Il Senato Degli Stati Uniti Ha Appena Votato un testo Per la Potenziale guerra con Russia e Cina

Il Congresso degli Stati Uniti ha approvato una legge di difesa per il 2020 che include nuove sanzioni per gli appaltatori che stanno contribuendo a costruire il gasdotto Nord Stream 2 di Gazprom, poiché le misure predisposte mirano a impedirne il completamento, che è ancora previsto quest’anno.
Il Senato degli Stati Uniti ha votato per un budget di difesa di 738 miliardi di dollari, che include sanzioni per il gasdotto Nord Stream 2 e assistenza militare in Ucraina, secondo i risultati del voto, secondo Sputnik. Il voto al Senato controllato dai repubblicani è stato di 61-6 a favore della National Defense Authorization Act, o NDAA.

La legislazione prevede sanzioni obbligatorie per i gas dotti Nord Stream 2 e Turkstream e vieta la cooperazione militare-economica con la Russia. Il disegno di legge sanziona anche la Turchia per l’acquisizione dei sistemi di difesa aerea S-400 russi e proibisce il trasferimento di jet F-35 nel paese ottomano.

Il disegno di legge crea anche un sesto ramo dell’esercito americano, la Space Force, e include $ 71,5 miliardi per guerre straniere in corso o “operazioni di emergenza all’estero”. Il disegno di legge prevede inoltre che vengano forniti rapporti sulla minaccia rappresentata dalla Cina e dalle sue relazioni militari con la Russia, proclamando anche che il Congresso sostiene inequivocabilmente le manifestazioni ad Hong Kong.

Inoltre è inclusa nel disegno di legge una disposizione per imporre sanzioni alle truppe governative siriane per presunti crimini di guerra commessi durante il conflitto del paese. Il bilancio per la difesa del 2020 era già stato approvato dalla Camera bassa del Congresso e, dopo l’approvazione del Senato, il documento doveva essere firmato dal presidente Donald Trump.

Trump ha già dichiarato di essere pronto a firmare immediatamente il documento. Secondo quanto riferito, il bilancio per la difesa include fondi per “contrastare la Russia” in vari settori, sanzioni contro Nord Stream 2 e stanziamento di $ 300 milioni per “aiutare l’Ucraina”.

Congresso USA

L’operatore del progetto del gasdotto Nord Stream 2, Nord Stream 2 AG, ha annunciato all’inizio della giornata che avrebbe pianificato di completare il gasdotto in pochi mesi, ma non intendeva speculare sulla data di completamento.

In precedenza, il tabloid Bild riferiva in riferimento a un documento interno del Ministero tedesco per gli affari economici e l’energia che Berlino si aspettava che Nord Stream 2 fosse completato entro 30 giorni al fine di evitare le sanzioni statunitensi.

La scorsa settimana, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha dichiarato in una conferenza stampa dopo l’incontro con Trump che le sanzioni statunitensi non ostacolerebbero la costruzione del progetto del gasdotto Nord Stream 2. Il Nord Stream 2 è una joint venture tra Gazprom e cinque società europee: la francese ENGIE, la austriaca OMV, la Royal Dutch Shell britannica-olandese e la tedesca Uniper e Wintershall.

Il gasdotto gemello lungo 745 miglia trasporterà fino a 55 miliardi di metri cubi (1.942 trilioni di piedi cubi) di gas all’anno dalla Russia alla Germania, attraversando le acque territoriali o le zone economiche esclusive di Danimarca, Finlandia, Germania, Russia e Svezia.

La Germania ha sostenuto la pipeline dall’inizio del progetto nonostante la forte opposizione di Washington. Alla fine di maggio, il cancelliere Angela Merkel ha ribadito il suo sostegno a Nord Stream 2 in una conferenza della Federazione delle industrie tedesche, affermando che il gasdotto è una necessità per la Germania, data la sua aspirazione a rinunciare all’energia nucleare e del carbone.

Gli Stati Uniti hanno minacciato chiunque fosse coinvolto in sanzioni, promuovendo nel contempo il proprio gas naturale liquefatto sul mercato europeo. L’Ucraina si sta inoltre opponendo attivamente al Nord Stream 2, temendo di perdere le entrate derivanti dal transito di gas russo. La Russia ha ripetutamente affermato che il progetto è assolutamente commerciale e competitivo e che non implica la cancellazione del transito del gas russo attraverso l’Ucraina verso l’UE.

Gasdotto nord Stream 2

Reazioni in Germania alle sanzioni USA

In risposta al documento emesso dal Congresso USA, che prevede le sanzioni contro le società tedesche che lavorano alla realizzazione del gasdotto Nord Stream 2, la Germania ha criticato le azioni di Washington, affermando che gli USA si stanno intromettendo nella politica energetica europea.
Il cancelliere tedesco Heiko Maas ha fortemente criticato il voto del Senato degli Stati Uniti.
“Riteniamo che questo sia inaccettabile, perché alla fine si tratta di una misura che influenza le decisioni autonome prese in Europa”.
“La politica energetica europea è decisa in Europa, non negli Stati Uniti”, ha twittato Maas.
La Camera di commercio tedesco-russa ha affermato che il gasdotto è essenziale per la sicurezza energetica europea e ha chiesto rappresaglie contro gli Stati Uniti.

Il membro del Bundestag tedesco Andreas Nick ha dichiarato a DW che le sanzioni su Nord Stream 2 unirebbero ancora di più la Germania dietro il progetto.
“È una questione di sovranità nazionale ed è potenzialmente una responsabilità per le relazioni transatlantiche” , ha detto Nick.
Anche il cancelliere tedesco Angela Merkel ha criticato la misura degli Stati Uniti, ma ha affermato che la Germania non imporrà alcuna sanzione contro gli Stati Uniti.
Il primo ministro del Meclemburgo-Pommerania occidentale, Manuela Schwesig, ha affermato che la Germania e l’Europa avevano bisogno di un approvvigionamento energetico sicuro. Il gasdotto del Mar Baltico entrerà nel territorio tedesco nella città costiera di Greifswald, nello stato settentrionale della Germania.

” [Gli americani] stanno cercando di portare il loro gas sul mercato, ottenuto attraverso il fracking”, ha aggiunto.
Il portavoce del Cremlino Dimitri Peskov ha dichiarato che le sanzioni non fermeranno la fine del Nord Stream 2.
“Speriamo che questo progetto sia completato”, ha detto.
Ha accusato gli Stati Uniti di violare il diritto internazionale e di cercare di espandere il loro dominio artificiale sul mercato europeo.
In Germania ci sono reazioni anche molto più decise dagli ambienti economici ed industriali che vedono quella di Washington come una intromissione inaccettabile e richiedono al Governo federale azioni di ritorsione.

Fonti: Fort – South Front

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

4 Commenti

  • eusebio
    19 Dicembre 2019

    Si spera che la Cina intensifichi la cessione dei titoli di stato USA che ha nel portafoglio, visto che i soldi che ha prestato agli americani servono a fare la guerra, ibrida e regolare, a Cina e Russia.
    Ne detiene ancora oltre un trilione di dollari e riesce a venderne anche diec miliardi di dollari al mese, in tutto il 2020 può arrivare a cederne oltre 100 miliardi.
    I russi ne detenevano circa 100 miliardi e li hanno ceduti tutti.

  • AdolfMerkel
    20 Dicembre 2019

    SPEZZERANNO IL RENO ALLA GERMANIA !

  • Tati
    20 Dicembre 2019

    Sono sincera non ho ancora letto l’articolo, dopo cena lo faccio, ho visto la parola USA e mi è venuto da dire subito qualcosa.
    Questi scellerati criminali fuori di testa che nessuno sa cosa combinano veramente, questi sbagli della natura, questi mostri, dicono al mondo cosa fareeee? Ma diamo i numeri? Ordini perentori a destra e a manca, controllano tutti e tutti, E LORO CHI LI CONTROLLA? Che, fossero brave persone non ce ne sarebbe bisogno, ma questi sono dei criminali al 100%!
    Tanto per dire, ora, proprio ora, su History Channel stanno mandando in onda la manipolazioni degli americani sugli animali, insetti, UOMINI… Già avevamo cominciato creando le super mucche dei nazisti che ancora vagano nei boschi della Germania, ai delfini assassini addestrati dalla CIA, il lavoro di alcuni scienziati folli ha portato alla nascita di “strane creature”… Sicuramente ovunque nel mondo succedono queste cose, la differenza è che gli USA si pongono come maestri di vita di morale di democrazia mentre sono niente altro che BULLI spero nemmeno consapevoli, altrimenti sarebbero da tenere 24h a tempo indeterminato sotto controllo, certo che non cambia il fatto che gli americani sono il cancro in metastasi del pianeta tutto.
    Ma così devono essere gli uomini del gruppo che dopo aver visto i film di Bond vogliono impossessarsi del mondo.

    Si autodefiniscono “il popolo eletto”… ci sarà una ragione se insistono a porsi così, o no?
    E piangono piangono piangono, certe lagne… e guai solo guardarli, subito, come i bambini, cominciano a frignare.

  • Diet
    21 Dicembre 2019

    Sicuramente il tubo commento contro Tendenza ha una base certa. Il più grande stato canaglia che crea instabilità internazionale sono gli stati uniti. Interventisti per trarre guadagni politici, militari ed economici. Tuttavia la loro costituzione e i loro magistrati si appoggiano su evoluti tecnicismi che danno anche supporto per lo sviluppo progressivo di nuovi ideali democratici. Quindi il panorama è più complesso e certe affermazioni di presunta criminalità dovrebbero essere più circostanziate e non gravate da banale indignazione, altrimenti in questo modo, dai voce ignorante e perciò debole e discutibile dicotomia, a quella che invece avrebbe potuto essere una osservazione profonda. Cita fatti storici come ad esempio i bombardamenti ad Aleppo, l’aver ignorato per lungo periodo l’invasione russa in Ucraina, la seconda inutile guerra in Iraq, unosom 2, misfatti della Fbi nei confronti di Anna Mae Aquash, ad esempio.

Inserisci un Commento

*

code