Il Presidente Tedesco Confuta La Politica “America First” Di Trump Alla Conferenza Di Monaco

di Drago Bosnic

Monaco, Germania – Venerdì, durante il suo discorso di apertura alla 56a Conferenza sulla sicurezza di Monaco, il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier ha attaccato l’approccio di politica estera “America First” del presidente americano Donald Trump, sostenendo che gli Stati Uniti ora mettono i propri interessi al primo posto a spese di i loro “alleati più stretti”.
Steinmeier ha affermato che la piattaforma di politica estera dell’amministrazione statunitense “ci pregiudica tutti”. Il presidente tedesco ha parlato davanti alla delegazione americana più grande e di alto profilo per partecipare all’evento annuale, tra cui il segretario di Stato Mike Pompeo, il segretario alla Difesa Mark Esper, il presidente della Camera Nancy Pelosi, il senatore Lindsey Graham e il rappresentante Adam Schiff, insieme a molti altri rappresentanti di alto livello.

Trump aveva ripetutamente criticato Berlino e altri membri europei della NATO per non aver raggiunto l’obiettivo di spesa militare del 2% del PIL, fissato al vertice NATO del 2014 in Galles, nel Regno Unito. Durante il vertice della NATO del 2019 a Londra, Trump ha indicato il cancelliere tedesco Angela Merkel come personalmente responsabile di non pagare abbastanza, sebbene Berlino sia solo uno dei 19 membri della NATO che non soddisfano il minimo di spesa.
Steinmeier ha detto che Berlino avrebbe continuato ad aumentare le sue spese di difesa, ma non come “essere per tutto, finalità di tutto, per la nostra sicurezza”.
La Conferenza di Monaco del 14-16 febbraio riunisce oltre 800 delegati, tra cui circa 150 capi di stato, primi ministri e membri del governo in carica. La delegazione russa è guidata dal ministro degli Esteri Sergey Lavrov.

Monaco Security Conference 2020


Nota: Il discorso del presidente tedesco manifesta il malessere della Germania nei confronti della politica dell’Amministrazione Trump per i molteplici capitoli di contenzioso che attualmente la Germania mantiene con gli USA , dall’incremento delle spese della difesa, alle sanzioni sul gasdotto Nord Stram 2, ai rapporti con la Russia, ai dazi sui prodotti tedeschi, ecc… I rapporti sono sempre più tesi e risentono dell’approccio unilaterale e primatista di Trump. Tutto lascia pensare che le relazioni di Berlino con Washington siano destinate a logorarsi sempre di più anche perchè la Germania, la prima economia del continente, inizia a far sentire la propria voce e molti esponenti tedeschi sono piuttosto stanchi del ruolo subordinato che gli USA attribuiscono al loro paese.

Fonte: Fort Russ https://www.fort-russ.com/2020/02/the-rift-widens-german-president-refutes-trumps-america-first-policy-at-munich-conference/

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus