di Richard Guy Reeves del Max Planck Institute for Evolutionary Biology in Germania, hanno avvertito che il programma DARPA, che utilizza gli insetti come veicoli per agenti di modificazione genetica orizzontale (HEGAAS), ha rivelato : L’intenzione di sviluppare un mezzo per fornire HEGAA a fini offensivi (enfasi aggiunta) », ha precisato il sito di controinformazione americano UNZ.

Analizzeremo principalmente le attività di Battelle in quanto coinvolte in un progetto della CIA e indirettamente in un incidente molto sospetto accaduto in una base militare americana lo scorso luglio.

Vari incidenti già nel laboratorio americano

“Battelle, in qualità di subappaltatore da 59 milioni di dollari presso il Lugar Center, ha una vasta esperienza nella ricerca di bioagenti, poiché la società è stata sottoposta a bio USA con 11 precedenti contratti con l’esercito americano (1952-1966) Il programma sulle armi ha funzionato ”, sottolinea Gaytandzhieva in un dossier 2018 di Nature.

«La società privata lavora per i bio-laboratori DTRA del Pentagono in Afghanistan, Armenia, Georgia, Uganda, Tanzania, Iraq, Afghanistan e Vietnam. Battelle conduce ricerca, sviluppo, test e valutazione utilizzando sia sostanze chimiche altamente tossiche che agenti biologici altamente patogeni per una varietà di agenzie governative statunitensi. Sono stati collocati circa 2 miliardi di dollari in contratti federali, ed è il numero 23 nella lista dei primi 100 appaltatori del governo degli Stati Uniti ».

Dal 1997 al 2000, il Battelle Memorial Institute e la CIA hanno lanciato il progetto Clear Vision per ricostruire e testare un proiettile di antrace di epoca sovietica e per verificare la possibile diffusione di questo e altri bioagenti da parte dei bombardieri.

“L’operazione segreta della CIA Battelle è stata omessa dalla Dichiarazione delle armi biologiche delle Nazioni Unite”, sostiene il rapporto.

Battelle ha gestito un bio-laboratorio top secret (National Center for Biodefense Analysis and Countermeasures – NBACC) a Fort Detrick, nel Maryland, sotto un contratto del Dipartimento della Sicurezza Nazionale (DHS) degli Stati Uniti negli ultimi dieci anni. La società ha ricevuto un contratto federale dal DHS per 344,4 milioni di USD (2006-2016) e un altro contratto per 17,3 milioni di USD (2015-2026).

Questo è esattamente il momento in cui l’attuale “CIA Prophet” della pandemia, Avil Haines, è stato vicedirettore della sicurezza nazionale della Casa Bianca. Ed è qui che arriva la prima sorpresa dopo l’indagine del giornalista bulgaro.

“È anche importante sottolineare che i principali laboratori militari statunitensi che hanno testato agenti patogeni mortali come coronavirus, Ebola e altri hanno improvvisamente chiuso a luglio dello scorso anno dopo il Center for Disease Control and Prevention (CDC ) ha identificato punti importanti: “buchi di biosicurezza” presso la struttura », leggiamo in un recente articolo UNZ su un fatto che molti altri media, tra cui Veterans Today, hanno riferito in questi giorni.

«L’istituzione dell’US Army Medical Research Institute for Infectious Diseases (USAMRIID) a Fort Detrick, Maryland – il principale laboratorio dell’esercito americano per la ricerca nel campo della” difesa biologica “dalla fine degli anni ’60 – è stata costretta a fare tutte le ricerche che ha fatto con una serie di esami fatali per fermare i patogeni dopo che il CDC ha scoperto che molto probabilmente i loro laboratori mancavano di “adeguati sistemi di decontaminazione delle acque reflue” e che il personale non seguiva le procedure di sicurezza, tra le altre cose. La struttura contiene laboratori di biosicurezza di livello 3 e 4. Sebbene al momento non sia noto se siano stati condotti esperimenti con i coronavirus, USAMRIID è stato recentemente coinvolto nella ricerca,

Non bisogna dimenticare che il pipistrello (insieme alla mangusta) era sospettato dagli scienziati come vettore portatore di SARS-CoV-2 da animale a umano, apparentemente prima che i chimici cinesi scoprissero l’esistenza di qualcosa di più della strana proteina “modellata”. ma anche il doppio genotipo del virus …

“La decisione di chiudere USAMRIID ha ricevuto sorprendentemente poca attenzione da parte dei media, così come la sorprendente decisione del CDC di consentire alla struttura in difficoltà di” riprendere parzialmente “la ricerca alla fine di novembre, anche se la struttura era” perfettamente funzionante ” ed è. La problematica sicurezza di USAMRIID in tali strutture è particolarmente importante dato il recente scoppio del coronavirus in Cina. Come questo rapporto mostrerà presto, questo perché USAMRIID ha collaborato con l’Istituto di virologia medica all’Università di Wuhan per decenni. »Scoppio della prima esplosione epidemica, che ora sembra essere stata quasi completamente superata nel paese.
RICERCA CENT PENTAGON SU CORONAVIRUS

Le correlazioni tra i due paesi sono più grandi di quanto tu possa immaginare: tra questi c’era uno studio del Ministero della Scienza di Pechino, che in collaborazione con l’agenzia USAID (l’agenzia governativa per gli aiuti allo sviluppo che spesso finanzia movimenti politici per il cambio di regime, come è accaduto in Siria e Venezuela ) ha portato alla scoperta di 89 ceppi di virus corona di pipistrelli , che la CIA, il Pentagono e l’Istituto per la salute e i servizi umani hanno analizzato a Washington.

Un utente arabo di Facebook ha recentemente pubblicato un video in francese che è diventato virale (e in seguito è stato bloccato da FB) ed è sospettato di un brevetto europeo del Pasteur National Research Center presso la Diderot University di Parigi riguardo a un “nuovo ceppo di CoronaVirus in Collegamento con Sars “già suscitato nel 2004. Tuttavia, la controversia era infondata perché si riferiva alla ricerca sui vaccini per la prima SARS che colpì la Cina e altri paesi nel 2003, ma” solo “814 morti contro gli oltre 15.000 dei attuale pandemia di SARS-2.

Tuttavia, è importante notare che il Dipartimento della Salute degli Stati Uniti (HHS), che ha presentato domanda di registrazione americana, e il solito colosso dei vaccini GlaxoSmithKline sono stati tra i primi a sviluppare questi studi, che miravano anche a nuove “applicazioni”. Il brevetto europeo è stato stranamente “riattivato” il 20 marzo 2020, probabilmente nell’ambito della ricerca contro CoVid-19.

Giornalista Bulgara Dilyana Gaythandshieva

È ancora la giornalista bulgara a ricordare che “numerosi studi sono stati condotti nell’ambito del Programma di impegno biologico cooperativo DTRA (CBEP) per cercare agenti patogeni mortali di importanza militare nei pipistrelli”.

Uno di questi è esattamente quello dell’ampio ceppo del virus CoronaVirus, che comprende l’influenza semplice, ma anche la SARS e il suo “cugino” MERS, la sindrome respiratoria acuta in Medio Oriente, in cui 699 persone sono state uccise nel giugno 2017 e 1.980 persone in 15 I paesi erano infetti.

«MERS-CoV è uno dei virus sviluppati dagli Stati Uniti e studiato dal Pentagono, nonché dall’influenza e dalla SARS. La conferma di questa pratica è il divieto temporaneo di Obama al finanziamento del governo per tale ricerca a duplice uso nel 2014. La moratoria è stata revocata nel 2017 e gli esperimenti sono proseguiti. Gli esperimenti con potenziati agenti patogeni pandemici (PPP) sono legali negli Stati Uniti. »Reporter si riferisce allo statuto della Corte penale internazionale di Roma (ICC), che invece lo proibisce nell’articolo 8, ma non è mai stato firmato dal governo nordamericano.

Il risultato di uno di questi riassunti è stato modificato in un precedente post di Veterans Today, che evidenziava il rischio di infezione umana con rischio di pandemia.

Esattamente nel 2015, tuttavia, il Pirbright Institute nel Regno Unito ha lanciato un nuovo studio sul virus corona per prevenire ufficialmente la bronchite aviaria nei polli e lo ha registrato con un brevetto statunitense nel 2018, come affermato nel primo rapporto Gospa News sull’epidemia.

Bene, tra gli sponsor del centro di ricerca c’è ancora la Bill & Melinda Gates Foundation, sponsor della Dems e Obama, ma soprattutto la ricerca sul nuovo vaccino CoVid-19 della Australian Queensland University in collaborazione con Usual GSK.

Ci sarebbe molto da scrivere sugli episodi sospetti tra gli Stati Uniti e la Cina, inclusi due arresti che non hanno portato alla certezza degli scopi degli atti illegali. Come hanno ricordato Veterans Today il 28 gennaio, il professor Charles Lieber, presidente del Dipartimento di biologia chimica di Harvard, è stato arrestato per aver guidato un gruppo di ricerca cinese incentrato sull’uso delle nanotecnologie per identificare i virus.

Nel dicembre 2019, un ricercatore medico cinese, Zheng Zaosong del Beth Israel Deaconess Medical Center, è stato invece fermato dall’agente speciale dell’FBI Kara Spice, che lo ha trovato in possesso di 21 fiale che contenevano un “liquido marrone” che era “biologico” sembrava essere materiale “da un laboratorio di Boston. Il suo amico di ricerca ha ammesso che altri compagni erano riusciti a portare campioni in Cina: non si sa se per studi biogenetici su campioni americani o attraverso il sabotaggio.

Nello stesso mese, tuttavia, accadde qualcosa di ancora più sensazionale tra l’Egitto e l’Italia quando l’unità di ricerca medica navale chiamata NAMRU 3 fu trasferita dalla sua base storica al Cairo, dove era operativa dalla presunta stazione aerea navale di Sigonella dal 1946, la principale stazione militare della CIA non solo in Sicilia, ma in tutta Italia …

Fonte: https://de.news-front.info/2020/03/24/corona-virus-als-biowaffe-des-tiefen-staates-geheime-cia-missionen-zur-entwicklungen-von-biowaffen-auf-der-ganzen-welt/

Traduzione: Sergei Leonov

22 Commenti

  • Alvise
    24 Marzo 2020

    OT : (ma neanche tanto). In Italia è in atto un vero e proprio golpe, con il dispiegamento di migliaia di soldati e forze dell’ordine armati fino ai denti a far rispettare la carcerazione coatta a tutti i cittadini italiani, dal giovane uomo e ragazza, alla casalinga passando dal pensionato a finire financo al bambino inerme di tre anni che vorrebbe giocare al parco con la sua mamma. Ma nessuno si è accorto di nulla. e nulla dice.
    La vergogna mai vista di un intero popolo.

    • atlas
      25 Marzo 2020

      beh l’emergenza c’è, in qualche modo si deve pur contenerla. Il fatto è se sarà strumentalizzata e quindi si continuerà … il carcere può essere vissuto solo in 2 modi: il sopportabile e l’insopportabile

  • ouralphe
    25 Marzo 2020

    Se sono gli stessi soldati che si sono fatti prendere per i fondelli per tre mesi da Igor Vaclavic, figurati a controllare milioni di persone..

    • Arditi, a difesa del confine
      25 Marzo 2020

      il problema e’ che son ben pochi gli italiani ad avere le palle quadre di Vaclavic…

      • ouralphe
        25 Marzo 2020

        Vaclavic era uno che soprattutto non aveva nulla da perdere. Il problema del nostro tempo è che si è persa memoria di cosa diventi una popolazione inferocita portata al punto di non avere nulla da perdere. E ho impressione che Lorsignori abbiano voglia di farne esperienza.

        • atlas
          25 Marzo 2020

          ma chi … prima di tutto che noi siamo DUE popoli; e ognuno va per la sua strada

          questi possono fare qualcosa, anche se ora se ne pentono amaramente. Io arrivai a Tunisi il 12 Gennaio 2011, sempre con Ben Ali, che per me è vivo anche ora che è morto, e che partì il 14

          ma quelli sono UN popolo, UNA razza. Hanno dimostrato cmq di aver destabilizzato uno stato di polizia più forte del mondo. Guardare quanti sono davanti al ministero dell’interno, a 40 km dalla Sicilia

          https://www.youtube.com/watch?v=XvlPIpWPEFU

        • ouralphe
          25 Marzo 2020

          Riporto la testimonianza di un abituè del porcile di Davos sulla oscena perversione dell’ “elite” che ci siede sulla testa, per capire nelle mani di quali crudeli degenerati sociopatici ci troviamo.

          NELL’HOTSPOT DI DAVOS I “COMPETENTI” GIOCANO A FARE I MIGRANTI

          Di Riccardo Ruggeri

          Una premessa. Mai sono stato a Davos (così come al Festival di Sanremo, l’equivalente nostrano del Forum, con Claudio Baglioni in versione George Soros ) e temo di non avere più l’opportunità di andarci, ma li ho vissuti tutti come un imperdibile divertissement in purezza. Quello di quest’anno è stato il massimo del divertissement (versione triste), vedremo dopo il perché. Intendiamoci, non è difficile partecipare. Se andate sul sito del World Economic Forum capirete che è facile, basta scucire un maxi obolo iniziale, cioè una quota associativa da 60.000 a 600.000 franchi, con una serie di supplementi di importi variabili, alcuni non specificati (idea scicchissima quella di pagare al buio un prodotto sconosciuto).

          Se non si hanno limiti di spesa, Davos è pure divertente, è bello vivere questa caccia al tesoro all’incontrario: ti prendono via via i soldi dandoti in cambio fuffa incipriata. Quando finalmente entri in una delle sale (spesso la più cheap perché sei stato tirchio sui supplementi) sarai ottusamente felice, come solo può esserlo un populista ricco (mia definizione digitale di élite). Vuoi mettere sentire dai top del capitalismo occidentale le stesse banalità che leggi sui giornali o vedi in tv, ma dal vivo? E spesso in un inglese stentato o benigni-style o decapitato da accenti bolognesi o bangladesh? Comunque l’idea di partire da un fisso molto alto che ti dà diritto di pagare una serie di supplementi altrettanto alti è veramente geniale. In cambio hai però, appunto, la possibilità di ascoltare dal vivo i personaggi più noti della politica e dell’economia, i “competenti”, il meglio del peggio dell’umanità, cioè gli inventori e i gestori del Ceo capitalism birbante.

          Anni fa ho scelto di esserci ogni anno senza pagare neppure un franco. Due giovani, uno svizzero, uno italiano (sono lì come addetti ai bar e ai ristoranti) mi relazionano (non sui gossip erotico-politici: non mi interessano), ma sull’atmosfera rarefatta, su episodi marginali che io cerco di verificare se sono segnali deboli o meno. Sono i miei avatar in un luogo finto dove l’unica cosa vera è la neve. Quest’anno, quando mi hanno detto che era prevista una serata di “fitness politico psicologico” (mia definizione del progetto di un consulente motivazionale di Hong Kong), cioè la simulazione del dramma dei rifugiati, non c’ho creduto. Possibile che i “competenti”, travestiti e piangenti, giocassero al “Piccolo Profugo”?

          Per giorni ho pensato che fosse una fake news, ci ho creduto solo quando ho visto la foto di un cartello a sfondo blu con in alto lo stemma del WEF, al centro una freccia bianca di indicazione della location, sotto la dicitura “A Day in the Life of a Refugee/ Private Car/ Pick-up/ The Loft/Exit”. Prima di scriverci il Cameo ho però atteso che la foto dei miei due avatar fosse confermata da un’agenzia: stesso cartello ma con un kapò della Securitas preso di spalle. Allora mi sono detto: il politicamente corretto ha colpito ancora, il suicidio morale e politico dei miei amici (e mio) è prossimo.
          Poi sono arrivate foto incredibili di detentori di spicchi rilevanti del Pil occidentale, finanzieri, imprenditori, immagino economisti di prima fascia, travestiti da profughi africani, con le loro Madamin travestite da Federica Mogherini, a sua volta travestita da sorella di un ayatollah iraniano. Li vedi in varie pose, con le mani alzate dietro al filo spinato, inginocchiati ai piedi di kapò neri o barbuti armati fino ai denti, mentre si mettono in fila per prendere cibo da una sofferta ciotola di alluminio. Manca la sboba, perché la cena (stellata) si fa in hotel, non nell’hotspot fra le nevi.

          A Davos i ricchi simulano i profughi

          Lo confesso, sono un vecchio signore, un apòta, che del mondo delle élite ha visto tutto e il suo contrario, ma mai mi ero vergognato come stavolta di far parte di questa oscena classe sociale. Tornando umano mi chiedo: il 2019 sarà questo? Dopo una buffonata colta giocando al profugo, proprio nei giorni della Shoah, cosa ti puoi attendere da una classe dominante debosciata che ricorda più il III secolo dopo Cristo che non il Rinascimento digitale e globalista 2.0 che ci spacciano come prossimo da un quarto di secolo? Capisco allora la Rete che si chieda: le Ong faranno anche loro parte di un gioco motivazionale praticandolo però nel Mediterraneo anziché a Davos, in acqua anziché sulla neve? Che fare? Sono troppo triste per reagire. Questa oscena volgarità dei “competenti” mi ha sconvolto, nel profondo.

          riccardoruggeri.eu

          ps: questi signori non sono “corrotti”, sono “la Corruzione”.

          • Alvise
            25 Marzo 2020

            Atlas, gli unici che potevano aiutare voi duo siciliani (ma anche l’Italia) sono: camorra, ndrangheta e mafia sicula, perché dispongono di mezzi e denaro, Ma anche loro si sono rivelati degli infami traditori. In più il governo giallo/rosso si è premurato di effettuare centinaia di retate di queste tre organizzazioni di criminali, giusto nei mesi precedenti all’esplosione del covid-19 , e gli arresti domiciliari degli italiani, giusto per non correre rischi.

  • Monk
    25 Marzo 2020

    Vergogna è un eufemismo, gli italioti, secondo alcuni sondaggi e non fatico a non crederci, sono contenti di questo golpe, certo, loro credono di essere protetti con gli arresti domiciliari e poi cantano sui balconi allegramente. Vorrei scrivere una cattiveria ma non vorrei essere colpito, senza merito, dall’effetto boomerang

    • atlas
      25 Marzo 2020

      nessuno è al sicuro. Possiamo scrivere finchè ce lo consentono, ovvero non mutiamo di una virgola le cose, almeno per il presente, ma quando vogliono ci vengono a prendere e ci portano in Romania o negli usa, ci seviziano e ci eliminano senza che nessuno faccia niente. Niente giudici, niente polizia, solo milizia tutta milizia. Hanno testimoni prefabbricati, puttane che calunniano, ammalati che uccidono in false rapine e se ne fregano dell’ergastolo (qualora vengano condannati…), aerei che cadono, bulloni delle ruote che si allentano e freni che manomettono. Con le nuove auto poi, ci sono programmi informatizzati che ti fanno letteralmente andare a sbattere. Una stretta di mano ‘sudata’ e dopo 6 mesi ti viene l’infarto

      preparati a vivere monk: di quello che scrivi tu (o io), non frega un cazzo a nessuno

      certo Gesù quando tornerà ne avrà di problemi … ma Dio sarà con Lui

      • Monk
        25 Marzo 2020

        Non mutiamo nulla, è vero ma almeno scambiamo quattro chiacchiere e due litigate

    • ouralphe
      25 Marzo 2020

      Sai la cosa comica? A un commentatore qualche tempo fa dissi, iperbolicamente, che saremmo arrivati al punto che ci avrebbero messi in gabbia “per il nostro bene”. Non sono passati neanche passati otto mesi e l’ iperbole si è trasformata in realtà.

  • ourallphe
    25 Marzo 2020

    “Il Popolo è una bestia..che ignora le sue forze…guidato da un fanciul che non ha possa, ch’egli potria disfar con una scossa: Né sa quanto è temuto,..”

  • Cagliostro
    25 Marzo 2020

    Potete sempre fregarmene dei coprifuoco e cercare un contagio,
    Avremmo 4stro..i in iu sotto una tenda attaccati a dei respiratori

    • atlas
      26 Marzo 2020

      morto per morto, meglio di vivere chiusi a vita

  • atlas
    25 Marzo 2020

    e ONORE alla Giornalista Bulgara

  • MDA
    25 Marzo 2020

    gli usa si sarebbero sparati nei colgioni, insomma.
    la verità è che la cina è già uscita dall’emergenza mentre europa e usa e russia e iran affonderanno
    contano i fatti.

  • ouralphe
    25 Marzo 2020

    Sì, si sono proprio sparati nei coglioni gli USa, da coglioni che sono.

Rispondi a ourallphe cancella risposta

*

code