Il successo del sistema Khordad-3 crea nervosismo in Israele


Da quando un missile iraniano Khordad-3 ha abbattuto un sofisticato drone spia statunitnse, Global Hawk a 50 km di altitudine, qualche cosa è cambiato, letteralmente, nei calcoli dei circoli militari israeliani.
Da quel momento, gli esperti israeliani affermano che il vecchio piano di Benyamin Netanyahu, di inviare aerei israeliani ad attaccare le istallazioni nucleari , è un piano che viene oggi totalmente escluso, visto il fatto che l’Iran dispone di sistemi che possono distruggere gli aerei israeliani che sorvolino il territorio iraniano, anche ad altitudini elevate.
Da quel momento non si è visto più alcun drone israeliano a sorvolare il terrirorio libanese e neppure in Siria, ovviamente Israele evita le provocazioni per non ricevere un messaggio simile a quello dell’ abbattimento del drone statunitense e, incluso, si potrebbe dire che neoppure gli USA vogliano ancora ricevere messaggi su un altro fronte. Questo non vuol dire che Israele desisterà dal violare lo spazio aereo libanese ma adesso è cosciente che i suoi apparati sono monitorati e che il cielo non sarà sicuro, quando arrivi il momento del confronto armato.

Aerei israeliani sul Libano


Israele, così come gli USA, sono rimasti sorpresi per la capacità del Khordad-3. Il suo nome si riferisce al 2 di Maggio del 1982 quando la città di Jorramshahr fu liberata dopo di 578 giorni di occupazione irachena, durante la guerra Iran-Iraq di quegli anni. Il Khordad-3 fu ottimizzato dall’Iran nel 2014 come parte della modernizzazione dei suoi apparati elettronici, sensori di intercettazione termici. Inoltre l’apparato dispone una opzione di blocco del suo GPS per proteggerlo nel caso di interferenza di alta intensità.
Il sistema ha ricevuto le coordinate che lo hanno lanciato dietro la scia termica del drone statunitense, prima di intercettarlo e distruggerlo. Esiste quindi un grande timore in Israele. Che succederebbe se il drone fosse consegnato alla Siria?

Source: Al Manar

Traduzione: Lisandro Alvarado

5 Commenti

  • Christian
    29 Giugno 2019

    Ma quali 50 km di altitudine? Il Global Hawk vola ad una quota massima di 20-21 km; 25 in condizioni particolarmente favorevoli, ma a 50 km di quota non ci arriverebbe mai.

    • Woland
      29 Giugno 2019

      Sarà la solita confusione tra metri e yarde (è fallita anche una missione dello space-shuttle per aver scambiato le unità di misura).

  • Punisher
    29 Giugno 2019

    Era a 19000 m

  • matteo
    30 Giugno 2019

    Non scherziamo, il record di altezza per un aereo è 37000 metri 37km e era un jet militare russo.
    L’altezza a cui volano gli aerei è normalmente espressa in piedi.

    Motori a turboelica: volano tra i 15.000 e 24.000 piedi (5.000 – 7.000 metri). Motori a jet: volano tra i 25.000 e 40.000 piedi (8.500 – 12.000 metri).

  • Woland
    30 Giugno 2019

    Trovata info corretta: volava a 50.000 piedi slm

Inserisci un Commento

*

code