Il tappo sta per saltare: i conti del Governo sono a rischio ed il Bluff sull’Europa è sul punto di essere scoperto

di Luciano Lago

Manifestazione di protesta e scontri a Roma davanti a Montecitorio dei ristoratori esasperati riuniti nella sigla “Io apro”: manifestazioni anche in altre parti d’Italia, repressione della Polizia e inizia a vedersi qualche blocco autostradale.
Non è difficile capire che siamo alla vigilia di una possibile esplosione sociale che, nonostante la passività della maggior parte delle persone, attanagliate dalla paura e dalla psicosi come effetto del martellamento propagandistico delle TV (pandemia, morte, contagi, vaccini, obbligo, confinamento, ecc..), l’esasperazione e la mancanza di soldi portano la gente a rivoltarsi.

Le file alla Caritas per un pasto caldo sono enormemente aumentate e il disagio cresce in specie nelle grandi città, nelle periferie urbane e nelle zone turistiche divenute deserte. Da Roma, Firenze, Venezia, Rimini, Pisa, Siena e Genova sale lo stesso urlo di insofferenza verso una classe politica che ha messo in ginocchio il paese.
Non basta più trincerarsi dietro la scusante della pandemia che, proprio in questi giorni, rivela il suo sinistro scopo predeterminato nel piano malthusiano di imporre la vaccinazione di massa senza verificare gli effetti reali per la salute. Un piano che aveva, fin dall’inizio, come sua finalità il controllo sociale di massa e la vaccinazione come sistema di coercizione sanitario.
Tutto rientra in questo piano: dall’approvazione dei vaccini sperimentali alla sospensione della Costituzione e ai confinamenti arbitrari, passando per la censura delle cure preventive efficaci, i tamponi usati in modo improprio e la corsia preferenziale per il Covid, pur se illegittima, in tutte le strutture sanitarie.

Proteste dei ristoratori commercianti e P.IVA


Il blocco delle attività economiche dei servizi, dai ristoratori alle fiere, agli spettacoli, alle palestre, negozi ecc.. ha prodotto la crisi e la recessione e questa sta provocando effetti a catena. Oltre alla crescita della miseria e della povertà di grandi masse di popolazione, l’effetto sui conti pubblici è micidiale. L’illusione dei ristori è finita, in cassa non ci sono più soldi, lo Stato non è in grado di stampare moneta, ha delegato ad altri questa facoltà essenziale.
Adesso si scopre il bluff dell’Europa e dalla Germania arrivano le prime avvisaglie: vedere l’intervento di Jens Weidmann all’incontro del 31 marzo tenutosi all’”International Club of Frankfurt Economic Journalists”. Sostanzialmente questi ha detto che la crisi pandemica non può essere una scusante per fare altro debito assistenziale (debito cattivo) ma bisogna tornare all’equilibrio dei conti e lo stesso Weidmann ha sottolineato come «superata la crisi del coronavirus, sarà necessaria fermezza nella politica monetaria».”
Questo monito avviene non a caso dopo la decisione shock della Corte di Karlsruhe – per cui si è stabilito che la politica monetaria non è un totem che si possa autoisolare dal contesto macroeconomico e il governo non può decidere di caricarsi dei debiti dei paesi del sud Mediterraneo (i Pigs). Quindi si capisce che i miliardi pretesi in arrivo del Recovery Fund sono solo una illusione, Germania e Olanda metteranno il veto. La BCE non immetterà più liquidità nel sistema.
In conseguenza occorre prepararsi per le prossime mosse che saranno una riforma delle pensioni e l’imposizione di una patrimoniale con prelievo anche sui conti correnti. A queste seguiranno la svendita di una buona parte del patrimonio nazionale ed altre privatizzazioni con vantaggio dei soliti potentati finanziari a cui risponde lo stesso Mario Draghi. Una previsione del tutto realistica.
Saltano quindi tutte le promesse e le illusioni volutamente create da una classe politica che risponde essenzialmente al potere finanziario privato transnazionale, verso cui i politici dipendono strettamente per il finanziamento della spesa pubblica e per il rating, mentre gli stessi non dipendono dal gradimento popolare né dal benessere popolare, in un paese bloccato e commissariato dove le direttive politiche vengono dall’alto.

Il ministro Speranza e Mario Draghi

Quindi appare chiaro come non mai che le istituzioni non sono rappresentative dell’interesse e della volontà della gente comune ma di una ristretta minoranza ben posizionata nei palazzi del potere e che non necessariamente risponde di quello che fa.
Lo avevamo detto dall’inizio: la funzione di Draghi è quella del liquidatore e in questo è affiancato dal ministro Speranza che è il collegamento necessario con le Big Pharma, una coppia che gestisce in questo momento la situazione critica di questo paese.

27 Commenti

  • blackarrow
    6 Aprile 2021

    E’ ora di far saltare più di testa che conta.

  • Farouq
    6 Aprile 2021

    Ricordatevi sempre il grande reset: tutti gli Stati devono cadere in un modo o nell’altro

    Il malessere sociale è stato pilotato per anni per provocare alla fine una legittima reazione distruttiva

    Tattica già utilizzata ampiamente

    • Niko
      6 Aprile 2021

      Hai ragione e sono d’accordo. Bisognerebbe evitare che altri politici li sostituiscano e dare l’esempio facendoli passare direttamente dalla giustizia attraverso tribunali popolari, con le leggi di guerra

    • mondo falso
      6 Aprile 2021

      esatto , tutto previsto

    • fab
      7 Aprile 2021

      Ma cosa intendi per grande reset?

  • AlessandroV
    6 Aprile 2021

    Sacrosanta protesta, mancanza di lavoro e di ristori, così come per i Cinema e tante altre categorie economiche disintegrate da questa odiosa truffa sanitaria. Ieri si è lottato contro lo stalinismo e varie forme di fascismo politico che imposero i loro folli progetti di potere e controllo totalitario con la violenza armata. Oggi il fascismo di ieri ha la maschera del Covid, ma la logica di sopraffazione è distruzione dell uomo sul suo simile é esattamente la stessa di quei brutali regimi. Nel passato si vessava la gente con la violenza squadristica , oggi si usano strumenti di sopraffazione più sofisticati ma molto più penetranti nelle teste della gente con le manipolazioni che fanno quotidianamente i media, tg corrotti nazionali in primis e branche della medicina e dell informatizzazione deviate, che stanno cercando di cambiare i parametri di riferimento della salute umana con questa odiosa e falsa speculazione sanitaria, con lo stesso identico fine dei regimi dittatoriali che abbiamo conosciuto in pasato. Sembra che la Storia non ci abbia insegnato nulla. Dobbiamo invece lottare e resistere moralmente prendendo spunto dalle lotte coraggiose del passato con tutte le nostre forze. Davanti agli Stalinisti di oggi. I vari Gates, Bazos i falsi eroi medici, i veri Matteotti di oggi sono gli operatori economici che hanno manifestato tutta la loro frustrazione con dignità e coraggio questa mattina davanti al Parlamento e ai molti nostri ipocriti rappresentanti. Non i falsi miti pubblicizzati in continuazione dai notiziari di oggi con la speculazione Covid
    Ripeto, sacrosanta è dignitosissima protesta quella dei commercianti di oggi. I veri Matteotti e le vere vittime dei carnefici di questa folle speculazione sanitaria che si chiama Covid

    • Maurizio
      6 Aprile 2021

      Ma lei non sa neanche cosa sia il fascismo povero mentecatto

      • Anonimo
        7 Aprile 2021

        Chi comanda in italia sono quelli di sinistra e gli amici di Palamara cosa c’entra il fascismo!

    • giorgio
      7 Aprile 2021

      Bill Gates e Bezos stalinisti ?
      Magari resuscitasse Stalin …… ci libererebbe da simili individui mandandoli davanti ad un plotone di esecuzione …..
      stesse considerazioni per Hitler che ha pur sempre combattuto contro le liberal democrazie ora in mano proprio ai cosiddetti filantropi …..
      Consegniamo alla storia gli eventi del secolo scorso, traendone i giusti insegnamenti, che non sono quelli riportati nei libri di storia.
      Le sue affermazioni sembrano prese pari pari dalla propaganda anticomunista e antifascista della Cia di qualche decennio fa ……
      Non può non comprendere che il nemico oggi è la liberaldemocrazia non stalinismo e nazismo ….. !

      • Arditi, a difesa del confine
        7 Aprile 2021

        plutocrazia, non liberaldemocrazia

  • Anonimo
    6 Aprile 2021

    Alessandrov,scusami ma sul Fascismo sei fuori luogo. non far confusioni del cavolo per favore,dai!!!
    Purtroppo non sei l’unico a fare queste gravi confusioni.
    Il Regime Fascista era assolutamente lontano da trattare il popolo italiano nel modo che si vede oggi. non scherziamo e non abusiamo della parola “fascismo” in modo ignorante e a volte anche in mala fede.

  • Ubaldo Croce
    6 Aprile 2021

    Alessandrov,scusami ma sul Fascismo sei fuori luogo. non far confusioni del cavolo per favore,dai!!!
    Purtroppo non sei l’unico a fare queste gravi confusioni.
    Il Regime Fascista era assolutamente lontano da trattare il popolo italiano nel modo che si vede oggi. non scherziamo e non abusiamo della parola “fascismo” in modo ignorante e a volte anche in mala fede.

  • ARMIN
    6 Aprile 2021

    Quando degli incapaci sono al potere, come in occidente, non è che gli eventi sono favorevoli agli stessi in continuazione.
    Da quello che osservo, la Tendenza attuale, è inequivocabile: la caduta delle “élite” è molto veloce.
    Non c’è santo che tenga.

  • michele
    6 Aprile 2021

    Farouq

    Ricordatevi sempre il grande reset: tutti gli Stati devono cadere in un modo o nell’altro

    Il malessere sociale è stato pilotato per anni per provocare alla fine una legittima reazione distruttiva

    Tattica già utilizzata ampiamente
    commento perfetto!

  • AlesssandroV
    6 Aprile 2021

    Caro signor Croce ognuno è libero di pensarla come vuole.Non voglio perdermi in inutili dispute ideologiche, sto lavorando e sono, sicuramente come lei, un lettore simpatizzante della campagna Anticovid di Controinformazione.Certo però che le leggi fascistissime di metà anni 20 del 900,il delitto Matteotti, le leggi razziali antiebraiche del 38 la guerra a fianco di Hitler nella 2 guerra mondiale é tanti altri provvedimenti politici di regime se già queste poche cose non dicono che il fascismo instauro un violento clima di sopraffazione e discriminazione ideologica e politica veda lei… Certo sicuramente ci sarà stata una libertà e dei meriti sociali ma solo per il popolo fascista. Come nell antica Roma esisteva solo per i romani, nel nazismo solo per i seguaci di Hitler e nello stalinismo nemmeno per i seguaci di Stalin tanto dispotica è inaffidabile era la sua personalità. Sicuramente era meno vesssto che nell era della dittatura Covid ma era un trattamento preferenziale riservato solo a chi aveva la tessera di partito. Io penso che insieme proprio agli orchestratori del Covid di oggi, il fascismo sia stato il sistema politico italiano per eccellenza discriminatorio e vessatorio della nostra Storia. Mi spiace io la vedo così, buona serata

    • silvia
      7 Aprile 2021

      In parte concordo, ma non del tutto. Le leggi razziali antiebriche del fascismo sono del 38, quindi conseguenza dell’alleanza con la Germania. Prima Ebrei e non avevano piu liberta’ di noi con i vari lockdown anche se non avevano la tessera del partito. Piu’ drammatica la situazione nella Germania nazista. Quanto a Stalin lui non c’era piu’quando io sono stata nell’URSS (non sono cosi’ anziana), ma ho visto i Russi moto piu’ liberi di come siamo noi ora; teatri e ristoranti pieni, quindi anche di chi non era iscritto al PCUS

      • Pippo
        7 Aprile 2021

        Talmente drammatica la situazione nella Germania nazista, che proprio in quel periodo si ebbe il record assoluto di nascite, mondiale, con il diagrammma dei nati praticamente verticale, segnale inequivocabile di fiducia del popolo nel regime e nel futuro. Pertanto si documenti meglio prima di rilasciare pareri ridicoli e campati in aria. Poi gli infernali nemici del 3° Reich si scatenarono nel loro delirio folle e razzista, come mostri alieni rabbiosi, contro il popolo tedesco per cancellare la “vergogna” di vedere un popolo felice, indipendente e non servo e umiliato dalla finanza internazionale(angloamericana).Ma questa è un’altra storia…

  • Eugenio Orso
    6 Aprile 2021

    I krukki, che stanno per ora nella ue monetaria come un topo (meglio un ratto) nel formaggio non danno sldi a nessuno, perché, come hanno già dimostrato, predano i paesi più deboli (leggi Italia).
    Come sempre, però, c’è un ma: il grande rest elitista sarà anche per loro, se non domani, dopodomani.

    Cari saluti

    • Ubaldo Croce
      7 Aprile 2021

      Alessandro, il tuo lungo è prolisso commento confermano che del fascismo non ne sai proprio nulla se non i soliti clichés propagandistici tesi a denigrare, a prescindere, quel periodo. Un consiglio: lascia perdere.

  • La soluzione
    7 Aprile 2021

    Ragazzi parlare di fascismo oggi non se ne esce. Anche se siete preparati sulla materia tanto di cappello. Ma pensate ad oggi, che vi stanno inculando sistematicamente. Trovare una soluzione a questa dittatura sarebbe più logico che continuare a rivangare il passato. Chi critica solo il passato vuol dire che è rimasto indietro. Il mondo va avanti ragazzi. .

  • Мосин
    7 Aprile 2021

    Lasciamo fascismo e comunismo alla storia.
    L’ obbiettivo odierno è quello di spezzare le catene di questa dittatura sanitaria.
    Il resto è noia.

    • giorgio
      7 Aprile 2021

      Verissimo concentriamoci sul nemico attuale …….
      ricordiamo solo che la dittatura sanitaria (e della finanza) è figlia diretta della democrazia liberal globalista mercantile a direzione angloamericana ….. senza la distruzione di quel sistema non si esce dalla dittatura tecno sanitaria …..
      A meno che si pensi che prima del 2020 vivessimo in paradiso senza rendercene conto ……. e ci si accontenti di riportare tutto a come era un anno fa …… spero che nessuno lo pensi ……

      • Eugenio Orso
        7 Aprile 2021

        Non parlerei di “dittatura sanitaria” che mi pare una copertura – anche mediatica! – per l'”imperialismo finanziario privato” dell’élite globalista occidentaloide e sionsita, diverso nella sostanza dal vecchio imperialismo otto-novecentesco..
        Vero che controllano anche big pharma, l’oms e l’ema, ma la vera dittatura, che ha espresso il cosiddetto piano del great reste, è quella elitista, con nuove sfumature imperiali di governo mondiale accentrato nelle loro mani.
        Pandemie, virus, restrizioni, coprifuochi e vaccini di produzione occidentale sono mezzi/armi per raggiungere l’obbiettivo finale degli elitisti.

        Cari saluti

        • Arditi, a difesa del confine
          7 Aprile 2021

          “imperialismo finanziario privato” dell’élite globalista occidentaloide e sionsita, diverso nella sostanza dal vecchio imperialismo otto-novecentesco..
          Vero che controllano anche big pharma, l’oms e l’ema, ma la vera dittatura, che ha espresso il cosiddetto piano del great reste, è quella elitista, con nuove sfumature imperiali di governo mondiale accentrato nelle loro mani”

          in pratica la definizione di plutocrazia

  • giorgio
    7 Aprile 2021

    Precisazione ineccepibile Arditi ……
    non è inutile ricordare che la plutocrazia attualmente dominante si è originata con “l’evoluzione” delle società liberal democratiche mercantili ……
    che non hanno portato ad altro che ad un progressivo accentramento di poteri e ricchezze in sempre meno mani ……
    tendenza ancora in atto visto che (fonte Il sole 24 ore: distribuzione della ricchezza):
    nel 2016 erano 61 i miliardari che possedevano una ricchezza pari a quella di 3 miliardi e 800 milioni di persone, metà dell’umanità ….
    mentre nel 2019 erano scesi a 26 coloro che possedevano la metà del malloppo …..
    e Wikipedia, alla stessa voce: distribuzione della ricchezza, da numeri ancora peggiori: il 10% detiene l’85% delle ricchezze, mentre il 90% detiene il restante 15% della ricchezza totale del mondo.
    si potrebbe dire che il sistema divora se stesso visto che il numero dei possessori di metà della ricchezza mondiale continua a scendere, e non a beneficio delle moltitudini, ma perchè la ricchezza continua a concentrarsi in sempre meno mani …..

  • AlessandroV
    7 Aprile 2021

    X Pippo il popolo nazista tedesco sarà stato pure fertile e con molta fiducia nelle nascite ma ciò non cancella i folli progetti di sterminio di massa e i gravissimi crimini contro l umanità durante quel periodo, ebreo, omosessuale o dissidente politico che fosse il perseguitato.X il signor Giorgio : il fatto è che viene in automatico oggi per chi pensa, paragonare Gates, Bazos e branche della medicina molto deviate e corrotte agli stalinisti e ai nazisti di ieri. La natura della sopraffazione, dei raggiri, dei progetti di discriminazione e distruzione Dell uomo nei confronti Dell uomo è identico. Uguale preciso, identico. Con Stalin, Hitler, Mussolini si trattò di un totalitarismo da realizzare con pretesti politici e ideologici. Oggi invece si tratta di un totalitarismo soprattutto economico da realizzare attraverso la discriminazione sanitaria, la digitalizzazione e altre forme sottili di esclusione sociale ben supportate attraverso i media. Ma I gates,, I Bazos i nostri politici europei, tutti i principali media nazionali e altri stanno mostrando di essere uguali identici nel profondo del loro essere ai peggiori dittatori. Del nostro passato più recente. Non ci sono differenze tra Speculazione Covid di oggi e lo stalinismo e Nazismo e altre forme di fascismo di ieri. La natura degli abusi è la medesima, senza retorica

    • atlas
      8 Aprile 2021

      la tua natura è democratica, il sistema più violento e ingiusto che ci sia. Dopo mesi di letargo ti sei svegliato. Ti darei volentieri altre manganellate per ricacciarti dolente a riaddormentarti nelle fogne dalle quali sei fuoriuscito, ma leggo che la tua parte quotidiana già l’hai avuta da altri

      ci leggiamo domani

Inserisci un Commento