Il presidente della Serbia sulla situazione in Kosovo: “Sono colpevole di aver creduto che l’Unione Europea e gli Stati Uniti avrebbero rispettato quanto firmato”


Il presidente serbo sostiene che la recente escalation è iniziata con l’avvento al potere del primo ministro kosovaro Albin Kurti, il cui governo porta avanti “la persecuzione dei serbi”, mentre l’Occidente guarda dall’altra parte.
Il presidente della Serbia, Aleksandar Vucic, in acolloquio con il canale locale Happy TV, ha dichiarato di essere in parte responsabile di quanto accaduto nel confronto sulla città di Banjska (regione serba del Kosovo) perché si è fidato della parola dell’Unione Europea e degli Stati Uniti per rispettare un accordo comune, firmato dalle parti un anno fa.

“La radice del problema è il regime di Kurti, ma la colpa è anche mia”, ha detto Vucic. “Le radici di tutto questo risalgono a circa un anno fa”, ha aggiunto. Lo scorso novembre, i serbi hanno eretto barricate nel nord della regione sulla richiesta di Pristina che le targhe verranno sostituite (targhe o brevetti) dai documenti rilasciati da Belgrado.
«Da quando Kurti è salito al potere è iniziata la persecuzione dei serbi. “Quando dicono che non è così, mentono.”

Il presidente serbo ha dichiarato che ” da quando Kurti è salito al potere, l’11% dei serbi se ne è andato “. “Fanno finta di non vederlo, sperando che il Kosovo rimanga senza serbi”.

Offerte non soddisfatte
Dopo un’escalation nella regione nel novembre 2022, le parti hanno raggiunto un accordo, che è stato sostenuto dall’Occidente. “Per 15 giorni abbiamo avuto colloqui difficili con tutti e abbiamo prodotto un documento che è stato accettato sia dall’Unione europea che dagli Stati Uniti. Il piano era di liberare tutti dalle barricate e non arrestare i serbi”, ricorda Vucic.

Serbia in stato d’assedio

La colpa è mia perché pensavo che avrebbero rispettato ciò che hanno firmato “, ha detto il presidente serbo, aggiungendo che, se non gli avessi creduto allora, “avrei messo di nuovo la Serbia in una situazione difficile”. Vucic ha inoltre sottolineato che i paesi occidentali “sono sempre più dalla parte di Kurti”.

Alla vigilia della sparatoria a Banjska, il leader serbo, durante l’ultima sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, ha accusato I paesi occidentali violano la Carta delle Nazioni Unite e le risoluzioni dell’organizzazione sul conflitto in Kosovo. Inoltre, ha sottolineato la doppiezza dei paesi occidentali , che dalla piattaforma dell’ONU sottolineano il loro impegno verso il principio dell’integrità territoriale e della sovranità degli Stati, riconoscendo allo stesso tempo l’indipendenza del Kosovo.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione: Luciano Lago


10 commenti su “Il presidente della Serbia sulla situazione in Kosovo: “Sono colpevole di aver creduto che l’Unione Europea e gli Stati Uniti avrebbero rispettato quanto firmato”

  1. Luciano Lago da buon Albanese ti dico che non conosci la storia purtroppo i slavi sono tremendi e i Albanesi hanno perso sempre che non è un popolo invasivo !!!

  2. A me risulta che…Dal 500 dc e fino al 1000 la popolazione della penisola balcanica, specie lontano dalla costa, fu soggetta a vari mutamenti per importanti spostamenti di popoli. Successivamente il territorio del Kosovo fu abitato da popolazioni serbe cristiane e di religione ortodossa per circa 300 anni fino alla conquista da parte degli Ottomani musulmani intorno al 1450. Nel periodo ottomano ci furono in tutti i territori soggetti immigrazioni di popolazioni di religione musulmana. Nel 1913 il Kosovo passò dagli ottomani al regno di Yugoslavia con capitale Belgrado. Cercare di ritagliare entità di pura razza porta sofferenza e orrore, come si è visto al tempo di Hitler e particolarmente in tante zone dei Balcani terre di storia mutevole. Imparare a convivere bisogna, anche se questo non è nei programmi NATO che vuole aprire un fronte di guerra in queste terre dove purtroppo facilmente i seminatori di zizzania possono ravvivare le memorie di soprusi impalamenti incomprensioni.

  3. Svegliatevi brutti addormentati !
    Non ci sarebbe stata nessuna guerra civile nella ex Jugoslavia Socialista se i criminali paesi “democratici” USA-UK-UE-NATO dal” inizio degli anni 80 non avessero ALIMENTATO -ARMATO -FINANZIATO E PROVOCATO LA DISGREGAZIONE della ex-Jugoslavia !
    Tra Albania comunista filo-cinese e Yugoslavia comunista indipendente c” erano già state in passato delle tensioni e venti di guerra per l” enclave Serba -Albanese del Kossovo rivendicata da entrambe le parti come Albanese o Jugoslava !
    Poiché nessun paese straniero ha fatto ingerenze in Kossovo non ci sono state guerre !
    Con la disintegrazione della Jugoslavia a seguito della guerra civile che ormai era finita i paesi USA & NATO hanno deciso di eliminare sia il governo Socialista Serbo considerato troppo amico della Russia ! Praticamente hanno deciso di eliminare ciò che restava della ex Jugoslavia di Tito che aveva sempre bloccato ogni invasione USA di territori verso Est e hanno deciso di togliere alla Serbia l” accesso al Mare Adriatico e di circondarla di paesi nemici Filo-USA (NATO ) .
    USA & NATO hanno creato una finta ribellione popolare Albanese violenta in Kossovo la reazione Serba sarebbe stata di inviare militari a riportare l” ordine con la scusa di presunte pulizie etniche da parte solo Serba (le pulizie etniche albanesi non vengono menzionate ) USA & NATO avrebbero fatto una guerra feroce guerra missilistica ed aerea alla Serbia !
    La Serbia isolata e indifesa bombardata a tappeto anche su obbiettivi civili avrebbe perso la guerra e avrebbe perso ila regione del Kossovo e avrebbe perso pure l” accesso al mare sul lato Adriatico .
    I Serbi sono persone dure che non si arrendono perciò non si sarebbero sottomessi ai voleri degli USA e prima o poi avrebbero tentato di riprendersi il Kossovo e forse pure anche l” accesso al mare per non essere sottomessi e strangolati dai paesi Filo-USA della UE . P.S. La colpa di questi nuovi venti di guerra non è né dei Serbi né degli Albanesi che sono delle pedine radioguidate dagli USA (anche tramite la NATO ) in un gioco di intrighi militari e internazionali .
    La Serbia comunista è crollata con la sconfitta militare nella guerra impari contro gli USA e contro la NATO !
    Il Kossovo Serbo è diventato poi Albanese con un regime fantoccio USA per volontà degli USA dopo la resa della Serbia Comunista ! Nella resa Serba agli USA e alla NATO presumo ci fosse pure la clausola di sciogliere il governo comunista di Belgrado e di accettare un regime capitalista perlomeno Filo-UE o Filo-NATO di facciata .
    La Serbia ha creato un regime “democratico” leggermente Filo-Occidentale ha anche consegnato ai vincitori Filo-USA sia il presidente Serbo sia parte del suo governo che hanno osato opporsi al” Impero USA portandoli in catene al” AIA dove dopo un processo farsa sono stati tutti condannati al” ergastolo !
    Dopo qualche anno l” ex presidente Serbo che doveva essere rilasciato se ci fosse stato un nuovo processo al” AIA imparziale è stato assassinato da sicari UE !
    Il messaggio che i regimi FILO-USA hanno inviato in tutto il mondo e chi osa opporsi alle guerre USA o ai colpi di Stato USA viene ucciso SEMPRE !
    La storiella stupida ed infantile che sono i Serbi o gli Albanesi che si vogliono scannare per volontà popolare va bene per imbonire o aizzare i popoli Occidentali !

  4. Kosovo je Srbija! Sono dalla parte dei cristiani perseguitati dai depravati sodomiti satanisti occidentali! Gli USA e i loro vassalli pur di perseguitare i cristiani hanno armato e finanziato l’UCK che è una banda di criminali della peggiore specie.

  5. La colpa di tutto questo è delle ONG sorosiane ed affini. Essi controllano i media e finanziano l’ odio e la divisione dei popoli al fine di seminare zizzania quindi il caos. Mai sentito parlare di cancel culture? Secondo me è iniziato negli anni ’60. Il programma è plurigenerazionale. Tutto l’ occidente è nelle loro mani.

  6. UCK = nazistoidi mercenari al soldo della NATO … il solito “gioco” dello spezzatino dei paesi resistenti portato avanti da USA-UK-NATO-UE …

  7. Io voglio vedere a voi che fine state facendo che con 2-3 anni di coronavirus vi siete piegati e disciplinati spaghettoni avete perso religione ragione e anima, volevo vedere voi un popolo come quello Albanese 500 sotto l’impero ottomano quanti di voi avrebbero resistito senza cambiare religione ma noi siamo uno degli popoli più antichi in Europa e i slavi sono tutti importati negli Balcani!

  8. Chi si fida della NATO fa una brutta fine, basta vedere Armenia e Georgia, l’Armenia ha aderito al tribunale internazionale per cui se Putin mette piede a Yerevan finisce arrestato, e di conseguenza i russi stanno per spegnere l’economia armena, mentre in Georgia si aspettano un’altra rivoluzione colorata promossa da USAID, NED e CIA da un momento all’altro, allo scopo disperato di aprire un nuovo fronte antirusso nel Caucaso scatenando talmudicamente una nuova guerra tra cristiani.
    Ciò potrebbe paradossalmente favorire l’Iran, in caso di fuga di massa degli armeni perlopiù verso la Russia gli iraniani, che hanno già grandi interessi nel piccolo paese, potrebbero trasferirvi i profughi hazara che hanno accolto dall’Afghanistan, e provocare la caduta del regime filosionista azero di Alyev, per sostituirlo con uno sciita filoiraniano.
    In fondo sarebbe stato meglio se la Russia zarista avesse lasciato il paese alla Persia, oggi gli azeri iraniani parlano farsi e sono completamente assimilati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM