Il Primo Convegno del “Pensiero Forte”

Il 19 e 20 gennaio 2019 festeggiamo il primo anno di vita de “IL PENSIERO FORTE” all’hotel Corallo di Montecatini Terme.
Con noi, oltre i principali collaboratori, anche illustri ospiti: da Silvana De Mari a Diego Fusaro, da Paolo Borgognone a Maurizio Blondet, da Ouday Ramadan al Ministro per la Famiglia Lorenzo Fontana.


Sarà l’occasione per raccogliere le idee ed esporre le tesi che possano contribuire a prefigurare una alternativa identitaria e sovranista rispetto all’Europa dei mercati e della finanza quale unica prospettiva possibile.
Si vuole discutere fra uomini liberi di come sia possibile e doveroso smontare uno per uno i mantra imposti dal pensiero unico globalista che dispone del controllo dei media e li utilizza per manipolare le menti e travisare la realtà di quanto accade favorendo gli interessi delle elite dominanti.


Il convegno è una iniziativa nata da un gruppo di persone, studiosi e analisti, che da tempo si battono culturalmente per contestare il cammino verso la globalizzazione mondialista, tecnocratica e privatista trionfante in nome dei popoli, degli Stati, della libertà e del futuro.
(Per indicazioni vedi la locandina)

9 Commenti

  • atlas
    8 Gennaio 2019

    inizio alle 09,30 del 19 c.m. e alle 09,30 del 20 ? Poi alle ore 12 del 20 si lascia la stanza ? Ho capito bene ?

  • josey wales
    9 Gennaio 2019

    Interessante evento , interessanti relatori, magari potevate trovare un titolo differente per il convegno.
    Visto che il nome, piano per la rinascita democratica, altrimenti conosciuto come piano di rinascita nazionale………..
    Pare sia gia’ stato usato, ,tra’ l altro da un noto pistoiese ora defunto , copyright Gelli.
    No voglio dire, oltretutto montecatini e’ in provincia di pistoia e a montecatini Gelli aveva un ufficio dove tutte le settimane riceveva molte visite.

    http://www.valdinievoleoggi.it/a52163-con-la-morte-di-licio-gelli-restano-irrisolti-tanti-segreti-per-anni-il-venerabile-aveva-ricevuto-a-montecatini.html

    Caso o ricerca del contrappasso Dantesco?

    • atlas
      10 Gennaio 2019

      interessante osservazione, ma sulla trasparenza almeno di Paolo Borgognone non credo ci sia da discutere

      per il resto siamo tutta gente del ’43

  • Max Tuanton
    9 Gennaio 2019

    Luciano lago dal momento che non sono li da voi ponga se puo questa semplice domanda da parte mia :” perche’ sugli ebrei c’e’ cosi tanta omerta’ pure blondet le studia tutte per non dire LA famosa parola ebreo! Neocon israeliti sionisti ecc ecc tutte parole usate per confondere ,ne basta una chiara pure breve ebreo !!! Se eluderanno LA risposta vorra dire che anche loro sono sotto l’influenza nefasta di ZOG

    • atlas
      10 Gennaio 2019

      io non so dove sei realmente né che cosa vuoi, però qui se si nominano i giudei si va in galera (e a me piacciono troppo la fighe). E sarà sempre peggio, come ha proclamato proprio oggi Di Segni

  • Sed Vaste
    10 Gennaio 2019

    Ma infatti atlas Devo ammettere che lei e’ stato fin troppo coraggioso nell’attccare I giudei io al suo posto non l’avrei fatto ,ma come lei sa io da qui me ne sbatto altamente di fiano e Della sua banda di Ebrei circoncisi truffatori con le loro Banche e I loro media pure LA telecom Ha come presidente un Ebreo Fiat un Ebreo LA borsa di milano presidente un ebreo , e tutti I giornalisti che tacciono pure I comici vedi grillo che vergonga , lasci a me atlas sparare bordate su quella malagenia di sanguisughe e sui loro compari massoni ,qui ho I miei Khmer rouge che mi difendono

  • Stefano
    12 Gennaio 2019

    Attenzione anche alla senatrice Liliana Segre che ha presentato un disegno di legge per l’ “Istituzione di una Commissione parlamentare di indirizzo e controllo sui fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza”.
    Insomma la CENSURA ISTITUZIONALIZZATA.
    Il quadro generale è poi più grave del più inquietante romanzo distopico, tra mancanza assoluta di sovranità, scie chimiche (pericoloso parlarne perché si rischia di essere denigrati e definiti “complottisti”), vaccini a go go, microchip sottocutanei, attacco alla rete, al sistema scolastico in senso lato, attacco alla libertà di cura (si pensi al prof. Di Bella ed ai semplici preparati fitoterapici non brevettabili), inquinamento elettromagnetico (vds tecnologia 5G), distruzione del concetto di identità (con annesso annientamento del concetto di nazione, attacco alla famiglia e con la diffusione della ideologia “gender), lobby dei trapianti, relativismo etico e religioso, eutanasia, ultraliberismo, migrazioni indotte, etc. Ho fatto un polpettone di temi, tuttavia
    NON SI TRATTA DI “COMPLOTTISMO”, ma di fatti.

    • atlas
      14 Gennaio 2019

      se poi ti guardi tutti i video sui rettiliani di YouTube ti fai una cultura …

  • atlas
    16 Gennaio 2019

    la Fontana ci sarà ? Marco Taradash ( saudita o suinocrate ? ) ha deciso di non lasciare libera scelta a una donna (Ministro). O perlomeno, ‘ se vuole accompagnarsi alle punte estreme dell’estremismo antisemita, omofobo, putiniano, fascista, prima si deve dimettere. Scelga. ‘

    mi spiace molto, ma pur onorato delle definizioni in cui mi riconosco appieno (omofobo…fascista…Putiniano…) non potrò assistervi per la garanzia della mia incolumità fisica. Ho il terrore di Taradash e penso che i giudei organizzino un attentato wahhabita

    https://www.maurizioblondet.it/dalla-polonia-assassinio-e-controllo-del-linguaggio/

Inserisci un Commento

*

code