APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

Il principe saudita cerca di nascondere il ruolo saudita nella diffusione del terrorismo

Il principe ereditario dell’Arabia Saudita, Mohammed bin Salman, sta utilizzando i mezzi più insidiosi per sviare le accuse ed i sospetti che pesano come un macigno sul suo regime per avere questo costantemente patrocinato ed ispirato ideologicamente, oltre che sostenuto finanziariamente, il terrorismo jihadista takfiri nel mondo.

Di fatto, la nebulosa di AL Qaeda, che risulta fuori di dubbio la madre del terrorismo islamista, è fuoriuscita dalle scuole dottrinarie islamiche dell’Arabia Saudita dove il Wahabismo è l’ideologia religiosa di Stato.

Notare che al-Qaeda e il Daesh (ISIS in arabo) e gli altri gruppi derivati (come Al Nusra) seguono anche loro la medesima ideologia religiosa.


Lo stesso Osama Bin Laden, fondatore di Al Qaeda, apparteneva ad una influente famiglia saudita, e molti dei dirigenti di Al Qaeda erano anche loro cittadini sauditi.

Questa organizzazione terroristica ricevette l’appoggio dei servizi di intelligence sauditi, nordamericani e pakistani nel decennio del 1980, quando l’organizzazione fu utilizzata contro la presenza sovietica in Afghanistan.
Il Daesh a sua volta, quando aveva preso il controllo di varie zone in Iraq ed in Siria, utilizzava manuali di religione editi in Arabia Saudita.

In relazione a tali fatti incontrovertibili che dimostrano il collegamento Arabia Saudita-terrorismo islamista, Mohammed bin Salman sta portando avanti una campagna di immagine contro le figure religiose più rigorose e assolutiste del suo paese e, nello stesso tempo, anche contro quelle più “liberali”.
In una recente intervista, Bis Salman ha cercato di occultare la responsabilità del regime saudita nella promozione del terroismo islamista internazionale accusando in modo ridicolo l’Iran di aver reclutato alcuni sauditi in vista di farli partecipare agli attacchi dell’11 S. Occorre ricordare che 15 dei 19 pirati aerei dell’11 S. erano cittadini sauditi e che furono i funzionari dell’intelligence saudita quelli che aiutarono in varie occasioni i terroristi dell’11 S. quando si trovavano in territorio statunitense, come ha indicato il rapporto del Congresso degli Stati Uniti.

Non è un caso che le famiglie delle vittime dell’11 S. stanno promuovendo attualmente domande giudiziarie contro il regime saudita nei tribunali noramericani.

Trump con principe saudita

Per Teheran, il gioco attuato dal principe Salman risulta  molto chiaro.

“Le dichiarazioni di Bin Salman circa la presenza di dirigenti di Al Qaeda in Iran sono una colossale menzogna”, ha manifestato il portavoce del Ministero degli Esteri iraniano, Bahram Qassemi.
“Mohammed bin Salman non può occultare il ruolo del regno Saudita nell’organizzazione degli attentati terroristi negli USA del 11 Settembre del 2011″, si legge nel sito del Ministero degli Esteri iraniano.

I tentativi di Bin Salman di sviare l’attenzione circa la responsabilità del regime saudita include anche il fatto di incolpare il gruppo dei “Fratelli Mussulmani” per l’insorgenza del terrorismo takfiri (islamista wahabita).
In realtà, numerosi dirigenti egiziani e siriani di questa organizzazione confraternita si rifugiarono in Arabia Saudita durante l’epoca del presidente egiziano Gamal Abdul Nasser e del siriano Hafez al Assad e molti di loro si convertirono in loco all’ideologia wahabita.
Le tesi del wahabismo saudita ripudiano tutti i mussulmani che hanno un credo differente dal wahabismo, incluso gli sciiti e i sufiti, fino al punto che legittimano la loro soppressione fisica considerandoli miscredenti.

Principe Bin Salman con J. Kushnere signora

La storia moderna dalla fondazione del regno saudita risulta piena di massacri perpetrati contro le popolazioni di differenti regioni della Penisola Araba.
In questo modo, i tentativi di Bin Salman di discolpare il regime saudita per il suo ruolo di sostegno al  terrorismo, lanciando accuse contro altri, non può ingannare alcuno, eccetto coloro che cercano di ignorare deliberatamente i fatti per seguire ad appoggiare la dittatura sanguinaria saudita e giustificare i suoi crimini commessi in Medio Oriente e al di fuori di questo.

Nota: I tentativi del principa Bin Salman possono essere intesi con la descrizione che di solito si utilizza in dialetto romanesco: “darse una ripulita”. Sono i maldestri sforzi fatti da Bin Salman, in accordo con il presidente statunitense Donald Trump ed il nuovo socio in affari del principe, l’ultra sionista Jared Kushner, genero del presidente Trump e immobiliarista in business con i sauditi.

Questi goffi tentativi rientrano nella nuova “santa alleanza“, quella  sancita in Medio Oriente e nel mondo fra Imperialismo USA, wahabismo e sionismo.  Si tratta di una alleanza che non promette nulla di buono per il mondo ma anzi si riserva di procurare altre guerre distruttive, oltre quelle che ha già apportato, altre sopraffazioni e assoggettamento di popoli, nuove ondate di terorrismo fanatico, il tutto nel contesto del progetto di dominio che Washington ha elaborato in perfetto accordo con Israele ed Arabia Saudita, le sue migliori pedine per il sinistri piani dell’Imperialismo statunitense.

Fonte: Al Manar

Traduzione e nota: Luciano Lago

*

code

  1. claudio 7 mesi fa

    Le tesi del wahabismo saudita ripudiano tutti i mussulmani che hanno un credo differente dal wahabismo, incluso gli sciiti e i sufiti, fino al punto che legittimano la loro soppressione fisica considerandoli miscredenti. Cit. Al masnar. Traduzione Luciano Lago.
    per atlas, non è che ho voglia di ricominciare, è solo per chiarirsi. Quando lo affermavo io scoppiava il finimondo, invece sembra che sia una cosa ben conosciuta anche nel mondo arabo, o no??
    Quindi, che differenza c’è se lo afferma un giornale arabo oppure un italiano?? Perchè i sunniti non vengono considerati miscredenti come gli sciiti o i sufi?? Sono domande lecite, mi pare, o no?? Non vado neanche nel personale, quindi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio 7 mesi fa

      Ed anche gli alawiti sono miscredenti per i wahabiti..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. atlas 7 mesi fa

        ma tu vai nel personale. Eccome. Perché scassi le palle alla mia persona.

        Prima di tutto i Sufi sono SUNNITI, quindi
        secondo: … ma perché non pensi a voi che vi scannate per anni tra protestanti e cattolici nell’Ulster e nessuno qui ha parlato mai di ‘terrorismo cristiano’ …? Cmq poche parole: il ‘messaggero’ del wahhabismo, è Ibn Taimiyya. Ibn Taimiyya è stato un pretendente la scuola hanbalita, una delle 4 scuole islamiche sunnite. Ma fu messo in carcere dai loro responsabili. E la sua tomba, in segno di spregio è ancora tra le sbarre. Questo per le sue filosofie pazzoidi dal credo antropomorfico giudaico e fu rinnegato dalla maggioranza dei Sapienti Islamici Sunniti a suo tempo. C’è un Decreto Religioso dello Scienziato Sunnita Alahuddin El Hanafi che recita a questo proposito : “Ibn Taimiyya non è musulmano e chiunque affermi che Ibn Taimiyya è uno scienziato dell’islam non è musulmano”. Ora io su questo argomento con te non vorrei tornarci più. Già ti postai un indirizzo di sito probativo molto qualificato per la sua scienza Sunnita e te ne sei sbattuto i coglioni perché neanche sei andato a vedere di che si trattava. Però scrivi…minkia se scrivi. Ora ti posto 2 video, prima e seconda parte, tradotto in francese, di un grande Scienziato Sunnita, vediamo se riesco a chiarirti le idee. Io non ti devo vendere niente né convincere, se ti fai una tua opinione obiettiva meglio per te, se no rimani delle tue convinzioni, non recherai a Dio alcun danno né io posso farci nulla

        https://youtu.be/0jC-q8bpJL0

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 7 mesi fa
          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. atlas 7 mesi fa

        gli alawiti fanno parte dello sciismo. Ma tu mi hai preso per un rilegatore di libri ? E io dovrei risponderti spiegandoti, cioè scrivendoti o facendo copia/incolla da migliaia di pagine di testi e siti che trattano l’argomento ? Che forse nemmeno capiresti, perché non si tratta della tua religione ? Hai la connessione no ? Fai delle ricerche se t’interessa. Poi, non tutti gli sciiti sono considerati non musulmani dai sunniti. Io odio i wahhabiti salafiti perché sono giudei che si spacciano per musulmani insozzando la mia religione, ma per gli sciiti…sono lontani dal mio Sunnismo, ma evito di entrare in differenze dottrinali. Non mi aggrediscono non li aggredisco. Bashar Al Asad è alawita ? Ma cosa CASPITA me ne frega, politicamente io sono con lui, perché Sociale e Nazionale. In Siria non ha vietato il Sunnismo o chiuso le Moschee Sunnite, anzi. Mi scriveva un mio carissimo amico Siriano cristiano che prima dell’infiltrazione wahhabita lui andava in Moschea e si sdraiava riposandosi sentendo le parole dei Musulmani e nessuno lo allontanava o disturbava. E i Musulmani facevano lo stesso in chiesa cristiana. Non so proprio sinceramente dove vuoi arrivare …

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 7 mesi fa

          anzi, prima mi ‘scriveva’, poi mi ‘diceva’, perché essendoci conosciuti su fb, avendo stima della mia persona (bontà sua), ci teneva a conoscermi di persona. Aveva un locale e mi offrii un caffè. Parlammo a lungo e ci fumamo anche tante sigarette. In pace …

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. claudio 7 mesi fa

          Voglio arrivare a capire, tutto li.. la mia era una domanda seria.. era per la mia
          conoscenza.. conosco infatti la differenza tra Cristiani e protestanti luterani ortodossi evangelici..
          non capisco il problema che ti fai quando uno ti da l’opportunità di parlare di cose che conosci o dovresti conoscere.. conoscevo già la storia di ibn taimiyya e conoscevo la storia di muhammad ibn abdal wahab, criptogiudeo , fondatore del wahabismo.. so che la differenza principale tra sciiti e sunniti sta nel riconoscere o meno altri profeti oltre maometto ma ho visto che non ne hai parlato…
          chissà come mai.. la differenza tra te e me è che ci incazziamo subito tutti e 2 ma te ti incazzi a prescindere e perdi il lume della ragione mentre io mi incazzo se mi vedo subìto un torto, a me o alla Ragione..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. atlas 7 mesi fa

            primo, io non sono né uno scienziato (Islamico), né un conoscitore di tutto lo scibile umano (senza offesa, la religione Islamica non è uno scherzo…ci sono non libri, ma LIBRONI interi di commentario per solo UN articolo del Sacro Corano; e LIBRONI su Diritto, sulla Legislazione, sui Detti di Muhammad, sulle sue interpretazioni, sulle prove, sulla veridicità della catena di trasmissioni orali e scritte…quindi si tratta di una conoscenza paragonabile alle gocce degli oceani. Su questo, su Dio, in paragone, voi… ‘GIOCATE’. Chiedi pure, visto che sei in Vaticano, a quelle suore Libanesi che hanno l’incarico dal papa di valutare l’Islam…); cerco solo quindi di studiare, studiare, studiare e ancora studiare per essere il meno ignorante possibile. Io l’Arabo me lo sono imparato da solo, col contatto e coi viaggi, non ho mai avuto il tempo di andare a scuola. Io sono solo uno schiavo di Dio, uno come te, del popolo; anche se appunto per questo a me non va una militarizzazione del civile che ci relegherebbe a schiavi dei giudei più di quanto non lo siamo già, ma questo è riferito a quell’altro tuo discorso (a volte sei molto contraddittorio, visto che credo che anche tu non sei un figlio di Berlusconi,… “incazzati” con te stesso…). I militari facciano i militari. Se vuoi capire quindi, con animo sincero che anela alla Verità, io con la mia poca istruzione e la mia poca intelligenza che Il Creatore mi ha dato cerco di fare di tutto per rendermi utile, a te e agli altri commentatori, se avevo il minimo dubbio che mi stessi pigliando per il culo non ti avrei risposto nemmeno. Ma vuoi affermare che queste cose non te le ho già scritte ? E più di una volta pure ?
            Cmq…Ibn Wahheb seguiva Ibn Qaym e Ibn Taimiyya ed era un giudeo, proveniente dalla Turchia, falsamente convertitosi all’Islam. Già ti scrissi che sapevi queste cose correttamente. Ho 52, ma ancora non sono così rincoglionito, mi funziona bene tutto, memoria compresa. Aggiungo che Muhammad disse: ‘la corruzione e la sedizione per l’Islam arriverà da Najd; da lì usciranno le corna di satana’. E Ibn Wahheb circa 1000 anni dopo si stabilì proprio nel Najd (una zona ad ovest di Riyadh)…

            la differenza tra Sunniti e sciiti NON è sul riconoscimento o meno di certi Messaggeri o Inviati del Dio (da dove ti viene fuori …), ma sulla figura di Ali. Ali, genero di Muhammad avendone sposato la Figlia Fatima, è molto rispettato da noi Sunniti, famosa è la sua spada biforcuta, è stato anche un Grande guerriero, un’Autorità. Ma gli sciiti danno alla sua figura un’importanza esagerata e con molte deviazioni. Non tutti, ma gli alawiti in particolare addirittura credono che l’Arcangelo Gabriele (‘Il postino di Dio’ cioè l’Angelo incaricato di trasmettere i Messaggi ai Profeti) si sia ‘sbagliato’, comunicando Il Corano a Muhammad e non ad Ali ! Questa per noi è pazzia, non incredulità. In poche parole, noi a tutte queste pratiche siamo estranei … https://youtu.be/MYPSszpDsQ0
            credano a quello che vogliono, ma cmq, quando sono contro il sionismo, hanno in me un alleato

            Mi piace Non mi piace
          2. atlas 7 mesi fa

            certo che anche voi non scherzate … https://youtu.be/WqJyT29znzs

            Mi piace Non mi piace
          3. atlas 7 mesi fa

            caro Claudio, le cose a volte sono molto più semplici di quello che crediamo…solo i giudei hanno odio verso l’umanità intera e fanno di tutto per compiacere satana il loro patrono, anche sacrifici umani. Corrompono ed inquinano tutto, vanno a cercare il peggio dell’umanità per farne il loro esercito che combatta per loro. E fanno tutto questo con i soldi, una cosa da loro inventata per sviarci tutti e fare solo casino. Un casino del quale loro ci godono, non dargli questa soddisfazione. La cultura è quella che ci può soccorrere nei momenti in cui si è perseguitati perché si ama la Verità. Questo è successo sempre, da che mondo è mondo

            i primi Musulmani dovettero fuggire da Mecca per non essere uccisi e si rifugiarono in Abissinia da un Re cristiano, giusto e retto. Ma anche fino lì vennero inseguiti dai commercianti che li volevano tacitare solo perché invitavano le genti a credere in un solo Dio e non ad idoli di legno, creati dagli stessi uomini. Perché ? Perché Mecca, come il mondo intero che è stato e che sarà, viveva di speculazione religiosa e di usura di famiglie ebraiche e anche di arabi ignoranti…tirati fuori da queste bassezze. I soldi nella tomba non producono niente, quello che andrà avanti innanzi al Dio sono solo le buone opere che uno ha fatto in questa vita

            https://youtu.be/YU85pyjUS-A

            Mi piace Non mi piace
          4. atlas 7 mesi fa

            cmq…qui c’è tutto il video…un ‘polpettone’ di oltre 2 ore; (però ben fatto)
            per chi interessa conoscere cosa è veramente l’Islam, per chiunque dice che VUOLE capire: è in lingua italofona, approvato sia da Autorità Sunnite che sciite, con Irene Papas e Anthony Quinn, non lo vedrete mai sulle tivvù italiche, MAI trasmesso, c’è sempre stata la volontà di mantenere la gente ignorante, chissà perché

            https://www.facebook.com/emanuele.reho.9/videos/1938001436217028/

            Claudio, era un po’ che te lo volevo chiedere (tra un vaffanculo reciproco e un altro…), te sei amico (come me) di Ouday Ramadhan no ? E lo stimi … lo sai che è uno ‘stalinista’ duro e puro vero ? Io te l’ho già scritto chiaro come la penso, anche sul Comunismo (o Socialismo) Nazionale, ma per te che vedi falce e martello come un calcio nei coglioni non sarebbe una contraddizione (l’ennesima) … ? Hahahaaa

            Mi piace Non mi piace