Il segretario delle Nazioni Unite sollecita operazioni umanitarie su larga scala a Gaza

Il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres esorta a migliorare le condizioni per l’invio di aiuti umanitari ai palestinesi nella Striscia di Gaza sotto assedio.

Di fronte al protrarsi dei bombardamenti del regime sionista israeliano sulla Striscia di Gaza assediata, Guterres ha sottolineato la necessità di migliorare le condizioni per poter effettuare massicce operazioni umanitarie, in un contesto di intensificazione degli sfollamenti e della fame della popolazione di Gaza. .

“I combattimenti intensi, la mancanza di elettricità, la scarsità di carburante e l’interruzione delle telecomunicazioni limitano gravemente le attività delle Nazioni Unite volte a fornire aiuti salvavita alla popolazione di Gaza. È necessario ripristinare immediatamente le condizioni che consentano la realizzazione di operazioni umanitarie su larga scala”, ha pubblicato il capo delle Nazioni Unite (ONU) sul suo account della rete sociale X.
Israele continua ad attaccare Gaza e nei suoi attacchi più recenti ha lanciato bombardamenti vicino a un ospedale a Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, e al campo di prigionia per profughi di Jabalia, nel nord dell’enclave palestinese, provocando dozzine di morti e feriti palestinesi.


D’altra parte, il voto sulla risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite (UNSC) per aumentare gli aiuti a Gaza è stato rinviato mercoledì a causa delle preoccupazioni sul veto di questa risoluzione da parte degli Stati Uniti ed è stato rinviato a questo giovedì.

Veto e armi, sostegno cieco da parte degli Stati Uniti, di cui Netanyahu è grato
Ripetendo la narrativa sionista, il governo degli Stati Uniti ha posto il veto a diverse risoluzioni che chiedevano un cessate il fuoco immediato a Gaza. Nell’ultima azione in questo senso, la settimana scorsa, Washington ha respinto l’appello di altri membri del Consiglio di Sicurezza di porre fine alla guerra a Gaza, opponendosi al voto di altri 13 paesi.

Dal 7 ottobre almeno 20.000 palestinesi hanno perso la vita a causa dei crimini del regime sionista e la maggior parte di loro sono donne e bambini.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Lucinao Lago

4 commenti su “Il segretario delle Nazioni Unite sollecita operazioni umanitarie su larga scala a Gaza

  1. Il “ruolo” delle cosiddette nazioni unite è patetico, squallido, menzognero, devono fingere un coordinamento fra gli stati, per impedire conflitti ed eccidi di popolazione, ma in verità servono soltanto “l’ordine mondiale fondato sulle regole” del tutto arbitrarie dell’impero del male usa-anglo-giudaico …

    L’onu farà la fine che fece la società delle nazioni il 19 aprile del 1946, sostituita proprio dall’onu stesso …

    Piuttosto, Russia, Iran e Cina, con i paesi liberi dovrebbero fondare una propria organizzazione internazionale degli stati che si contrapponga all’onu e la sostituisca progressivamente, devolvendo a questa risorse finanziarie e militari per difendere i paesi membri, il che sarebbe un’alternativa a un vero e proprio trattato di alleanza militare formalizzato fra le Potenze Libere e i paesi liberi.

    Cari saluti

    1. Che il cielo ti ascolti, apro tutti i giorni controinformazione nella speranza di leggere la fine dei bombardamenti a Gaza, in questo momento é la cosa che desidero di più, il popolo Palestinese deve sopravvivere e non estinguersi, a causa di un progetto criminale, dopo millenni di storia dello Stato Palestinese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM