IL senatore Lindsey Graham esorta l’amministrazione Biden a cancellare parti dell’Iran “dalla mappa geografica”.

Lindsey Graham ha dichiarato che gli Stati Uniti dovrebbero colpire le basi iraniane: “Spazzatele via dalla mappa”
Il senatore repubblicano della Carolina del Sud, neocon e guerrafondaio, ha detto di aver comunicato al segretario alla Difesa Lloyd Austin di non mostrare “debolezza” e di chiarire quali siano le linee rosse degli Stati Uniti per un attacco di ritorsione .

“Senza l’Iran non ci sono Houthi”, ha detto Graham a Fox News mercoledì. ” Gli Houthi sono completamente appoggiati dall’Iran. Lo dico ormai da sei mesi… colpisci l’Iran. Hanno giacimenti petroliferi all’aperto, hanno il quartier generale della Guardia Rivoluzionaria che puoi vedere dallo spazio. Spazzalo via dalla mappa. “
Ha continuato: “Se vuoi davvero proteggere i soldati americani, rendi chiaro agli ayatollah che se attacchi un soldato tramite procura, noi ti daremo la caccia”.
I commenti di Graham fanno seguito agli attacchi delle milizie appoggiate dall’Iran contro le basi delle truppe americane nella regione (Iraq e Siria), che si sono intensificati. Quest’anno ci sono stati più di 100 attacchi contro le basi dell’occupazione USA in Iraq e Siria.
Lunedì, una persona è rimasta gravemente ferita e altre due sono rimaste ferite in un attacco di droni contro una base americana a Irbil, nel Kurdistan iracheno. La Resistenza islamica in Iraq, collegata a Kataib Hezbollah, ne ha assunto la responsabilità.

L’Ufficio americano del direttore dell’intelligence nazionale descrive Kataib Hezbollah come un gruppo che “rappresenta una grave minaccia per il personale diplomatico e militare statunitense in Iraq e Siria” e “cerca di stabilire un governo allineato con l’Iran in Iraq”. Un gruppo di resistenza che procura molti fastidi alle truppe USA in Iraq e Siria.

Austin ha affermato che gli attacchi “necessari e proporzionati” approvati dal presidente Joe Biden sono stati compiuti contro Kataib Hezbollah, che è sostenuto dall’Iran in Iraq.
“In risposta a molteplici attacchi contro le forze della coalizione in Iraq e Siria, le forze militari statunitensi hanno condotto attacchi aerei contro molteplici strutture utilizzate da Kataib Hezbollah e gruppi affiliati in Iraq”, ha affermato lunedì il CENTCOM in una nota. “All’inizio della giornata, i terroristi Kataib Hezbollah sponsorizzati dall’Iran e i gruppi affiliati hanno attaccato le forze della coalizione a Erbil, in Iraq, provocando diversi feriti”.
L’attacco dei droni avviene nel contesto dei timori che la guerra tra Israele e Hamas , che ha fatto seguito all’attacco del gruppo militante palestinese del 7 ottobre al sud di Israele, potrebbe estendersi alla regione. Hamas è sostenuto da Teheran e gruppi della resistenza, sostenuti dall’Iran in Yemen, Libano, Siria e Iraq hanno lanciato attacchi contro Israele e i suoi alleati a sostegno dei militanti palestinesi.

Kataib Hezbollah, forze sciite in Iraq

Avi Melamed, ex funzionario dell’intelligence israeliana e analista regionale, ha detto a Newsweek questo mese che le azioni aggressive del regime iraniano “sono rafforzate dal presupposto che gli Stati Uniti non utilizzeranno tutta la forza della loro potenza militare per contrastare l’Iran e i suoi delegati”.

Graham ha detto che Biden e Austin “stanno deludendo le nostre truppe sul campo”, nonostante gli attacchi.

“Lo ammiro, è un patriota, ma non sta facendo un buon lavoro nel proteggere i soldati”, ha detto Graham, riferendosi ad Austin. “Gli ho chiesto un paio di mesi fa: esiste una linea rossa? Diresti pubblicamente ai nostri nemici che se uccidi un americano ti daremo la caccia?”

In ottobre, Graham ha insistito su quale dovesse essere la linea rossa per un attacco all’Iran. Graham ha interrotto la risposta di Austin quando ha affermato che “l’Iran dovrebbe essere ritenuto responsabile” durante un’audizione della commissione per gli stanziamenti del Senato .

Nota: La cosa risibile è quella che i neocons come Graham qualificano come “azioni aggressive” quelle della resistenza contro le basi degli occupanti USA in SIria e Iraq mentre, a loro modo di vedere, le azioni genocide di Israele a Gaza e in Palestina sarebbero del tutto legittime.
I neocon non calcolano che la reazione dell’Iran ad un attacco americano potrebbe cancellare le città israeliane dalla mappa geografica.

Fonte: News Week

Traduzione e nota: luciano Lago

8 commenti su “IL senatore Lindsey Graham esorta l’amministrazione Biden a cancellare parti dell’Iran “dalla mappa geografica”.

  1. Che dire, l’america pullula di idioti. Li sentiamo ogni giorno sproloquiare contro tutti quelli che non si adeguano alle loro”regole”. Credo che siano così fuori di testa da non capire che se mai dovessero fare un’azione tanto sconsiderata le conseguenze regionali e forse mondiali, sarebbero a dir poco catastrofiche. Credo che, oltre che oltremodo crudeli e arroganti, siano nel panico per la perdita significativa della loro egemonia a livello planetario. Se continueranno in questo modo a breve non basterà più abbaiare bisognerà anche mordere per farsi rispettare, ma, i denti ce li hanno ancora?… Pare di no se no lo avrebbero già fatto. Bene….vedremo come andrà a finire….sono enormemente curioso

  2. purtroppo i socia| e i media di massa hanno dato |a stura ai mefitici de|iri di personaggi che sarebbero stati consegnati a||a security di qualche bar / bettolla , ma ora dobbiamo registrare le “coglionate” di questi “boomers” dalle dichiarazioni da neuro.

  3. La faccia da scemo con la lingua fuori nella fotografia mi suggerisce che per distruggere un’organizzazione può essere sufficiente mettere degli idioti, incapaci e minus habentes quanto a facoltà intellettuali in posti di comando o comunque di una certa importanza, e lo “scemo più scemo” della foto, che vorrebbe far sparire intere parti dell’Iran dalla carta geografica, lo conferma in pieno.

    Cari saluti

  4. Questo idiota fa solo da portavoce, anche uno dei suoi padroni, l’ex premier sionista con cittadinanza USA Naftali Bennet sul suo canale social su X ha chiesto il bombardamento a tappeto dell’Iran.
    I sionisti nel loro fanatismo religioso un pò ambiguo (si proclamano monoteisti ma poi evocano la divinità con un termine plurale, Elohim, e non singolare, come Eloh), non si rendono conto che l’Iran risponderebbe con armi che probabilmente gli americani conoscono e i sionisti pure ma fanno finta di niente, tanto hanno Jahvè dalla loro.
    Qualcuno negli USA sta pensando di introdurre la leva obbligatoria per avere carne da cannone da usare contro Russia, Iran e Cina, ma gli manca l’industria, e il vantaggio del dollaro come valuta di riserva globale sta finendo.
    Lo yuan ha appena superato lo yen come valuta usata nel commercio mondiale e si appresta a superare l’euro, e mentre il Giappone sprofonda sotto il peso della sua enorme partecipazione al debito pubblico americano, oltre 1100 miliardi di dollari, un quarto del debito pubblico nipponico, gli anglo-sion sono obbligati dalla loro disperazione economica a saccheggiare un paese derelitto come l’Argentina, i cui beni statali verranno messi in vendita per un tozzo di pane dal loro uomo Milei, se ci riesce prima di finire ammazzato dalla folla.

  5. Le statistiche dicono che negli USA 100 milioni di persone, (su poco più di 300 milioni), fanno uso di psicofarmaci e droghe … credo proprio che queste stime siano da rivedere al rialzo, visto che di recente impazzano le droghe “zombificanti”, come si può vedere dalla faccia di questo Graham. Purtroppo l’ultimo grido in fatto di droghe è in arrivo anche da noi, come se non fossimo già zombificati abbastanza da 80 anni di colonialismo anglo americano !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus