Il Venezuela accoglie con favore il fallimento del “piano B” dell’opposizione, sostenuto dalla CIA

Il Venezuela indica che l’opposizione venezuelana, sostenuta dall’oligarchia colombiana e dalla CIA, ha fallito nei suoi piani contro il paese bolivariano.

Il ministro della Difesa venezuelano Vladimir Padrino López (foto in alto) ha denunciato sabato, in un messaggio pubblicato su Twitter, i piani dell’opposizione venezuelana, in collaborazione con la Central Intelligence Agency (CIA) degli Stati Uniti e l’oligarchia colombiana, il cui obiettivo era far precipitare il paese bolivariano nel caos.

Presidio delle forze di sicurezza a Carcas

L’opposizione finanzia i gruppi criminali in Venezuela”
“La fazione sovversiva che opera ancora in Venezuela dietro la facciata dei partiti politici di opposizione, sostenuta dalla CIA e dall’oligarchia colombiana, aveva puntato sul suo piano ‘B'” contro la nazione, ha affermato il capo venezuelano.

Inoltre, nel suo tweet , Padrino López ha celebrato la sconfitta di tali piani, sottolineando che “hanno già ricevuto una risposta clamorosa a questa forma di destabilizzazione. Fallimento totale!”
Le sue dichiarazioni sono il risultato degli ultimi atti di violenza registrati a Caracas (capitale venezuelana) contro civili e principalmente le forze di sicurezza, compiuti da bande criminali.

Secondo il ministro dell’Interno, della Giustizia e della Pace venezuelano, Carmen Meléndez, venerdì, tali gruppi hanno ricevuto supporto logistico, comunicativo e finanziario, per provocare il caos, oltre a cercare di influenzare la stabilità del territorio bolivariano.

Da mercoledì scorso, diversi gruppi criminali sono stati coinvolti in scontri e sparatorie nel settore popolare noto come Cota 905 della capitale, e la violenza si è diffusa nel sud e nell’ovest della città, trattenendo gli abitanti dei “barrios” di El Paraíso, La Vega e El Cementerio, bloccati per lo stato d’assedio.

A questo proposito, il presidente venezuelano, Nicolás Maduro, ha celebrato sabato il successo dell’operazione di polizia contro le bande criminali, dei terroristi, formate, finanziate e armate dai paramilitari colombiani .
Allo stesso modo, il vicepresidente del Venezuela, Delcy Rodríguez, ha riferito lo stesso giorno della cattura di tre paramilitari colombiani appartenenti alla banda criminale Koki , responsabile dei violenti eventi accaduti a Caracas, aggiungendo che le forze di sicurezza hanno sbaragliato la banda, che aveva al suo interno diversi elementi irregolari colombiani.

“Sono venuti per eseguire il piano, sicuramente diretti da Washington e con tutto il sostegno della Colombia”, ha detto Rodríguez.

Fonte: Hispan tv

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM