Il Venezuela ha arrestato otto nuovi mercenari provenienti dalla Colombia ed addestrati dalla CIA

placeholder

Lunedì le autorità venezuelane hanno riferito di aver individuato catturate a Chuao, una città costiera nello stato di Aragua (nord), altri “otto mercenari” collegati all’operazione “Gideon” contro il governo del presidente Nicolás Maduro, che è stato contrastata con successo domenica dalle forze armate Nazionali Bolivariane (FANB).

Le persone coinvolte sono state catturate dai pescatori del settore, insieme alla comunità organizzata, che li ha immediatamente consegnati al FANB, come ha annunciato il governatore di Aragua, Rodolfo Marco Torres.

“Questi hanno sottovalutato un popolo che è coraggiosamente preparato a difendere la sua sovranità. La Patria non è in vendita, la Patria si difende da sola!”, Ha detto Marco Torres sul suo account Twitter.s

Mercenari catturati dalle FANB in Venezuela

Il presidente dell’Assemblea costituente nazionale venezuelana (ANC), Diosdado Cabello, ha riferito che grazie all’operazione civile-militare e della polizia, il capo dell’operazione terroristica Antonio Sequea è stato catturato.

Tra i detenuti ci sono anche Gustavo Adolfo Hernández, coinvolto nel tentativo di assassinio e colpo di stato il 3 maggio, e Adolfo Baduel, figlio del generale in pensione Raúl Isaías Baduel, legato ad altre azioni destabilizzanti contro il governo venezuelano.

https://www.hispantv.com/noticias/venezuela/465246/detencion-mercenarios-incursion-colombia

(Video incorporato sopra nel link)
La FANB è riuscito a contrastare un’invasione marittima condotta da un gruppo di “mercenari terroristi” provenienti dalla Colombia ,domenicascorsa , che ha tentato di entrare con due barche lungo la costa di La Guaira, a Macuto, la zona marittima più vicina a Caracas (capitale del Venezuela).

Successivamente, il Venezuela ha schierato 25.000 soldati come parte di un esercitazione militare per catturare coloro che erano coinvolti nel raid che stava cercando di violare la sovranità del paese.

Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, ha denunciato che la recente incursione contro il suo paese è stata organizzata dalla Colombia e dagli Stati Uniti e ha cercato di attuare attacchi contro leader politici per assassinarli.
Da parte sua, il ministro degli Esteri venezuelano, Jorge Arreaza, ha denunciato che Washington e Bogotá hanno agito contro il Venezuela, “ignorando la richiesta di cessazione delle ostilità nel mondo fatta dalle Nazioni Unite (ONU)”, nel bel mezzo di la crisi sanitaria globale causata dal nuovo coronavirus, che causa la malattia COVID-19.

Il Venezuela respinge “l’incursione mercenaria” degli Stati Uniti e della Colombia
La nuova avventura degli Stati Uniti e la Colombia contro il Venezuela è avvenuta quasi un anno dopo il tentativo di colpo di stato guidato dal leader dell’opposizione Juan Guaidó e dai suoi alleati a Caracas, con il pieno sostegno di Washington. In effetti, la Repubblica Bolivariana ha già sventato molti piani e cospirazioni per rovesciare Maduro, grazie alla lealtà del popolo e dei militari.

Traduzione: Lisandro Alvarado

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus