Il quotidiano iraniano pubblica la mappa degli obiettivi israeliani: “Solo un passo falso! “


Il quotidiano iraniano Teheran Times ha pubblicato un articolo questo mercoledì 15 dicembre, rivelando una mappa di dozzine di obiettivi israeliani stabiliti dalla Repubblica islamica.

In un pezzo d’opinione in prima pagina intitolato “Solo un passo falso!” La mappa mostrava dozzine di indicatori di obiettivi sparsi in tutta l’entità sionista.

L’articolo afferma “che un’intensificazione delle minacce militari israeliane contro l’Iran sembra suggerire che il regime sionista abbia dimenticato che l’Iran è più che in grado di colpire gli israeliani ovunque”.

Ha continuato citando i resoconti dei media ebraici su una visita la scorsa settimana del ministro della Guerra israeliano Benny Gantz e del leader del Mossad David Barnea a Washington, dove avrebbero espresso la loro volontà di bombardare l’Iran fissando una data così adatta per loro.

Il giornale ha anche notato che le forze di occupazione israeliane hanno annunciato all’inizio di questo mese che avrebbero condotto un’importante esercitazione aerea in primavera per simulare un attacco agli impianti nucleari iraniani.

Il quotidiano cita le parole del capo di stato maggiore delle forze armate iraniane, il generale Mohammad Baqeri, secondo cui “l’Iran non prende mai alla leggera le minacce dei suoi nemici”.

“Nonostante la nostra fiducia nella nostra deterrenza, le nostre forze sono preparate per la più piccola minaccia nel dominio strategico”, ha affermato.

E per concludere ricordando una minaccia del Leader Supremo della Rivoluzione Islamica, l’Ayatollah Sayed Ali Khamenei, risalente al 2013: “L’Iran distruggerà Tel Aviv e Haifa se il regime israeliano commette un errore ed effettua un attacco militare contro di noi”. ”.

L’articolo iraniano ha fatto notizia sui media israeliani, con i giornali sionisti che lo hanno visto come un chiaro messaggio al regime di occupazione.

L’articolo e la mappa rappresentano “un promemoria che le forze iraniane possono probabilmente colpire ovunque vogliano”, ha scritto The Times of Israel.

Fonte: French Al Manar

Traduzione: Fadi Haddad

4 Commenti
  • Giorgio
    Inserito alle 08:29h, 16 Dicembre Rispondi

    Stuzzicante vedere un quotidiano di Teheran pubblicare la mappa degli obiettivi sionisti da colpire …….
    E’ come avere fame e sentire profumo di cibo …… fa venire l’acquolina in bocca ……

  • Giorgio
    Inserito alle 08:33h, 16 Dicembre Rispondi

    Quella mappa fa venire l’acquolina in bocca ……

  • atlas
    Inserito alle 11:24h, 16 Dicembre Rispondi

    intanto ecco quà (per la redazione). Quando scrivevo di fratellanza salafita, hamas compresa (dell’omofilo ‘cristiano’ Patrick Zaki, pure https://www.vietatoparlare.it/64-milioni-di-euro-di-contributi-europei-ad-associazioni-legate-ai-fratelli-musulmani/

  • eusebio
    Inserito alle 19:03h, 16 Dicembre Rispondi

    Intanto nello Yemen continua l’avanzata delle forze del legittimo governo di Sanaa su Marib, le milizie Houtthi hanno completato l’occupazione della cresta montuosa a sud della città, portano i primi attacchi alle sue periferie e hanno abbattuto un’altro scalcagnato drone ScanEagle di fabbricazione americana.
    Nelle ore precedenti gli Houthi avevano portato un attacco missilistico multiplo contro gli aeroporti sauditi vicini alla frontiera, in risposta alle decine di missioni aeree di bombardamento sullo Yemen.
    I sauditi mancano cronicamente di forze decenti di terra e riescono a frenare l’avanzata yemenita solo svuotando i loro depositi di bombe, ma se Marib cade le forze yemenite potranno finalmente entrare in territorio saudita, visto che da lì a Ryadh c’è solo deserto.

Inserisci un Commento