Il Sud non si fida più dei doppi standard atlantisti. E agisce

di Enrico Toselli

La fiducia è una buona cosa? Non lo è più. E il Sud del mondo dimostra, con fatti a sostegno, che non si fida più delle promesse e degli impegni dell’Occidente collettivo. Così, India, Iran e Russia hanno deciso di investire nella costruzione della grande dorsale ferroviaria che collegherà San Pietroburgo a Mumbai grazie al corridoio INSTC, il corridoio internazionale di trasporto nord-sud. Sono più di 7.200 i chilometri per raggiungere prima i porti iraniani e poi, via mare, Mumbai in India.

Un modo semplice per aggirare le sanzioni studiate di notte a Washington per poi essere imposte, il giorno dopo, ai lacchè europei. Il nuovo collegamento rafforzerà la cooperazione tra i paesi interessati ed eviterà l’ingerenza occidentale. Ma eviterà anche di passare attraverso aree segnate da tensioni e scontri.

Ovviamente a essere penalizzato sarà il Canale di Suez e, di conseguenza, anche il Mediterraneo. Una giusta ricompensa per le politiche folli di alcuni Paesi del Mediterraneo, a cominciare dall’Italia.

Ma non sono solo Russia, India e Iran a credere che l’Occidente atlantista non sia più degno di fiducia. Agcnews spiega che “ le principali economie dell’Africa e del Medio Oriente stanno gradualmente ritirando le loro riserve auree dagli Stati Uniti ”. Quest’anno decisioni del genere sono già state prese da Egitto, Sudafrica, Nigeria, Ghana, Camerun, Senegal, Algeria e Arabia Saudita.

Forse impadronirsi delle riserve russe in Occidente non è stata una buona idea.

fonte: Electo Magazine

3 commenti su “Il Sud non si fida più dei doppi standard atlantisti. E agisce

  1. Doppi standard??! Mi scappa da ridere. Diciamo sfruttamento e colonialismo? Terrorismo e destabilizzazione? Ingerenze politiche e nazionali per favorire esecutivi filo usa e sionisti????

    1. Esatto, chiamiamoli con il vero nome le cose da te citate, non c’è altro nome per definirle.
      Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM