Il ricatto di Washington alla Germania per il gasdotto Nord Stream 2

LE SANZIONI PER IL NORD STREAM 2 DELLA RUSSIA “TRASFORMEREBBERO LA POLITICA ENERGETICA DELL’UNIONE EUROPEA IN UN GIOCATTOLO NELLE MANI DEGLI STATI UNITI” .UOMO D’AFFARI TEDESCO
La scorsa settimana, il Comitato per le relazioni estere del Senato USA ha approvato la nuova legge sulla “Legge europea sulla protezione della sicurezza energetica” che, se approvata, penalizzerebbe le società coinvolte nel Nord Stream 2, un importante opera di infrastruttura energetica progettata per facilitare la consegna di fino a 55 miliardi di metri cubi di gas all’anno dall’Europa occidentale dalla Russia.

Le sanzioni statunitensi su Nord Stream 2 equivarrebbero a intollerabili interferenze nella politica energetica europea, ha affermato, Wolfgang Buechele, un veterano del potere esecutivo tedesco e presidente del Comitato per le relazioni economiche dell’Europa orientale.

«Le ultime proposte di sanzioni statunitensi avrebbero danneggiato principalmente le aziende dei paesi amici degli Stati Uniti, come Germania, Francia, Italia, Paesi Bassi, Austria e Svizzera, e trasformerebbero la politica energetica europea in un giocattolo per gli Stati Uniti “, ha dichiarato Buechele, in dichiarazioni rilasciate all’Agenzia di stampa tedesca.

Secondo l’imprenditore, se promulgate, le sanzioni porterebbero a una “inevitabile spaccatura” tra Europa e Stati Uniti e causerebbero un grave danno economico ad entrambe le parti. Buechele ha affermato di aspettarsi che le voci della ragione prevalgano negli Stati Uniti che hanno decretato le sanzioni.

A seguito dell’approvazione delle sanzioni da parte della commissione per le relazioni con l’estero della scorsa settimana, il disegno di legge verrà ora posto in votazione al Senato e poi alla Camera dei rappresentanti. Se approvato, arriverà sulla scrivania del presidente Trump per la sua firma.

“I problemi energetici dell’Europa sono di competenza degli europei”, ha affermato Buechele. “In Europa, dobbiamo mantenere aperte tutte le opzioni, dalla nuova capacità di gasdotti come Nord Stream 2, al transito di gas attraverso l’Ucraina e alla possibilità di importare GNL, per risolvere i problemi che dobbiamo affrontare a causa dei cambiamenti climatici e I piani della Germania di eliminare gradualmente il carbone e l’energia nucleare «.

Secondo l’uomo d’affari, la mediazione tedesca ha contribuito a garantire un nuovo ciclo di negoziati tra UE, Russia e Ucraina su un nuovo accordo per preservare il transito del gas russo attraverso l’Ucraina e verso l’Europa, con questo transito che iniettava miliardi di dollari nel bilancio dell’Ucraina. “Se gli Stati Uniti imporranno nuove sanzioni, questo complichera’ notevolmente i negoziati in corso”, ha avvertito Buechele.

La Casa Bianca ha ripetutamente indicato che stava considerando l’introduzione di sanzioni contro Nord Stream 2, una joint venture tra Gazprom della Russia e cinque giganti europei dell’energia, tra cui OMV dall’Austria, Uniper e Wintershall dalla Germania, Engie dalla Francia e il gigante energetico Anglo – Dutch Royal Dutch Shell. A giugno, il presidente Trump ha affermato che le sanzioni erano qualcosa a cui “pensava”, lamentandosi del fatto che gli Stati Uniti stessero spendendo miliardi di dollari per “proteggere” la Germania, mentre Berlino acquistava miliardi di dollari in Gas russo

Nord stream mappa

Visto che gli Stati Uniti hanno acquisito un’importante potenza energetica negli ultimi anni, Washington ha cercato di aumentare le proprie esportazioni di GNL. Il mese scorso, la Commissione europea ha riferito che le importazioni di GNL dagli Stati Uniti Europa erano aumentate quasi di cinque volte da luglio 2018, con quasi un terzo delle esportazioni totali di GNL. ora destinate all’Europa. L’aumento delle esportazioni avviene nonostante i calcoli degli economisti che il GNL americano è significativamente più costoso del gasdotto russo e persino più costoso del GNL del Qatar e di alcuni paesi africani a causa dei maggiori costi di estrazione del gas e delle distanze di trasporto.

La Russia ha ripetutamente sottolineato gli sforzi degli Stati Uniti per far deragliare Nord Stream 2. All’inizio di quest’anno, il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che le azioni statunitensi in questa direzione erano “tentativi di concorrenza sleale sotto vari pretesti politici”, dal momento che Washington sapeva che l’energia russa poteva nettamente competere con le forniture statunitensi.

Una volta completato entro la fine dell’anno, Nord Stream 2 creerà la capacità di fornire ulteriori 55 miliardi di metri cubi di gas russo all’Europa occidentale attraverso il Mar Baltico, evitando le tradizionali rotte di transito nell’Europa orientale, che si sono rivelate problematiche negli anni 2000 e all’inizio del 2010 dal punto di vista della sicurezza energetica. Nord Stream 2 raddoppierà la capacità esistente di 55 miliardi di metri cubi all’anno del gasdotto Nord Stream, aperto alla fine del 2011.

Questo crea irritazione negli USA che stanno tentando con tutti i mezzi di isolare la Russia dalla Germania e dall’Europa.

Fonte: Sputnik News

1 commento

  • Maurizio Destro Benini
    10 Agosto 2019

    La Germania , nonostante la Merkel , non si farà imporre diktat dagli USA . Le dinamiche economiche sono più forti di quelle politiche quindi la Germania seguendo queste dinamiche si allontanerà dagli USA per andare verso Est.
    Noi no , noi non siamo in grado di farlo e resteremo schiavi di oltreatlantico.

Inserisci un Commento

*

code