Il presidente ucraino chiede la riforma o la cancellazione della “formula di Minsk”

In un’intervista rilasciata al quotidiano “Financial Times”, Zelenskyj ha considerato il movimento delle forze russe vicino al confine con l’Ucraina come una “pressione psicologica”.
Il presidente dell’Ucraina, Vladimir Zelensky, ha annunciato che il suo paese è costantemente minacciato a causa dell’esistenza di una guerra al suo interno, specialmente nel Donbas.

Zelensky ha aggiunto che Kiev è pronta per “spiacevoli sorprese” e cercherà di evitarle. Il presidente dell’Ucraina ha indicato che le forze armate del suo Paese sono “molto forti” e che sono pronte a contenere qualsiasi minaccia di aggressione.

Forze ucraine

Il presidente ucraino ha descritto il calmarsi della situazione al confine con la Russia come una “piccola vittoria” per il suo Paese, e ha considerato questo uno dei risultati delle autorità di Kiev.

Zelenskyj ha chiesto la riforma o addirittura l’abolizione della “formula dell’accordo di Minsk” per la soluzione del conflitto nel Donbas. Ha ricordato che gli accordi di Minsk sono stati redatti prima che lui assumesse il potere.

Zelensky ha dichiarato nel corso dell’intevista: “Abbiamo due opzioni: possiamo cambiare la formula di Minsk e adattarla. Oppure possiamo usare un altro modulo … La velocità di questo processo è molto importante”.


Nota: Zelensky è un personaggio che notoriamente prende ordini da Washington per qualsiasi questione e, se ha fatto queste affermazioni, questo significa che l’Ucraina abbandona qualsiasi possibiltà di pacificazione con le Repubbliche del Donbass con cui rifiuta di incontrarsi e rigetta gli accordi di Minsk.
Si aspetta la reazione di Mosca che, a questo punto, potrà decidere di procedere al riconoscimento delle due Repubbliche dove risiedono centinaia di migliaia di cittadini russi.

Traduzione, sintesi e nota: Luciano Lago

Fonte: Financial Times

8 Commenti
  • Prowall
    Inserito alle 13:06h, 26 Aprile Rispondi

    Le regole in ambito internazionale sono, Lukashenko docet, Pacata Sunt Serva da. E , in subordine, Rebus Sic Stantibus. La nota che i ‘Patti di Minsk’ siano stati firmati ed accettato dal predecessore non ha senso. Perché: 1) il presidente Zelensky ha dato parzialmente attuazione agli stessi, e 2) la forma di Stato e di Governo cui il presidente Z. ha acceduto é stata accettata ‘de plano’ dal presidente stesso senza una contestazione costituzionale. Quindi….

  • Niko
    Inserito alle 15:21h, 26 Aprile Rispondi

    quello che ha detto e’ stato per dare il cambio d’aria allo sfintere

  • Mardunolbo
    Inserito alle 19:40h, 26 Aprile Rispondi

    “pressione psicologica dalla presenza di truppe russe “? Mi ricorda molto la pressione psicologica del povero Israele che si sente circondato da nazioni ostili , e ,per questo, cerca di eliminarle devastandole in ogni modo ! E’ la stessa psicologia ebraica che , con la “paura di ritorno” (non è altro che -chi la fa, l’aspetti-) attacca ogni elemento estraneo alla “sua” cultura perchè ci vede il nemico.
    Sappiamo bene cosa ha prodotto questa psicologia maledetta. Ma ora gli stessi israeliani si ritrovano col nemico in casa, i loro stessi governanti, che hanno concordato con la Pfizer (Ceo Bourla, ebreo) vaccinazioni a gogò per sperimentazione diretta sulla popolazione…
    Gira e rigira si fottono da sè stessi a furia di “pressioni psicologiche dei nemici”.
    Aspettiamo e vediamo come finisce in Israele e come finisce in Ucraina, governata pure da ebreo che riceve ordini da suo manager in Israele.

    • atlas
      Inserito alle 23:16h, 26 Aprile Rispondi

      ma tu sei veramente sicuro che i giudei si siano ficcati nelle vene il siero della Pfizer ?

  • giuseppe sartori
    Inserito alle 21:43h, 26 Aprile Rispondi

    nei paesi occidentali, le classi politiche sono solo l’espressione degli interessi delle multinazionali; chi sgarra fa sempre una brutta fine, almeno sinora.

  • Venezia
    Inserito alle 00:36h, 27 Aprile Rispondi

    Non credo che l’Ucraina stia messa bene economicamente, pil in caduta libera, solo il FMI li ha salvati dal collasso. E con una situazione cosi grave questi vorrebbero impegnarsi in un conflitto contro la Russia per fare un favore agli americani ? Qualcosa proprio non mi torna…

  • Max Walyer
    Inserito alle 00:52h, 27 Aprile Rispondi

    E sarebbe ora che la Russia procedesse al riconoscimento delle due Repubbliche Popolari di Donetsk e Luhansk onde rendere il processo IRREVERSIBILE. Gli ukronazibanderisti di Kiev hanno rifiutato qualsiasi assetto federale dell’Iras? Bene, dicano by by al Donbass.

  • Hannibal7
    Inserito alle 15:46h, 27 Aprile Rispondi

    Spazio pubblicitario per il presidente Z
    Solo un comico come lui può affermare che l’Ucraina ha delle forze armate molto forti capaci di respingere ogni aggressione
    Ma per piacere…che non avete neanche un’aviazione degna….Putin se vuole si viene a prendere Kiev nel giro di poche ore…

Inserisci un Commento