"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Il prof Sinagra scrive di nuovo alla Boldrini: “Non si rende conto di quanto è rifiutata dagli italiani”

Gentile Signora Boldrini,

ho esitato molto a scrivere queste poche righe perché non vorrei che qualcuno pensasse che io le attribuisca una ingiustificata importanza. Lei per me, come per tantissimi altri, non ha alcun rilievo né politico e meno ancora culturale.
Tuttavia, sono costretto a scriverle. Leggo infatti che lei ha deciso di ricandidarsi come Deputato. Le dico subito che la notizia non è devastante ma è semplicemente comica. Francamente non le riconoscevo alcun senso dell’ironia. Mi sbagliavo.

La sua disponibilità non è stata raccolta da nessun Partito. È caduta in un generale e gelido silenzio. Forse lei pensa di creare un suo Partito? La cosa si farebbe ancor più interessante perché darebbe la possibilità di verificare quanti consensi lei riscuoterebbe. Forse i suoi familiari stretti, ma poi chi altri?
Lei ha motivato tale sua spericolata decisione dichiarando che deve finire il lavoro, ma quale non si capisce. E che è disponibile a dare ancora il suo contributo. Anche questo non gliel’ha chiesto nessuno.
Dalle mie parti direbbero che lei “se la canta e se la suona” da sola.

Forse il lavoro da terminare è quello di ottenere la demolizione di tutte le opere pubbliche e private realizzate dal Fascismo? Ovvero di assicurarsi, per la gioia del suo Collega Fiano, che nessuno più abbia portachiavi con l’effige del Duce? Oppure di assicurare l’arrivo in Italia di molte altre centinaia di migliaia di africani affinché molti di essi possano continuare a sopravvivere in condizioni di nulla facenti?

Oppure, il lavoro da terminare è l’approvazione della acquisizione della cittadinanza italiana in forza dello ius soli? Con il risultato di attrarre in misura crescente ulteriore immigrazine irregolare specialmente di donne incinte che poi non mancherebbero di rivendicare il diritto di ricongiungimento familiare facendo venire in Italia padre, madre, sorelle e fratelli.

Forse il suo lavoro è la “cinesizzazione” del mercato del lavoro in Italia con drastica riduzione dei salari anche dei cittadini italiani, riduzione delle pensioni (quelle degli altri) e completamento dello smantellamento dello Stato sociale che fu l’opera più grandiosa del Fascismo.

Lei è disponibile a dare ancora il suo contributo! Che generosità! Ma quale contributo? Quello di dividere ancor più gli animi degli italiani devastandone la coscienza politica, storica e morale?
Recentemente lei, in visita in Nigeria, ha dichiarato che avrebbe voluto vivere in quel Paese. Ecco, questa è una buona idea e sarebbe una saggia decisione.

Lei non si rende conto di quanto è rifiutata dagli italiani, accecata com’è dalla sua autoreferenzialità.
Un suggerimento, però, glielo voglio dare. Lei ha lavorato molti anni all’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati. Ritorni a quel lavoro e magari si faccia destinare in Libia (non è la Nigeria, ma occorre un po’ di spirito di adattamento) e così potrà verificare di persona i rapporti tra gli scafisti e le ONG. E potrà constatare che non si tratta di rifugiati ma di una squallida tratta di esseri umani. Ma perché parlo? Lei queste cose le sa già molto bene.

In ogni caso, quel che le consiglio sommamente è di farsi dimenticare e di rifugiarsi in quell’opaco anonimato che maggiormente le si addice.

Professor Augusto Sinagra (*)

* Professore ordinario di diritto delle Comunità europee presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.
Avvocato patrocinante davanti alle Magistrature Superiori, in ITALIA
ed alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, a STRASBURGO.

Vedi: Lettera aperta alla signora Boldrini del prof. Sinagra

*

code

  1. gino 4 mesi fa

    il suo lavoro da terminare?
    – reintroduzione del plasmodio della malaria nell’agro pontino, ingiustamente diskriminato da benito
    – coattiva infezione malarica a tutti i bambini delle scuole (tipo gender, st’iniziativa si chiamerà “plasmodier”) affinchè lo provino e non lo diskriminino una volta cresciuti
    – campi di concentramento e rieducazione per i pochi eterosessuali rimasti
    – 3/4 del pil nazionale devono essere spesi per permettere agli handicappati e agli schizofrenici di scalare l’everest e andare su marte, che è una terribile diskriminazione che non possano esercitare tale irrinunciabile diritto naturale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giorgio 4 mesi fa

    Il prof. Sinagra non ha annoverato tra gli elettori della Boldrini Beppe Grillo, sono certo che senza l’aiuto del COMICO genovese la Nostra starebbe pulendo il culo ai debosciati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. nessuno 4 mesi fa

    La colpa se dobbiamo sopportare una donna simile non è sua,
    lei è fatta così, poverina, irrecuperabile, completamente fusa.
    La colpa della sua nociva presenza in Parlamento è degli
    “decerebrati” che per i soliti giochini di potere le hanno offerto
    la Presidenza del Parlamento, sono loro i creatori del “mostro”
    sono loro i veri responsabili del disfacimento e delle politiche
    disgraziate portate avanti da questa umana decisamente fuori
    posto ed epoca, ben vengano le elezioni e sicuramente sarà
    messa da parte, io le suggerirei di chiudersi in un Monastero
    e domandare perdono al Signore per tutti il male che ha fatto
    al popolo Italiano, e le cazzate che ha sparato e che continua a
    a sparare…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. annibale55 4 mesi fa

      Secondo me ce la ritroviamo anche alla prossima legislatura. Una così è troppo abile a catturare l’ attenzione con concetti demenziali-isterici…ma nel frattempo i poteri forti fanno i loro comodi in silenzio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Werner 4 mesi fa

    Non si rende conto che ormai è rifiutata dagli italiani per una ragione molto semplice: non gliene fotte nulla. Quella ha il posto assicurato perché dietro a sé ha i poteri forti internazionali globalisti, per cui rende conto a questi ultimi, non ai cittadini che neppure l’hanno votata. Per cui, riepiloghiamo, cosa gliene importa alla “presidenta” della Camera del fatto che gli italiani sono stufi di lei e dei suoi discorsi continui e molesti sull’immigrazione e la società multiculturale? Na beata min***ia direbbe Cetto Laqualunque.

    E per quanto riguarda la sua candidatura a deputato per la prossima legislatura, se non verranno reintrodotte le preferenze, verrà eletta sicuramente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Jane doe 4 mesi fa

      Approvo l’ultimo concetto di Werner. Non c’è altro da dire…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. animaligebbia 4 mesi fa

        La baldracchi e tutti quelli della sua genia dovrebbero fare una passeggiata senza scorta;capirebbero bene quanto sono amati.5z8

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. annibale55 4 mesi fa

    La cosa più ridicola che mi è capitato di sentire è stata un giornalista tg2 esprimersi con CANTANTESSA….dico, 5.000.000 di italiani che non sanno cosa mangiare e la presidente della camera si preoccupa del suffisso essa!?…lasciate perdere la Boldrini per piacere (ha i soliti problemi della sua età…) se no questa ce la ritroviamo anche alla prossima legislatura con il partitino del 3%! IGNORATELA!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Tania 4 mesi fa

    L’Italia è quel luogo dove speri di avere un posto statale se sei povero, un posto statale se sei laureato, e il “Posto” che fa di te uno ormai fuori dall’Italia. Fare il parlamentare significa uscire dall’Italia, dai problemi, ed entrare in un altro regno, anzi, proprio entri nel Regno.
    Dentro i palazzi del potere la nostra Italia è lontanissima, per questi tutto avviene lì dentro, amori, odii, simpatie, antipatie, vendette, soddisfazioni, depressioni, invidie, salute e malattia. Ci sono 2 Italie, una è la nostra, l’altra è quella della politica_parassita, si parlano proprio 2 lingue diverse, si usano vocabolari diversi, tutto quello definito dal vocabolario italiano non è mica quello definito nel vocabolario di questi dell’altra Italia, provate ad esempio con la parola onestà, coerenza, concetti che proprio i due vocabolari non si parlano, per dire 2 parole a caso, ma vale per tutte, provate.
    Personalmente non mi ci metto nemmeno a voler capire, c’è poco da capire, quando vedo un parlamentare vedo uno straniero, uno che non parla nemmeno la mia lingua…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Tania 4 mesi fa

    Cosa c’entra questa tipa con noi italiani? Purtroppo molto, è uno dei nostri carnefici. Una nemica molto pericolosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Stefano 4 mesi fa

    Dire che mi associo alla lettera d’invocazione del professor Sinagra è insufficiente: la propongo come manifesto pubblico da far sottoscrivere a tutti i cittadini presso i rispettivi municipi. E’ tempo che questa signora, caratterizzata da insipienza ed arroganza sparisca dalla scena politica, che tanto ha contribuito ad abbruttire, destando per quanto la riguarda sentimenti di profondo disprezzo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Stefano 4 mesi fa

    Mi associo pienamente alla lettera scritta dal prof. Sinagra, lettera che dovrebbe essere distribuita nei vari municipi della Nazione con l’intento di essere sottoscritta da quanti ritengono, a grande titolo, che questa signora abbia svolto una pessima attività politica, contribuendo a danneggiare la vita della collettività produttiva e ad infastidire gratuitamente milioni di persone con la sua insipiente arroganza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Torrido 4 mesi fa

    Buongiorno a tutti,purtroppo gli I/tagliani non hanno palle per protestare in piazza ci siamo ridotti peggio dei venezuelani, che schifo e che codardi.Bello l’articolo!di Sinagra coraggioso ma e anche avvocato!!!cioè gratuito patrocinio se viene attaccato!Buone vacanze per chi parte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Aldus 4 mesi fa

    Il Centro Italia, è quel posto dove raccomandazioni e impieghi pubblici hanno fatto la fortuna di molti. Esistono Università create a tavolino per dare sfogo alle miriadi di furbi che tutto sanno e conoscono dei mille cavilli burocratici che si celano nel sistema italiota. Si inventano impieghi, lavori, incarichi, e poi…e poi…c’è Roma. Roma la maledetta, che corrompe chiunque vi si immerga. Il Centro Italia ormai è una gigantesca periferia di Roma, dove furoreggiano mille furbizie e sbocciano ministri d’ogni colorazione che regolarmente finiscono sotto inchiesta ogni due per tre. Ma ne sbocciano in continuazione, come la Boldrina, perché il Centro Italia è la patria delle astuzie e dei lavori inventati, delle cariche regalate, dei soldi rubati, e delle tasse succhiate al resto d’Italia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. animaligebbia 4 mesi fa

      Secondo me la corruzione risiede nell’animo umano,geograficamente parlando ovunque.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tania 4 mesi fa

        Nell’animo umano c’è anche che possiamo uccidere, nell’animo umano c’è tutto, dal bianco latte al nero pece, è un magazzino provvisto di tutto, non manca niente, poi noi estrapoliamo quello che ci interessa in base agli usi e costumi, al carattere, al clima, etc, no?
        Gli italiani come usi e costumi hanno che i primi 2 italiani uno fece un favore all’altro, l’altro si sentì grato e gli fece un regalino per dimostrare la propria riconoscenza, poi gli italiani si sono moltiplicati e qualcuno di loro ha visto che si poteva mettere in piedi un bel business, lo hanno chiamato governo dove i parlamentari non sono mai contenti dello stipendio, se lo aumentano sempre, perché sproporzionato al guadagno fatto con i “favori”, che quello è il vero significato dello stare nel governo.
        Cambiare questi usi e costumi non è semplice perché i padroni dell’Italia, gli EBREI AMERICANI DELLE BANCHE MONDIALI che ne hanno preso possesso con la 2° guerra mondiale mica nata a caso, hanno tutto l’interesse di questa terra a dominare un paesucolo corrotto piuttosto che un paese dignitoso, no?
        Ma io in Emilia Romagna ho visto con i miei occhi che noi italiani siamo tutto, possiamo essere tutto, persone oneste e dignitose, di carattere, altro da quello per cui siamo famosi nel mondo, e infatti l’Emilia Romagna i nostri padroni di oltre Oceano l’hanno riempita di MAFIOSI negli anni 70/80, che come eravamo noi per bene non andava bene, un brutto esempio per troppi…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Gian 4 mesi fa

    Deve finire il lavoro per cui è pagata, (con i soldi nostri, duole ammetterlo ma i suoi padroni con l’ esagramma sono dei fottuti geni psicopatici) ed è di distruggere quello che ha giurato di difendere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Eugenio Orso 4 mesi fa

    Perché sprecare tempo con questa lurida troia sinistroide, politicamente corretta, cagna da salotto dello sfruttamento neo capitalista?
    Il fatto che questa merda sia alla presidenza della camera è frutto dello scambio fra il piddì e il lercidissimo sel del culattone Vendola. Ve lo ricordate? Maggioranza dei seggi alla camera per il piddì, in cartello elettorale con il sel (3%!), e seggi abbondanti + presidenza della camera – terza carica dello stato! – al sel come ricompensa. Poi, il sel non ha partecipato alla maggioranza di governo con Letta, ma probabilmente lo sapeva fin dall’inizio, trattandosi di un mercimonio elettoralistico che ha favorito l’immonda troia Boldrini, presidente della camera lo vogliate o no!

    (Scusate la trivilità, peraltro voluta, ma le cose si devono chiamare con il loro nome …)

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Aldus 4 mesi fa

      Bravo! Parole sante!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. PieroValleregia 4 mesi fa

    … dovrebbe stare in ginocchio sui ceci per almeno due anni …
    e poi, pulire i cessi dei treni regionali, lì troverebbe ciò che anela …
    saluti
    Piero e famiglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Giorgio 4 mesi fa

    Il signor Eugenio Orso mi sembra che abbia sbracato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Leopardo 4 mesi fa

      Quanto riferito da Eugenio Orso è condiviso da milioni di italiani,
      Al contrario dei tuoi commenti scemi che non caga nessuno, al
      Punto che se ce li risparmi te ne saremmo grati.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. v 4 mesi fa

    bello vero e divertente!
    grazie
    v

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Paula 3 mesi fa

    Egregio professore
    La ringrazio moltissimo dalla Francia per questa lettera a Laura Boldrini
    Che tristezza di ascoltare questa donna…
    Ma lei non capira mai, penso, quello che dice Lei e tutti noi che vogliamo bene all Italia
    Distinti saluti
    Da Paula della Francia

    Rispondi Mi piace Non mi piace