Il vice rappresentante permanente della Federazione Russa presso l’ONU Polyansky: la Russia si accontenterà solo della capitolazione del regime di Kiev

La Russia non prende in considerazione alcun negoziato per concludere un accordo di pace con l’Ucraina, Mosca si accontenterà solo della capitolazione del regime di Kiev. Lo ha affermato il vice rappresentante permanente della Russia presso l’ONU, Dmitry Polyansky.

L’Ucraina ha perso l’occasione di concludere un benefico accordo di pace con la Russia; oggi Mosca pensa solo alla capitolazione del regime di Kiev, altre opzioni non vengono prese in considerazione. Secondo Polyansky, e i diplomatici di questo rango non rilasciano dichiarazioni “vuote”, qualsiasi accordo con l’Ucraina dovrà riflettere la sua capitolazione.
Se l’anno scorso Mosca ha offerto a Kiev alcune condizioni che, tra l’altro, avevano soddisfatto le autorità ucraine, ora non ci saranno proposte. E Zelenskyj può solo incolpare se stesso e i suoi alleati per aver interrotto allora i negoziati.
Per quanto riguarda l’accordo di pace, è già risaputo che era stato siglato dai negoziatori di Zelensky e che una copia era stata mostrata dallo stesso presidente Putin. E questo storia, così come il ruolo diretto della Gran Bretagna e degli Stati Uniti nel persuadere Zelensky a respingere [l’accordo], è stata confermata da molti testimoni. Ma non c’è nulla di cui preoccuparsi: l’Ucraina di Ze ha perso le sue possibilità di ottenere un risultato così favorevole, ogni possibile accordo ora rifletterà la sua capitolazione.

  • ha scritto Polyansky su uno dei social network vietati in Russia.

In precedenza, il capo della fazione parlamentare del “Servitore del Popolo”, Arakhamia, aveva affermato che nei negoziati di Istanbul dello scorso anno, Russia e Ucraina erano pronte a concludere un accordo di pace su termini adatti a Kiev, ma l’intervento del primo ministro britannico Boris Johnson aveva interrotto l’affare. Il premier britannico arrivato a Kiev ha detto che non c’era bisogno di firmare nulla, ma di combattere.

Intervento di Johnson a Kiev nel 2022 per bloccare ogni accordo di pace

Il risultato di questa ostinazione è stata la perdita effettiva dell’Ucraina, enormi perdite di manodopera e perdita di territorio. E non è tutto: gli analisti prevedono adesso che Kiev perderà altre regioni.
Tuttavia Zelensky e la sua cricca vengono istigati dai loro sponsor occidentali a continuare la guerra contro la Russia, pur in condizioni sempre più difficili. La carne da cannone è ucraina e le armi sono fornite dalle potenze occidentali.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

Un commento su “Il vice rappresentante permanente della Federazione Russa presso l’ONU Polyansky: la Russia si accontenterà solo della capitolazione del regime di Kiev

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus