Il presidente siriano dice che Israele non comprende il linguaggio della pace

Il presidente siriano ribadisce il sostegno del suo paese alla resistenza palestinese e afferma che l’esistenza di Israele consiste nel terrorizzare i popoli della regione.

Il capo di stato siriano, Bashar al-Asad, ha denunciato questo giovedì che il regime israeliano non comprende il linguaggio della pace o del dialogo e la sua presenza nella regione dell’Asia occidentale si basa sul terrorizzare i popoli dell’area e violare i vostri diritti. .
Il leader siriano ha affrontato gli ultimi eventi nei territori palestinesi, anche nella Striscia di Gaza e nella città occupata di Al-Quds (Gerusalemme) durante un incontro con i leader delle forze e dei gruppi palestinesi con base in Siria.

Durante l’incontro, Al-Assad ha ribadito il fermo sostegno della Siria alla lotta armata del popolo palestinese contro Israele e ha sottolineato che la causa palestinese rimane centrale nel suo paese.

La Siria denuncia la barbara aggressione israeliana contro la Palestina |
La Siria ha denunciato che l’aggressione “barbara” di Israele contro il popolo palestinese è una flagrante violazione del diritto internazionale e del diritto umanitario.

Durante l’incontro sono state anche discusse le recenti aggressioni israeliane contro i palestinesi e le pratiche del regime di Tel Aviv volte a sfollare i palestinesi ad Al-Quds con l’obiettivo di giudaizzare la città.

Gaza palestinesi in cerimonia

I rappresentanti palestinesi, tra cui il Segretario generale della Jihad islamica palestinese, Ziad al-Najala, hanno sottolineato che la fermezza della Siria nella sua lotta contro i gruppi terroristici, sponsorizzata da Israele e da alcuni paesi occidentali, ha contribuito a rafforzare la resistenza del popolo palestinese.

Hanno ringraziato il fermo sostegno di Damasco al popolo palestinese, alla sua causa e alla sua lotta armata; e hanno chiarito che la resistenza è l’unica opzione per riconquistare i diritti usurpati della nazione palestinese.

L’incontro si è svolto l’undicesimo giorno di sanguinosi scontri tra Israele e gruppi palestinesi nella Striscia di Gaza. La Resistenza palestinese ha lanciato raffiche di razzi verso Israele dal 10 maggio in solidarietà con centinaia di palestinesi feriti negli scontri con la polizia israeliana nella spianata della moschea di Al-Aqsa nella città di Al-Quds (Gerusalemme).

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

Nessun commento

Inserisci un Commento