Il regime di Biden esige che gli houthi yemeniti smettano di difendere la nazione dall’aggressione USA / saudita

di Stephen Lendman (*)
Lo Yemen è la guerra di Washington, lanciata alla fine di ottobre 2001, subito dopo l’aggressione Bush / Cheney contro l’Afghanistan non belligerante.

Entrambe le guerre continuano all’infinito. Gli Stati Uniti e i sauditi sono colpevoli di orrendi crimini di guerra e contro l’umanità: gli yemeniti da lunga data sono le loro vittime.

Terrorizzato dall’aggressione statunitense / saudita, dalla violenza correlata, dalle malattie non curate, dalla carestia e dalla privazione generale, un precedente rapporto dell’UNICEF diceva che almeno un bambino yemenita sotto i cinque anni muore ogni 10 minuti di fame.

Annualmente si tratta di 52.560 morti, oltre a un numero infinito di bambini più grandi e adulti che sono morti a causa di quasi due decenni di interminabile aggressione orchestrata dagli Stati Uniti.
Una crisi umanitaria senza precedenti colpisce milioni di yemeniti senza la fine di quello che sta succedendo in prospettiva.

Il mese scorso, l’UNICEF ha dichiarato quanto segue:
“Lo Yemen è la più grande crisi umanitaria al mondo, con oltre 24 milioni di persone – circa l’80% della popolazione – che necessitano di assistenza umanitaria, tra cui oltre 12 milioni di bambini”.
Per loro, la guerra infinita e le sue ricadute sono “un inferno vivente”.
“Continuano ad essere uccisi e mutilati” in gran numero.
Non hanno accesso all’istruzione, poca o nessuna assistenza sanitaria.

Fame nello Yemen

L’UNICEF stima che l’insicurezza alimentare causerà “malnutrizione acuta” per circa 2,3 milioni di bambini yemeniti – sotto i cinque anni – nel solo 2021.
I suoi rappresentanti sono nel paese aiutando nel miglior modo possibile.
Centinaia di migliaia, forse milioni, di yemeniti sono morti dall’ottobre 2001 – centinaia di migliaia di sfollati.
Milioni di yemeniti, soprattutto bambini e adolescenti, sono stati derubati del loro futuro.
Milioni di persone nel paese lottano ogni giorno per sopravvivere.

Secondo OCHA, dei 29 milioni di persone del Paese, “più di 20 milioni soffrono di insicurezza alimentare, mentre l’incredibile cifra di 7,4 milioni di persone non sa da dove proviene il prossimo pasto e rischia la carestia”.
In gran parte del paese, i servizi pubblici non esistono più.
Più della metà della popolazione ha scarso o nessun accesso all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari.
Quasi 20 milioni di yemeniti hanno scarso o nessun accesso all’assistenza sanitaria.

Fame e disperazione nello Yemen

Lo Yemen è il ground zero per il peggiore dei crimini di guerra statunitensi e contro l’umanità.
Quanto è accaduto all’infinito nello Yemen è stato praticamente ignorato dai media dell’establishment.
Washington ha la piena responsabilità di lanciare l’aggressione quasi due decenni fa.
I regimi saudita e dei paesi della NATO condividono la colpa.
Se i regimi statunitensi da Bush / Cheney a Obama / Biden a Trump a Biden / Harris decidessero che è abbastanza, la guerra finirebbe in pochi giorni o settimane al massimo.

Il conflitto continua all’infinito a causa del rigetto degli Stati Uniti per la risoluzione di tale disastro.

Eppure lunedì, il portavoce dell’interventista Blinken Price ha invitato con arroganza gli Houthi che combattono la libertà del loro paese a perseguire la pace, aggiungendo:
Devono “dimostrare la loro volontà di impegnarsi in un processo politico (sic)”.
“Devono semplicemente smettere di attaccare e iniziare a negoziare (sic).”
“Solo allora saremo in grado di fare progressi verso la soluzione politica che stiamo cercando (sic)”.

Bambini dello Yemen feriti da un bombardamento


Incolpare gli altri per i propri alti crimini è una politica statunitense di vecchia data, uno dei tanti esempi della loro arroganza imperiale.
Gli houthi rivogliono il loro paese libero dalle aggressioni esterne. Così fanno milioni di yemeniti.
Vogliono la fine dell’aggressione degli Stati Uniti, anche da parte dei loro delegati sauditi.

Quando gli yemeniti saranno finalmente liberi dal flagello degli Stati Uniti, dalla NATO, dall’aggressione saudita, la pace e la stabilità sostituiranno per sempre la guerra.

Fino ad allora, la guerra senza fine continua.
I bambini yemeniti sotto i cinque anni continuano a morire ogni 10 minuti.
Gli yemeniti di tutte le età stanno morendo in gran numero.
La sofferenza umana tormenta innumerevoli milioni.
Come in tutti i suoi teatri di guerra, la responsabilità per i peggiori crimini degli Stati Uniti non è in vista da nessuna parte.

*Stephen Lendman è uno scrittore e analista statunitense.
Ultimi libri di Stephen Lendman
“How Wall Street Fleeces America: Privatized Banking, Government Collusion, and Class War”

Fonte: Stephen Lendman.org

Traduzione: Luciano Lago

5 Commenti
  • sublime
    Inserito alle 19:38h, 10 Marzo Rispondi

    Bergogliuccio se ci sei batti un colpo!?!?!?

  • giorgio
    Inserito alle 08:01h, 11 Marzo Rispondi

    E qualcuno blatera di genocidi Staliniani e Hitleriani ……. venduti e servi degli anglo sionisti ……

  • keki
    Inserito alle 15:05h, 11 Marzo Rispondi

    E per l’ UE il problema è l’arresto di Navalny!

    • Laura
      Inserito alle 17:20h, 11 Marzo Rispondi

      Bravo Giorgio, hai detto bene

  • Laura
    Inserito alle 17:21h, 11 Marzo Rispondi

    Bravo Giorgio, hai detto bene

Inserisci un Commento