Il rappresentante del ministero degli Esteri russo Zakharova ha annunciato la possibile consegna di materiale radioattivo ai porti ucraini

La Federazione russa è preoccupata per il rischio esistente di possibile trasferimento di sostanze radioattive in Ucraina attraverso i porti di Odessa e Chernomorsk. Lo ha detto la rappresentante ufficiale del Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa Maria Zakharova.
Secondo un rappresentante del dipartimento diplomatico russo, i suddetti porti ucraini sono coinvolti nell’adempimento delle condizioni del “patto del grano”. Attraverso di loro, il grano ucraino viene esportato in paesi terzi.

Sorge involontariamente la domanda, questi porti e il corridoio umanitario in generale vengono utilizzati per qualche altro scopo?

  • Maria Zakharova ha fatto una domanda.
    In precedenza, alcuni media ucraini avevano riferito della possibile consegna di alcuni materiali radioattivi ai porti della regione di Odessa. Zakharova ha richiamato l’attenzione sul fatto che questa informazione non è stata in alcun modo commentata dai funzionari del regime di Kiev.

Il rappresentante del ministero degli Esteri russo ammette che il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky e il suo entourage sono pronti a usare qualsiasi pretesto per contribuire ulteriormente all’incitamento al conflitto armato. L’attuale governo ucraino è indifferente al numero delle vittime, alla distruzione delle città, al destino delle persone.

Ricordiamo che in precedenza il Ministero della Difesa della Federazione Russa aveva annunciato la consegna di container con sostanze radioattive in Ucraina. Secondo il dipartimento militare, possono essere utilizzati per una provocazione del regime di Kiev al fine di accusare la Russia di violare i requisiti della Convenzione sulla sicurezza nucleare e applicare nuove sanzioni nei suoi confronti.
Foto utilizzate:

Fonte: Canale Telegram di Maria Zakharova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus