Il rilascio della Silvia Romano, un grande successo mediatico per i terroristi della al-Shabaab

Ci corre l’obbligo di commentare la vicenda della giovane Silvia Romano, sequestrata da un commando della Jihad Islamica e ritornata in libertà grazie all’opera dei servizi italiani che hanno pagato il riscatto e trasferito la ragazza in Italia.
Gli autori del sequestro sono gli jihadisti dell’organizzazione al-Shabaab che opera in Somalia con frequenti incursioni anche in Kenia. Una organizzazione di ideologia wahabita/salafita, ispirata e finanziata dall’Arabia Saudita al fine di estendere l’influenza di questo paese nell’Africa ed ottenere il controllo e la conversione della masse africane al fanatismo salafita, una distorsione estremista della religione islamica sconfessata e condannata dalle fonti ufficiali del modo islamico.
Il riscatto pagato e il clamore mediatico conseguente alla liberazione della ragazza ha reso un enorme favore e una grande pubblicità in tutto il mondo a questi fanatici estremisti jihadisti. Un vero successo per la al-Shabaab che può rivendicare una accresciuta influenza nel paese africano ed un apporto finanziario che consente acquisto di armi, attrezzature per espandere i loro attacchi contro popolazioni civili e distruzione delle comunità pacifiche di quel paese.

Silvia Romano plagiata dagli Jihadisti


Nel caso della disgraziata ragazza, convertitasi anche all’Islam wahabita grazie all’opera dei suoi carcerieri, non si può commentare altro se non stigmatizzare il suo comportamento irresponsabile attuatosi con la complicità della ONG che la ha inviata in Africa, ben sapendo i rischi a cui era esposta. Inutile prendersela con lei, la Silvia, in quanto affetta dalla chiara sindrome di Stoccolma, innamoratasi dei suoi carcerieri. La ONG che ha assoldato la Silvia dovrebbe essere perseguita dalla magistratura in quanto responsabile indirettamente di vari reati.
Al contrario per il governo italiano questa vicenda si concretizza in una caduta di prestigio per un servizio reso ai terroristi della al-Shabaab che hanno ottenuto, oltre ai milioni, una legittimazione politica per aver trattato con il governo italiano, sia pure sottobanco.

Questo espone altri cittadini italiani a possibili sequestri e ad essere considerati prede ambite da parte di tutti i gruppi fanatici che infestano Africa e Medio Oriente.

Terroristi dello al-Shaaab in Somalia


Soltanto la superficialità e l’ignoranza del ministro Di Maio potevano arrivare a concludere un pasticcio di questa portata che renderà l’Italia come paese sempre più inaffidabile per quei paesi che combattono sul serio il terrorismo jihadista, come la Siria, come il Libano, come l’Iraq e come la Russia di Putin. Sono quelli paesi seri che non trattano con i terroristi jihadisti ma che li affrontano con le armi in pugno e li colpiscono nei loro covi, annientandoli prima ancora che possano fare danni.
Ma queste sono cose che Luigino Di Maio non può neanche comprendere nella sua superficialità ed ignoranza della geopolitica.

Da questa vicenda si dimostra quale sia il danno all’immagine dell’Italia che può arrecare una compagine di arruffoni e incompetenti come quella capitanata dal premier Conte al governo del paese.


45 Commenti

  • Fausto
    11 Maggio 2020

    Tra l’altro è bene sapere che i culi flaccidi dei servizi italiani, solo buoni a mollare sonore scorregge non hanno avuto nessun ruolo nella liberazione della cretinetta, in quanto il lavoro sporco lo hanno svolto i cani ottomani, ed è probabile che anche loro siano stati adeguatamente “ricompensati” dal farlocco governo italiano. L’unico rimedio per questo paese del cazzo è quello di essere raso al suolo con tutto il suo contenuto. Amen

  • Lalla
    11 Maggio 2020

    Finalmente un articolo esaustivo sulla questione del rilascio di Silvia.
    Ringrazio questo sito per la serietà con cui tratta ogni argomento di attualità.
    Senza il vostro aiuto non sarei mai riuscita ad avere una benché minima visione su argomenti complessi come la geopolitica.
    Grazie anche al contributo dei commenti di grande spessore intellettuale come quelli di Eugenio Orso ma non solo.
    Grazie

  • adalberto
    11 Maggio 2020

    Che strano rapimento …….. mha?

  • Monk
    11 Maggio 2020

    L’Africa è da incenerire, con gli italiani che vogliono restare. La zoccoletta è un po’ troppo coccolata, ella era d’accordo con quella merdaglia negra

    • atlas
      12 Maggio 2020

      ma non scrivere minkiate, lascia che le scriva io che in Africa ci vado spesso da più di 20 anni. Io non mi convertii a suo tempo all’Islam per la figa, lei poteva anche non convertirsi, manco per il cazzo. Infatti se le piaceva sposarsi un musulmano poteva anche restare cristiana (se era atea o ad es. buddhista no, ma questo lo saprà soltanto lei)

    • atlas
      12 Maggio 2020

      poi … zoccoletta … se mette la minigonna ed è tutta scollata è una zoccolona, se mette abiti lunghi e non aderenti è puttana … mettetevi d’accordo tu e monk, che a volte non sembrate la stessa persona. Sdoppiamento di personalità ? Io penso invece che sia una gran troiona, ma perchè fa parte di una ONG, cioè ci viene in culo a tutti noi (voi)

      • Monk
        12 Maggio 2020

        Atlas, dei tuoi trascorsi in Africa me ne frego e non sono un caso con sdoppiamento di personalità, sai come la penso sui muslim, sunniti o sciiti ma non voglio litigare con chi ama Stelvio Cipriani. l’Africa è da spopolare, lascerei solo fauna e flora, veri doni di Dio. La tipa è una troiana al cubo, usai zoccoletta per non apparire troppo volgare ma se mi provochi divento un demone. Lascia perdere l’afrikazz e pensa alle tue origini cribbio!!!! Ripigliati!

        • atlas
          12 Maggio 2020

          le mie origini sono molto vicine all’Africa. Ci confinano

          • atlas
            12 Maggio 2020

            neanch’io litigherò mai più con te, ormai ti ho capito, ma continuo a scrivere la mia opinione

          • Monk
            13 Maggio 2020

            amoti e fai bene a scrivere la tua opinione

  • Mosin
    11 Maggio 2020

    Fatemi capire: la milanese figlia dei fiori va in Africa ad aiutari i più bisognosi e viene rapita, e fin qui ci siamo… Durante il sequesto non viene maltrattata, picchiata, seviziata o stuprata, anzi, puo leggere e studiare, qui addirittura trova la fede(se va bene a lei..), cambia nome, evidentemente si sposa e da qui la pancia e l’ arrivo di un bambino.
    A fronte di tutto ciò si dudece che il vero rapitore (pagante) sia lo stato italiano che l’ ha strappata dalla sua nuova famiglia. Oppure no?!

    • ouralphe
      12 Maggio 2020

      Solo per Moro lo stato (minuscolo) non trattò…

      • Sandro
        12 Maggio 2020

        Giusto OURALPHE, infatti il caso Moro non venne trattato dallo Stato. Almeno così risulta dai fatti e non dalle notizie stantie e non, propinate.

        • ouralphe
          12 Maggio 2020

          O fu “trattato” nel senso di farlo scannare. Trattamento diverso, diciamo non distruttivo, occorse a Cirillo. Mistero della fede.. o forse no.

          • atlas
            13 Maggio 2020

            nel video cinematografico ‘il camorrista’ del Siciliano Tornatore ci fu un politico democristiano che disse a Raffaele Cutolo: ‘voi siete un uomo di potere; e queste cose le potete capire da solo’

    • ouralphe
      13 Maggio 2020

      A proposito, i 41 bis fuori per covid e ‘O Professo’ di Ottaviano niente, resta in galera. L’ ingiustizia nell’ ingiustizia.

  • eusebio
    12 Maggio 2020

    Dispiace che un governo farlocco senza quasi seguito nel paese che ci sta angariando da settimane abbia finanziato un’organizzazione terroristica con soldi delle tasse degli italiani alla fame magari per sosatituire trasferimenti di fondi da parte di regimi sanguinari che il crollo ormai struttuirale del prezzo del petrolio avvicina ormai alla bancarotta.
    Comunque la Cina che sta ormai prendendo il controllo dell’Africa deve comprendere che se vuole pacificare, stabilizzare e far sviluppare il continente una volta che l’imminente bancarotta avrà travolto l’impero USA e consegnato i suoi satelliti mediorientali nelle mani del blocco sciita dovrà sradicare con la forza l’islam wahabita dal continente nero come ha fatto nel sud-est asiatico.
    La necessità di mandare in bancarotta il regime saudita, azzerando gli acquisti di petrolio, preferendo Russia, Iran, Irak e Venezuela, è un imperativo per la Cina.

  • Mardunolbo
    12 Maggio 2020

    Ricordo che in altri tempi pure i governi passati hanno sempre trattato con terroristi e “riportato” in italia i rapiti. Ogni volta erano milionate di euro erogate all’organizzazione terrorista.
    ogni volta i servizi segreti italiani all’opera secondo la comprovata consuetudine: pagando si ottiene l’informazione e pagando si ottiene il rapito…
    Pessima usanza che si scontra con la legge che a suo tempo fermò definitivamente l’usanza del rapimento/riscatto. Forse pochi ricordano che dopo decine di rapiti, finalmente lo stato preparò una legge che bloccava irrimediabilmente ogni possibilità di trasferire soldi ai rapitori. Venne così eliminata la possibilità indotta dalla disperazione dei famigliari ed i rapitori non poterono fara altro che rilasciare gli ostaggi. Alcune volte gli stessi ostaggi riuscirono a liberarsi da soli.
    Così pure si adottò lo stesso sistema nel caso di Moro perchè conveniva a molti e non si trattò con i rapitori fino alla conseguenza finale.
    Direi che sempre governi in difficoltà di immagine abbiano adottato queste scorciatoie per aumentare la visibilità; ora ugualmente fu fatto con uguali metodiche di erogazione di denaro che,guarda caso, è sempre dei contribuenti , mai della classe politica che si impegna in prima persona…ma quando mai ?
    Ora è stata pure liberata una che ha fatto famiglia laggiù; non capisco perchè non è stata lasciata alla sua nuova famiglia.
    Il risultato è il solito : solita figura di me..a dello stato italiano nel mondo,(non ci si poteva aspettare di meglio, dato il governo) con tutte le ovvie conseguenze ben descritte nell’articolo. Non ci sono altre parole !

  • atlas
    12 Maggio 2020

    se è wahhabismo/salafismo non è Islam Sunnita, piano piano lo si specifica un pò tutti e questo mi fa piacere in quanto io sono Musulmano. Quindi a cosa si sia realmente convertita non lo so (e cmq sono fatti solo suoi), abita a circa 500 metri da casa mia, almeno da dove mi trovo purtroppo io adesso, ma non andrò a chiederglielo. Sinceramente non me ne frega una minchia. Credo sia in attesa di un bambino, lo si vede da come lo ha fatto capire appena scesa dall’aereo per come si toccava la pancia; vorrà dire che, nel caso, il membro negroide oltre alla cultura e civiltà somale le sono piaciute di più di qualche freddo e inebetito cristiano milanese. Il problema non sono solo le maledette ONG, ma anche tutte quelle associazioni wahhabite e salafite che prosperano quì col permesso del regime democratico, quindi anche lì. Ecco perchè non me ne frega una minchia, di certo non pago nulla io, ma la guerra atomica nucleare che non lasci scampo a nessuno la invoco: finalmente si starebbe in pace

  • Teoclimeno
    12 Maggio 2020

    In ogni caso una brutta storia tutta italiana, che solleva più domande delle risposte che da.

  • Blackcrow
    12 Maggio 2020

    Adesso che ha anche i soldi, oltre a marito e figlio in arrivo, può tranquillamente trasferirsi in quel bellissimo luogo civilizzato a nome di Somalia e restarci vita natural durante. Non mancherà a nessuno,
    Se si porta via anche la merda al governo per arruolarli tutti come operai di cantieri stradali è ancora meglio.

  • Sandro
    12 Maggio 2020

    Se mancava una prova provata che le credenze fondate nell’etere possono svanire/svampare in esso al primo cambiar della PRESSIONE atmosferica, la storiella di questa sbandatella ne è la regina. Quello che la chiesa cattolica non è riuscita a fare in 25 anni – età della creduta credente cattolica – sono riusciti i sedicenti mussulmani in soli pochi mesi. Aggiungo, però, che c’è ancora molto da capire sulla questione.

    • atlas
      12 Maggio 2020

      ma sì, tipica emotività femminile. Debolezza. Una milanese materialista, molto giovane, abituata, cresciuta, strutturata in e in una realtà spersonalizzante e industriale che si ritrova per mesi costretta in ambito spirituale rurale con soli uomini cmq religiosi e protettivamente patriarcali; normale che l’equilibrio ormonale/psicologico le salti

      piuttosto la cretinata del secolo è stato un’altro milanese, Salvini a pronunciarla: “in Kenya l’Islam è illegale”. Nelle Due Sicilie certo non lo diventerà mai, ma mi auguro anche per l’italia, che non faccia mai il ministro degli esteri

      • Sandro
        12 Maggio 2020

        “tipica emotività femminile. Debolezza.” Hai centrato il bersaglio ATLAS. Lo studio della mente umana è ancora agli albori ma sufficiente per riservare quel trattamento adeguato agli interessi di taluni mentecatti.
        Non per nulla è stata usata la femmina dell’uomo e NON il maschio per disarticolare quella società che diversamente avrebbe reso il dovuto a quei poveracci di cui sopra.

        Anni fa, mi infiltrai in una setta ben conosciuta ritenuta tale da me, da subito, ed in seguito da personaggi di rilievo tra cui Cecilia Gatto Trocchi, per studiarne i sistemi di “ingaggio”, ma anche e soprattutto per aver conferma di ciò che pensavo della psiche della donna (comune).
        Bene, a risultati ottenuti, ne uscii soddisfatto del tempo “perso” con sommo stupore delle adepte. Ho usato il femminile – adepte – in quanto, come previdi, all’incirca il 70% erano donne che, letteralmente, cadevano dalle labbra del guru di turno, mentre gli uomini apparivano solo accompagnatori. Guru, non tanto, però, in quanto approvato da una religione conclamata.

        • atlas
          12 Maggio 2020

          quando avevo a disposizione armi, per il mio lavoro, ero un’ottimo tiratore

          purtroppo centrarono il bersaglio anche i massoni: la morte per eliminazione, come quella di poco precedente del suo figlio, di Cecilia Gatto Trocchi, a me che sono molto sensibile, mi ha sempre lasciato addolorato

        • ouralphe
          12 Maggio 2020

          Fenomeno, quello della” tonna motenna” con la testa infrascata da una marea di minchuate volte a negarne la femminilità, mirabilmente esemplificato nel film “Travolti da un insolito destino…etc” di Lino Wertummller, con Giannini/ Signor Carunchio e Melato/B.ottana industriale. Un po’ di fame e quattro sberle ben assestate e la Natura risolve subito subito i guasti della cosiddetta “civiltà”.

          • atlas
            13 Maggio 2020

            io, Musulmano Siciliano, non sto con donne per picchiarle, ma per farci altro. Oggi poi, è tutto molto semplice; se non mi ubbidisce ci sono solo 4 lettere a mettere fine al disguido: ‘ c i a o ‘

          • ouralphe
            13 Maggio 2020

            E chi le tocca? Che poi vanno dall’ avvocato per farsi pagare per buone. Per fondare e tirare su una Famiglia e dei Figli serve gente seria e affidabile, non le farfalline in giro al giorno d’ oggi. Con le debite eccezioni, perchè ci sono Donne di fronte alle quali bisogna togliersi il cappello. Ma la stragrande maggioranza sono sciacquine, come le ha definite ultimamente Silvana De Mari.

        • ouralphe
          12 Maggio 2020

          La donna è sempre stata la più sensibile al marketing, fin dai tempi di Adamo ed Eva. Questa affermazione è facilmente riscontrabile andando in bagno e osservando quanti oggetti ci sono sullo scaffale del maschio e quanti in quello della femmina.

        • Blackcrow
          13 Maggio 2020

          La mente umana andrebbe studiata a fondo per capire come mai l’essere umano abbia il bisogno di aggregarsi ad altra gente nelle pratiche di una religione.
          Anche i vari Gesù Maometto Buddha eccetera sono dei guru seguiti ancora da miliardi di persone in totale.
          Le religioni vanno studiate come fenomeno mentale e sociale, non seguite pedissequamente.
          Debolezza delle donne? Perché gli uomini che pregano e credono a religioni create appositamente per castrare l’essere umano in ogni sua forma si credono meno deboli? Certo, continuate a coltivare l’illusione.

          La verità è che a parte pochissimi al mondo nessuno è capace di coltivarsi una sua spiritualità senza paragonare se stesso a ciò che gli altri fanno e dicono. I luoghi di culto esistono affinché ogni individuo si senta autorizzato da altri, ovvero degli estranei, a comportarsi secondo regole che a me personalmente non interessano e ognuno può farsi imprigionare da cio e chi vuole, purché non venga a casa mia a dettar legge su come devo vivere, altrimenti mi incazzo forte.

          In tutti i blog che leggo, incluso questo, tutti decisissimi a non farsi vaccinare e imporre il nuovo ordine mondiale. Peccato solo pochi sparito pensanti abbiano capito che esco esiste già da millenni attraverso appunto le religioni. Ne vogliono creare una sola, luciferina, che non ha nulla di diverso da quelle già esistenti, le basi sono sempre le stesse, vi piaccia o no.

          La D.ssa Gatto Trocchi la conobbi negli anni 90 essendo lei docente in un ateneo del centro Italia, dove tenne anche delle conferenze sui suoi studi.
          Le dissi che studiavo esoterismo e che non aveva compreso affatto la pericolosità di certa gente, perché se lei non credeva a determinate entità e tecniche per ammazzare da lontano la gente, beh quelli ci credono, e la differenza è solo quella, crederci. Sorrise dicendo che erano tutte favole per intortare la gente.
          Le risposi che anche essere atei razionalisti significa essere programmati, e che bene sarebbe coltivare una mente aperta, sempre.
          Mi regalò un paio di suoi libri autografati, che onestamente non ho letto fino alla fine, avevo capito che sarebbe finita male.

          Peccato non abbia ascoltato me e chi cercava di consigliarla per il meglio.

  • kaius
    12 Maggio 2020

    Per me i casi sono 2:
    O i musulmani hann0 fatto quello che dovevano fare i cristiani,ovvero rimetterle in moto il cervello a furia di bastonate.
    O questa non e’ altro che la classica propaganda anti cristiana che tanto va di moda in questo occidente del cazzo.Musulmani virili,protettivi,patriarcali,cristiani deboli,inetti,fessi,senza palle e spina dorsale,insomma ominuncoli inetti.

    • Teoclimeno
      12 Maggio 2020

      Egregio Signor KAIUS, aggiungerei una terza possibilità: “Sindrome di Stoccolma”. Molti cordiali saluti. TEOCLIMENO

    • atlas
      12 Maggio 2020

      kaius, nelle Due Sicilie il patriarcato esisterà sempre anche in ambito cristiano. Così come la virilità concettualmente greco-romana. Questione di razza Mediterranea

      • kaius
        12 Maggio 2020

        Atlas purtroppo non penso che sara’ cosi’,il patriarcato in occidente sta morendo,anche tra i musulmani che si beccano in giro per l europa.
        Non so dire il perche’ ma a quanto pare basta una scatola elettrica piena di stronzate per rincitrullire la gente.
        E’ proprio l occidente ad essere malato,stessa cosa le Due Sicilie,basta vedere i giovani d oggi,una scempio.

        • atlas
          12 Maggio 2020

          non sta morendo niente

          hanno solo fatto leggi e regole repressive della cultura e spiritualità Mediterranea, di conseguenza, per non essere rinchiusi si simula: la prima cosa è che in molti non si sposano più, quindi c’è una sorta di comodato d’uso, magari reciproco, ma sempre meno Uomini ‘comprano’ quello che poi, per regole anglo/femministe, non può essere di sua reale proprietà. E i bambini si continua a farli, li si registra all’anagrafe e basta, quindi la Famiglia va avanti lo stesso. Persino in Tunisia e Marocco sta succedendo così, Matrimonio di Famiglia e basta, senza vincoli contrattuali davanti a governi antireligiosi. E sono proprio le donne, che sono in maggioranza, a lamentarsi. Infatti sono ancora e rischiano per sempre, di stare a carico del padre, autonomia finanziaria non ce l’hanno, o almeno non tutte … e nessuno se le vuole più caricare sulle s palle a vita. A Napoli nessuno è fesso

          • kaius
            12 Maggio 2020

            Ma sul matrimonio come atto puramente spirituale sono pienamente d accordo,perche’ il matrimonio quello e’,non di certo un pezzo di carta straccio.
            Ma a Napoli se dici queste cose vicino a un ventenne,quest ultimo ti dira’ che il femminismo e’ bello e’ che qualsiasi pensiero normale,pardon,”maschilista” e’ roba da fessi
            Provare per credere

          • atlas
            13 Maggio 2020

            per questo, prima del Messia, aspetto che torni il nostro RE: per liberarci da tutto questo liberalismo ‘occidentale’; che non appartiene ai Napolitani e ai Siciliani, Popoli Europei e Mediterranei

            non gli è MAI appartenuto. Abbiamo solo perso una battaglia. Per la corruzione di chi si fece corrompere, ma vedo nei giovani della incorruttibilità, basta saperla orientare nel giusto verso, il nostro bellissimo mare

  • Hannibal7
    12 Maggio 2020

    A me la cosa che fa incazzare è che queste ONG,ossia, organizzazioni NON governative, fanno praticamente il cazzo che vogliono…sguinzagliano i loro cooperanti in giro,anche in posti pericolosi e poi quando succede un casino il governo deve sganciare i soldi…
    Non entro nel merito più a fondo perché NON SONO BEN INFORMATO, sulla vicenda ma…..i signori Conte e Di Maio lo sanno che a tanti italiani non sono ancora arrivati i soldi della cassa integrazione???
    E poi,la ragazza…ma fare volontariato in Italia le pareva brutto???
    Mah….

    • Teoclimeno
      12 Maggio 2020

      Egregio Signor HANNIBAL7, le ONG, a dispetto del nome sono molto governative. Sono dei cavalli di Troia. Il sionista Soros con la sua Open Society Foundations insegna. Molti cordiali saluti. TEOCLIMENO

      • Blackcrow
        12 Maggio 2020

        Beh, se sono dei cavalli di Troia ci sarà un motivo. Nomen omen.

        Pare che già da settembre 2019 si sapesse attraverso i servizi italiani che la tipa fosse sposata e convertita. E secondo me ha pure lasciato un figlio laggiù. In 18 mesi se ne fanno tranquillamente due uno dietro l’altro, magari ha appena partorito il secondo, il che spiega la pancia.

        Comunque sia questa storia mi dà il voltastomaco, perché lei nega l’evidenza e questo la dice lunga sul livello di controllo mentale e religioso cui è sottoposta.

        Ma se ne torni in Africa per sempre.

      • ouralphe
        12 Maggio 2020

        Putin infatti le ha sbattute fuori le ong e quelle che sono rimaste le ha fatte registrare come agenti stranieri. Ma quelli sono Paesi ancora civili.

    • ouralphe
      12 Maggio 2020

      La regola dovrebbe essere che in caso di rapimento del volontario paga la ong per cui lavora.

      • atlas
        13 Maggio 2020

        certamente. Se non fosse che il regime democratico ci fa affari con le ONG. E’ tutta una ONG. Le ‘mafie’ sono ONG, le brigate ‘rosse’ e nere erano organizzazioni non governative. La massoneria invece E’ governativa: e controlla tutte le altre

        per mettere a posto il tutto si deve salvare il poco di buono che c’è, magari su un’altro pianeta, azzerare completamente con una guerra nucleare e poi riavviare

        dopo può darsi tutto funzioni al meglio, come un PC

    • atlas
      13 Maggio 2020

      hannibal…anche a me piacciono le donne nere. Di italiane e duo siciliane non ho più notizie dalla mia prima moglie. Era il 1990

      si vede che anche a lei at-tira l’esotico

  • Hannibal7
    13 Maggio 2020

    Amico ATLAS
    A me le nere no….
    Sono divorziato da 11 anni
    Ma ora vivo da 4 anni e mezzo con una bella salentina dagli occhi verde mare….

Inserisci un Commento

*

code