IL SIONISTA GEORGE SOROS SI SENTE “MOLTO ORGOGLIOSO” DI AVERE COSÌ TANTI NEMICI: RAPPORTI

Il gestore di fondi hedge, ungherese-americano, che è diventato un creatore di “regimi democratici” è stato uno dei più importanti sostenitori di un muovo ordine mondiale capitalista liberale e globale per oltre tre decenni e ha speso miliardi nella sua rete di “Open Society Foundations”, che le autorità di alcuni paesi hanno qualificato come tentativo di immischiarsi nei loro affari interni.

Il miliardario speculatore degli hedge fund, George Soros, condannato quale manipolatore di valuta, ha espresso la speranza che la reazione “nazionalista” e antiglobalista espressa nel voto sulla Brexit e con l’elezione di Donald Trump si stiano esaurendo e che Trump stesso possa essere sconfitto nel 2020.

“Trump sta ancora facendo molti danni”, ha detto Soros, parlando con il New York Times in un’intervista pubblicata venerdì. “Voglio dire, la scorsa settimana quello che ha fatto in Medio Oriente è stato devastante per l’influenza degli Stati Uniti nel mondo”, ha aggiunto, riferendosi al recente movimento della Casa Bianca per ritirare parzialmente le truppe statunitensi dalla Siria.
Chiamando Trump “un’aberrazione … mettendo i suoi interessi personali al di sopra degli interessi nazionali”, Soros ha suggerito che “le cose cambieranno” durante il prossimo ciclo elettorale.

George Soros con Jean C. Junker

Il miliardario ha parlato positivamente della senatrice democratica del Massachusetts Elizabeth Warren, che ha affermato di “essere diventata la persona chiara per vincere”.
“Non prendo una posizione pubblica, ma penso che sia la più qualificata per essere presidente”, ha spiegato Soros, ma non l’ha approvata, dicendo che non avrebbe sostenuto un candidato perché preferiva lavorare con tutti.

Orgoglioso dei nemici
Allo stesso tempo, ad 89 anni il miliardario ha espresso orgoglio per aver accumulato così tanti nemici. «Sono molto orgoglioso dei nemici che ho. È un modo perfetto per dire a un dittatore, o un possibile dittatore, se questi mi identifica come un nemico “, ha detto.

Soros ha anche scartato timidamente il ruolo di miliardi di dollari nelle sue Fondazioni per determinare i risultati delle imminenti elezioni statunitensi. “Ci sono più strade principali negli Stati Uniti che a Wall Street. Quindi non penso che Wall Street, oltre ad essere una fonte di denaro, possa scegliere il presidente “, ha detto.

Questa settimana, le presentazioni hanno rivelato che l'”Open Society Policy Center”, il braccio di pressione delle Open Society Foundations, ha mostrato che il Centro ha speso finora oltre 24 milioni di dollari in attività di lobbying nel 2019 e ha speso più denaro per lobbying dall’elezione di Trump che per 16 anni prima durante le presidenze di George W. Bush e Barack Obama.

George Soros con Gentiloni

Tre decenni di attività
Soros è stato coinvolto in azioni politiche per almeno tre decenni, offrendo supporto materiale ai movimenti anticomunisti che si sono diffusi nell’Europa orientale alla fine degli anni ’80 in paesi come la Polonia e l’Ungheria e fornendo finanziamenti per le riforme politiche , economico e istituzionale nell’Europa orientale e nell’ex Unione Sovietica dall’inizio degli anni 1990. Da allora, le sue attività si sono diffuse in oltre 60 paesi in tutto il mondo ed è stato visto come un entusiasta difensore del ordine mondiale liberale e globalista, dopo la guerra fredda, non solo nel terzo mondo, ma anche negli Stati Uniti e in Europa.
Soros ha finanziato inoltre una quantità di organizzazioni che promuovono le migrazioni di massa dall’Africa e dal Medio Oriente verso l’Europa ed è accusato di perseguire lo scardinamento degli Stati nazionali per realizzare la “società aperta”, multietnica e multiculturale a cui si oppongono i partiti e le forze sovraniste in Europa.

Nel 2002, Soros è stato dichiarato colpevole di abuso di informazioni privilegiate da un tribunale francese e multato di 2,2 milioni di euro, con la sua condanna confermata dalla Corte europea dei diritti dell’uomo nel 2011. Nel mondo finanziario, è forse il più noto per la sua speculazione monetaria contro la sterlina britannica nel 1992, che ne fece il suo primo miliardo e causò miliardi di perdite per l’economia britannica.

La Bonino premiata da George Soros

La Russia ha esaurito la pazienza con Soros e le sue Open Society Foundations nel 2015, quando l’OSF è stato aggiunto a un elenco di organizzazioni le cui attività sono state considerate una minaccia per la sicurezza nazionale russa. Prima del divieto, l’OSF aveva operato in Russia per oltre due decenni, spendendo oltre $ 100 milioni in istruzione, media e varie ONG. Autorità e politici di altri paesi, dall’Ungheria e dalla Polonia a Israele, Guinea Equatoriale, Montenegro e Macedonia, hanno anche accusato Soros e l’OSF di intromettersi negli affari delle loro nazioni.

Fonte: Sputnik News

Traduzione: Luciano Lago

4 Commenti

  • Kaius
    25 Ottobre 2019

    Questo è il vecchio finocchio schifoso che ha ideato la “open society “,lui e gli altri degenerati di mente che lo supportano.
    Che la Russia butti questo vecchio cesso in qualche fogna dalla quale non potrà più uscirne che qui in occidente siamo ancora un po troppo “effemminati ” per farlo.

    • atlas
      26 Ottobre 2019

      quanto dovrà vivere ancora. E poi ? Ci saranno i suoi allievi. Per questo una Nazione dev’essere impenetrabile, vincolata per razza ed avere una polizia politica che individui i sovversivi sinistri uno a uno; e li metta a morte. Non si lasciano vivi i nemici. Ma credo che anche nelle Due Sicilie il livello di effemminazione sinistra sia alto. Colpa del falso benessere e di anni di democrazia

      a meno di miracoli

  • Sed Vaste
    25 Ottobre 2019

    Ma vah ! Figuriamoci se st’ebreo da catetere di 89 anni che non sa parlare nemmeno bene l’nglese puo ‘ avere cosi tanta importanza tutte fesserie per marmittoni come voi ! ,sembra di vedere I’ll berlusca un burattino messo li come testa di turco per LA felicita della Giudaglia che si sfrega le Mani ad avere degli scellerati simili che si prestano a prendere tutti gli accidenti del Popolino , il barzellettiere Depravato di Arcore pensava solo a far indigestioni di viagra e a come far andare bene I’ll suo bordello ,l’italia era saldamente in mano ai Suoi ministri Ebrei FRATTINI con doppio passaporto d’israele e Italiano e Maroni ebreo pure lui , Dietro a Soros ci stanno gli ebrei delle Banche Dell’Aipac e dell’adl solo che fusaro e I giornalai LA chiamano finanza apolide per non dire LA parola ebrei ,ma che si fottano tutti, I migliori giornalisti travaglio scanzi pure loro sono dei lecchini Vergognosi abominevoli degli ebrei puah ! Digitate” l’italia da distruggere Davide benetello “

  • The roman
    27 Ottobre 2019

    La giustizia non e’ di questo mondo. Un criminale , speculando sulle valute nazionaliin combutta con i suoi accoliti, ha accumulato miliardi che usa per corrompere e sovvertire le stesse nazioni che ha derubato. Questo criminale e’ propagandato dai media controllati dai suoi correligionari come un grande uomo ed un filantropo , riceve onoreficenze dai servi che governano le nazioni che questo essere e i suoi simili vogliono distruggere e pontifica come fosse un santone. Una vecchia donna di 91 anni, nella sua patria asservita al potere giudaico dopo essere stat distrutta in una guerra genocida , vive i suoi ultimi giorni in prigione per non voler credere ad una menzogna storica che non regge la piu’ semplice analisi. Due storie : giorgy Swarthz , alias George Soros 89 anni , essere immondo , celebrato miliardario e filantropo. URSULA HAVERBECK, 91 anni , patriota tedesca ed esempio di coraggio e valore, diffamata come istigatrice all’odio razziale e apostrofata come nonna nazi.

Rispondi a atlas cancella risposta

*

code