Il Presidente Fernández offre l’Argentina a Putin come “porta di accesso” all’America Latina


Il paese latinoamericano ha dichiarato il suo desiderio di diventare indipendente dagli Stati Uniti e collaborare con la Russia
Mosca, 3 feb. Il presidente dell’Argentina, Alberto Fernández, ha dichiarato oggi che il suo Paese può essere la “porta di accesso” alla Russia per l’America Latina, all’inizio dell’incontro al Cremlino con il suo omologo russo, Vladimir Putin.
“L’ambiente è molto favorevole. L’Argentina dovrebbe essere la porta dell’America Latina”, ha affermato Fernández nelle immagini offerte in diretta dalla televisione pubblica russa.

Lo stesso Fernández ha ricordato l’eccessiva dipendenza dell’economia argentina dagli Stati Uniti e si è dichiarato disposto a rompere quella dinamica a favore delle relazioni con altri paesi “molto importanti” come la Russia.

Fernández, che ha espresso “profonda gratitudine” alla Russia per la fornitura di vaccini “in un momento in cui erano scarsi”, ha sottolineato che il suo paese sta inviando spedizioni di Sputnik V in altri paesi dell’America Latina come Ecuador, Perù o Paraguay.

Il presidente argentino ha sottolineato che la Russia è “un Paese molto apprezzato” in Argentina anche per il sostegno fornito al suo Paese all’inizio della pandemia nel continente.
“Il modo in cui ci hanno supportato all’inizio è stato molto importante. E la verità è che i risultati sono stati straordinari”, ha sottolineato.
Come ha affermato il pemier argentino durante i colloqui, il suo Paese si trova in una situazione difficile. L’Argentina vuole liberarsi della dipendenza dagli Stati Uniti e dalle Istituzioni finanziarie anglosassoni, visto che, per molti aspetti, questa dipendenza è stata la causa per cui Buenos Aires ha accumulato un pesante debito estero.

Il presidente Fernández con Putin

Inoltre, come ha spiegato Fernández , l’economia argentina, che è uno dei dieci paesi più grandi del mondo, è stata “molto orientata verso gli Stati Uniti” per diversi decenni. Il presidente ha aggiunto che “il debito verso il Fmi è sorto anche come conseguenza di questi rapporti”.
Le difficoltà di ristrutturazione dell’economia, ha proseguito il presidente dell’Argentina, sono state esacerbate dal fatto che i sostenitori dell’integrazione con gli Stati Uniti (i circoli neoliberisti) sono stati al potere nel Paese per diversi anni.

“Sono fortemente favorevole all’eliminazione dell’Argentina da questa dipendenza neocoloniale, dal FMI, dalla Banca Mondiale e dagli Stati Uniti. Vi assicuro che vogliamo davvero sviluppare la cooperazione con la Russia”, ha detto Fernández.

A sua volta, Putin ha espresso la speranza che i leader dei due Paesi continuino i contatti personali “sia in Argentina che qui in Russia”.

Dopo l’incontro, il capo dello stato russo ha affermato che Russia e Argentina hanno concordato di coordinare gli sforzi sulle piattaforme internazionali, per cooperare più strettamente all’interno del G20.
Secondo il Cremlino, i vertici affronteranno oggi “le prospettive di sviluppo del partenariato strategico russo-argentino in ambito politico, economico-commerciale, culturale e umanitario”.

Putin e Fernandez si incontreranno nuovamente a Pechino all’apertura dei Giochi Olimpici il 4 febbraio.

Fonti: https://www.swissinfo.ch/spa/rusia-argentina_fern%C3%A1ndez-ofrece-argentina-a-putin-como–puerta-de-entrada—a-am%C3%A9rica-latina/47317798

https://elpais.com/internacional/2022-02-02/argentina-se-abre-a-rusia-y-china-en-busca-de-financiamiento.html

https://www.telam.com.ar/notas/202202/582519-alberto-fernandez-arribo-moscu.html

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

3 Commenti
  • mario
    Inserito alle 19:41h, 03 Febbraio Rispondi

    RUSSIA CINA ULTIMA SPERANZA DI LIBERTA” PER TUTTA L ” UMANITA”

  • Vincenzo jerino
    Inserito alle 03:03h, 04 Febbraio Rispondi

    Se tocca il tasto della BANCA Mondiale ha coraggio….o e’ incosciente.

  • Giorgio
    Inserito alle 08:25h, 04 Febbraio Rispondi

    L’ex cortile di casa degli usa è sempre più in via di “restringimento” ….
    vogliono circondare e “contenere” Russia e Cina ….
    ma spuntano come funghi i paesi che cercano di sottrarsi al loro dominio ….
    e tra poco l’intero centro e sud america sarà su posizioni anti americane …
    tranne qualche paese africano e asiatico, gli rimarranno solo gli stupidi della Ue affetti da libidinoso servilismo atlantista ….
    N.B. cito la fonte dei termini : “libidinoso servilismo” …. è di Luciano Lago che lo ha coniato felicemente qualche settimana fa in suo articolo …

Inserisci un Commento