Il sostegno generale degli Stati Uniti per l’Arabia Saudita, Israele, ha permesso loro di compiere atrocità

Il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif dichiara alla CBS News che le scelte degli Stati Uniti sono la causa dei disastri in Medio Oriente.

“Le scelte degli Stati Uniti in Medio Oriente sono sbagliate e queste scelte sbagliate portano al disastro nella nostra regione”, ha detto Zarif domenica alla rete americana.

“Sapevamo che l’invasione dell’Iraq era la scelta sbagliata, anche se Saddam Hussein era nostro nemico: sapevamo che l’attacco contro l’Afghanistan era la scelta sbagliata, anche se i talebani erano nostri nemici”, ha aggiunto.

“Sappiamo che l’invasione e l’attacco, i bombardamenti dello Yemen sono state scelte sbagliate”, ha osservato Zarif, riferendosi al sostegno di Washington per la guerra condotta dal 2015 in Arabia Saudita sulla nazione più povera del mondo arabo.

“Ma gli Stati Uniti sono continuamente e costantemente dalla parte sbagliata”, ha affermato l’alto diplomatico iraniano.

Zarif ha detto che gli Stati Uniti hanno incoraggiato l’Arabia Saudita e Israele a mettere in scena le loro atrocità fornendo ai regimi un “sostegno generale”.

“Penso che il sostegno generale che gli Stati Uniti forniscono all’Arabia Saudita e ad Israele ha permesso loro di compiere atrocità che non sarebbero accadute, se non esistesse questo sostegno generale”, ha detto.

Le osservazioni sono arrivate quando il regno è stato sottoposto a crescenti critiche per l’omicidio di Jamal Khashoggi , editorialista del Washington Post e notevole critico delle politiche di Riyadh, che è stato assassinato dopo essere entrato nel consolato saudita a Istanbul il 2 ottobre.

Il presidente iraniano Hassan Rouhani ha recentemente dichiarato che il regno non avrebbe proceduto all’omicidio se non avesse ricevuto il sostegno degli Stati Uniti.

PressTV-Iran: omicidio di Khashoggi impossibile senza il supporto degli Stati Uniti
Il presidente Rouhani afferma che l’omicidio del giornalista saudita deriva dalla stessa ideologia deviante che ha dato vita a gruppi terroristici come Daesh.
Washington è sotto la pressione di gruppi di alto profilo per i diritti umani per bloccare le sue vendite di armi al regno saudita  e al supporto logistico per la guerra allo Yemen, che ha ucciso migliaia di civili sin dal suo esordio.

Gli Stati Uniti sono anche il più vecchio e più forte alleato di Israele, che ha quasi invariabilmente bloccato gli sforzi delle Nazioni Unite per trattenere il regime sionista responsabile dei suoi eccessi di violenza nei territori palestinesi occupati da Tel Aviv.

Fonte: Press Tv

Traduzione: Sergei Leonov

2 Commenti

  • atlas
    29 ottobre 2018

    intanto i vs. sciiti hanno offerto il the ai cani quando sono entrati in Iraq

  • Sed Vaste
    29 ottobre 2018

    isis -Israeli Secret Intelligence Service ,ecco perche’ l’isis non ha mai Attaccato Israele anzi I guerrieri dell’isis feriti venivano soccorsi e curati nelle Belle cliniche Isreliane tanto paga Salomone , se ci fosse Catone ripeterebbe delenda Giudea ,sono gli Ebrei I fomentatori gli istigatori di tutte le guerre bisognava dare ascolto ad akmadinejad cancellare quello stato canaglia israele che destabilizza con arti subdole l’intera area

Inserisci un Commento

*

code