Il terrore israeliano non finisce: sette palestinesi uccisi in Cisgiordania

L’esercito israeliano ha ucciso lunedì sette palestinesi durante un violento raid in un campo profughi vicino alla città di Ariha (Gerico) nella Cisgiordania occupata.

L’esercito israeliano ha affermato in un comunicato che l’aggressione era finalizzata alla detenzione di sospetti membri del Movimento di resistenza islamica palestinese (HAMAS), che erano perseguiti perché sospettati di essere dietro una sparatoria nei pressi di un ristorante nella città di Ariha.

Sabato, le forze israeliane hanno attaccato il campo profughi di Aqabat Jaber, situato a sud-ovest di Ariha. Il raid si è concluso con diversi palestinesi feriti e detenuti e case distrutte.

Il regime israeliano ha stretto l’accesso alla città dopo aver imposto un assedio dal 28 gennaio. In Reazione, il battaglione Aqabat Jaber, appartenente alle Brigate Ezzedin Al-Qassam di HAMAS, ha dichiarato tre “giorni di rabbia” a partire dalle 20:00 di domenica (ora locale).

Novità in sviluppo…

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus