Il presidente al-Assad riceve a Damasco il ministro degli Esteri egiziano

Si riavvicinano i rapporti della Siria con l’Egitto dopo il terremoto.
Il ministro degli Esteri egiziano Sameh Shoukry trasmette un messaggio di solidarietà al governo siriano dopo il devastante terremoto che ha colpito il nord del Paese.

Oggi, lunedì, il portavoce ufficiale del ministero degli Esteri egiziano, Ahmed Abu Zeid, ha dichiarato che il presidente siriano Bashar al-Assad ha incontrato a Damasco il ministro degli Esteri egiziano Sameh Shoukry.

Durante l’incontro, il presidente siriano ha ringraziato l’Egitto e il suo popolo per aver ospitato i profughi siriani nelle sue terre e per averli trattati bene come fratelli.

Shoukry ha trasmesso un messaggio di solidarietà e sostegno da parte del governo e del popolo egiziano ai fratelli in Siria dopo il devastante terremoto.
Il Ministro degli Esteri egiziano è arrivato questa mattina a Damasco, ed è stato ricevuto dal Ministro degli Esteri e degli Esteri siriano, Faisal Al-Miqdad.

La visita è stata un’affermazione di solidarietà e un’offerta di aiuto alle persone colpite nelle aree colpite sia in Siria che in Turchia.

A sua volta, il corrispondente di Al-Mayadeen ha affermato che il ministro degli Esteri egiziano Sameh Shoukry ha consegnato al presidente Assad un messaggio di solidarietà al governo siriano dopo il devastante terremoto.

Il nostro inviato ha aggiunto: “Il ministro degli Esteri egiziano ha incontrato il presidente Assad e il ministro degli Esteri siriano durante la sua visita a Damasco prima di partire per Ankara”.

Ieri il portavoce ufficiale del ministero degli Esteri egiziano, Ahmed Abu Zeid, aveva dichiarato che Shukri si sarebbe recato lunedì in Siria e Turchia.

“Questa visita mira a trasmettere un messaggio di solidarietà dall’Egitto ai due Paesi e ai loro due popoli fratelli, a seguito della catastrofe del terremoto che ha lasciato gravi perdite in entrambi i Paesi”, ha detto Abu Zeid.

Migliorano i rapporti arabo-siriani dopo la tragedia del terremoto che ha spinto i Paesi della regione a inviare ingenti aiuti a Damasco.

A seguito del terremoto, l’Egitto ha inviato in Siria aerei e navi carichi di aiuti medici e di soccorso . Allo stesso modo, il ministro degli Esteri egiziano ha contattato il suo omologo siriano, Faisal al-Miqdad, per porgere le condoglianze alle vittime.

Ieri il presidente siriano Bashar al-Assad ha ricevuto i capi e i membri delle delegazioni parlamentari arabe giunte in Siria, in visita di solidarietà a seguito della tragedia del recente terremoto che ha colpito il Paese.

Nota: La Siria è ancora sottoposta al regime si sanzioni decretato dagli USA e dalla UE che è stato solo temporaneamente allentato dopo il terremoto. Dopo oltre undici anni di guerra la Siria sta uscendo dall’isolamento e l’aiuto di altri paesi arabi della regione sarà prezioso per la sua ricostruzione. Rimane i problema dei continui attacchi di Israele che pochi giorni fa aveva attaccato una zona residenziale di Damasco e che a Gennaio aveva bombardato l’aeroporto di Damasco.
Fonte: Al-Mayadeen Net + agenzie

Traduzione e nota: Fadi Haddad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM