Il principale funzionario russo afferma che il destino dell’Afghanistan attende l’Ucraina


Si tratta dell’equivalente del consigliere per la sicurezza nazionale della Russia.

Estratti da un’intervista con il segretario del Consiglio di sicurezza russo Nikolai Patrushev, che è stato tradizionalmente uno dei funzionari russi più perspicaci. [Nel dicembre 2013 ha affermato che l’Ucraina è stata la vendetta di Washington per la Siria; che gli Stati Uniti stavano punendo Mosca per essere intervenuta per prevenire una guerra USA-NATO contro la Siria nei mesi precedenti innescando un colpo di stato, e come si è scoperto anche una guerra, nel vicino occidentale della Russia.]

Naturalmente, i suoi commenti sono egocentrici e non del tutto accurati – ad esempio, l’Ucraina ha un valore geostrategico di gran lunga maggiore per gli Stati Uniti e la NATO rispetto all’Afghanistan – e ha trascurato di menzionare che l’Afghanistan è un partner della NATO, un membro dei Partner In tutto il mondo insieme ad Australia, Colombia, Iraq, Giappone, Nuova Zelanda, Pakistan e Corea del Sud; con nazioni come gli stati del BRICS, Brasile e India, e altri come il Senegal, che sono anche pronti per l’adesione.

L’operazione militare in Afghanistan è stata una miniera d’oro per il complesso industriale militare statunitense e per coloro che nelle forze armate erano responsabili delle finanze dell’esercito afghano, secondo lui.

“Ci sono quelli tra gli americani che hanno tratto profitto da questa guerra, quindi non sono particolarmente preoccupati di quello che il mondo pensa degli Stati Uniti”, ha detto. Ha osservato che circa 90 miliardi di dollari sono stati spesi per l’addestramento dei militari afgani, mentre le informazioni sull’appropriazione indebita non vengono divulgate.

Nikolai Patrushev

Inoltre, secondo il capo della sicurezza, gli Stati Uniti “non si sono nemmeno presi la briga di portare fuori dal paese un gran numero di armi e proprietà militari, e hanno semplicemente abbandonato tutto”, mentre il complesso industriale militare e i subappaltatori hanno rastrellato “superprofitti”. “

Ha anche notato che Washington sta riempiendo l’Ucraina di armi che non le servono e sostiene la crescita dell’estremismo, del traffico di droga e della discordia etnica nel paese. Secondo lui, l’Ucraina si sta avviando verso la dissoluzione e ad un certo punto gli Stati Uniti non ricorderanno nemmeno dei suoi sostenitori, esattamente come è successo a Kabul.

Il fatto che l’Afghanistan abbia lo status di principale alleato degli Stati Uniti al di fuori della NATO ha forse salvato il deposto regime filoamericano di Kabul? Una situazione simile attende coloro che contano sull’America in Ucraina dove i neonazisti sono in grado di prendere il potere, il Paese sta per disintegrarsi e la Casa Bianca a un certo momento non ricorderà nemmeno i suoi sostenitori a Kiev”, ha spiegato il capo della sicurezza .

Fonte: Anti Bellum

Traduzione: Luciano Lago

7 Commenti
  • nicholas
    Inserito alle 20:12h, 20 Agosto Rispondi

    Chissà , un giorno, se gli Usa abbandoneranno anche l’Europa ed l’Italia in particolare?????
    Vedremo, cosa ci prospetta il futuro!!!!

    • rossi
      Inserito alle 20:56h, 20 Agosto Rispondi

      ma dai ci odiano così tanto che prima di abbandonare l’itaglia ci avveleneranno tutti quanti, o quasi tutti con i loro fottuti vaccini, solo per meschinità, l’impero Romano era durato più a lungo di quanto durerà l’impero del male ammmericano!!!!!!

      • nicholas
        Inserito alle 00:15h, 21 Agosto Rispondi

        Caspita. considerando, che negli Usa ci sono tantissimi italo-americani; dovrebbero avere un’occhio di riguardo per noi.
        Invece, ci fanno morire!!!!!!!

  • antonio
    Inserito alle 23:25h, 20 Agosto Rispondi

    Zio Satan fa le pentole ma non i coperchi

  • eusebio
    Inserito alle 06:19h, 21 Agosto Rispondi

    Mentre il North Stream2 si avvia al completamento, mancando solo 15 km per la sua attivazione, l’amministrazione Biden ha fatto un ultimo regalo al loro burattino di Kiev emanando alcune ultime sanzioni contro il gasdotto.
    Che l’aria in Ucraina sia pesante è testimoniato dal fatto che pezzi grossi del paese come Avakov e Kolomoisky siano scappati uno in Italia e l’altro in Svizzera, il fatto che quest’ultimo essendo cittadino israeliano non sia finito nella Palestina occupata indica che pure lì tra varianti covid e terze o quarte dosi di vaccini sperimentali l’aria sia pesante.
    Tra l’altro secondo i dati demografici tra il Giordano e il Mediterraneo ci vivono circa 8 milioni di arabi e forse sei milioni di ebrei, però dato che secondo i dati demografici USA in questo paese gli ebrei sarebbero passati da 6,5 milioni del 2013 a 7,5 di quest’anno, mentre pure in Germania la comunità ebraica è salita fino a 200000 unità dalle poche decine di migliaia dei primi del secolo, mentre ci sono decine di migliaia di cittadini israeliani pure in Canada e in Russia, potrebbe anche essere che molte centinaia di migliaia di ebrei se la siano già svignata dalla Palestina occupata.
    Comunque ormai gli USA sono in pieno marasma, l’inflazione non accenna a calare, il dollaro sale artificialmente a causa della sua enorme diffusione come valuta di riserva a causa delle continue varianti del covid, mentre secondo qualche giornalista economico i debiti complessivi del paese, tra debiti federali e degli enti locali, famiglie, imprese ed istituzioni finanziarie sarebbero addirittura di 200 trilioni di dollari, una cifra colossale che rischia di portarsi dietro tutta l’economia mondiale.
    Intanto il caos afghano sta mettendo nei guai sia Biden che la Harris, forse i democratici potrebbero far dimettere la seconda per poi destituire pure il primo, che comunque data l’età pare non reggere lo stress della situazione.
    Se dovesse tirare le cuoia prima delle elezioni di midterm lasciando alla Casa Bianca la Harris, una nera di madre induista sposata ad un ebreo, i repubblicani farebbero il pieno dei voti.
    Forse vogliono sostituirla con Alexandra Ocasio Cortez, una ispanica cattolica, ma gli ispanici in maggioranza cattolici che si stanno mescolando con i cattolici bianchi sono conservatori e voteranno per la destra.

Inserisci un Commento