Il premier dell’India Modi Si Oppone Agli Sforzi Imperialisti Per Distruggere Il Venezuela –


L’India Sostiene Maduro Come Legittimo Presidente e da’ uno schiaffo agli USA

NUOVA DELHI, India – Il governo indiano guidato da Modi venerdì si è rifiutato di partecipare a qualsiasi tentativo di riconoscere il presidente autoproclamato del Venezuela e ha affermato che spetta al popolo di quel paese trovare una soluzione politica, respingendo le interferenze esterne in un paese affari interni.

In risposta alle domande sulla situazione in Venezuela, il portavoce ufficiale MEA dell’India ha dichiarato: “Stiamo seguendo da vicino la situazione emergente in Venezuela. Siamo del parere che spetti al popolo del Venezuela trovare una soluzione politica per risolvere le proprie differenze attraverso un dialogo e una discussione costruttivi senza ricorrere alla violenza “.

“Riteniamo che la democrazia, la pace e la sicurezza in Venezuela siano di fondamentale importanza per il progresso e la prosperità del popolo venezuelano. India e Venezuela godono di relazioni strette e cordiali “, ha sottolineato il portavoce.

Il Venezuela è un fornitore chiave di petrolio greggio in India e ha aderito anche all’International Solar Alliance. L’India ha investito in beni petroliferi del Venezuela.

Il governo combattivo del Venezuela ha attaccato i suoi avversari giovedì, ottenendo un forte sostegno da parte delle forze armate del paese e il solido sostegno della Russia, che ha avvertito gli Stati Uniti di non intervenire. Anche la Cina si è aggiunta nel sostenere il governo di Caracas.
Il leader dell’opposizione Juan Guaidó, che si è dichiarato presidente, è stato sostenuto dagli Stati Uniti e da pochi altri governi latinoamericani. Il vicepresidente e il segretario di stato degli Stati Uniti hanno esteso il loro sostegno agli sforzi dell’opposizione.

Il presidente russo ha telefonato al presidente venezuelano Nicolas Maduro e “ha sottolineato che l’interferenza distruttiva esterna è una grave violazione delle norme fondamentali del diritto internazionale”, secondo una dichiarazione sul sito web ufficiale del Cremlino.

Argentina, Brasile, Canada, Cile, Colombia, Costa Rica, Paraguay, Perù, Ecuador, Guatemala e l’Organizzazione degli Stati americani hanno anche riconosciuto Guaidó come leader del paese. Il Messico e altri nella regione non hanno, tra cui Cuba e Bolivia, alleati di vecchia data di Maduro.

*

da Economic Times, India

3 Commenti

  • Fabio Franceschini
    27 Gennaio 2019

    Beh pare che anche l’ue riconoscerà il nuovo “presidente”.non è poco! Prevedo una sanguinosa guerra civile mi immagino che gli usa si siano già comprati qualche repartio militare e qualche ufficiale. Strano che questa mossa non fosse già stata prevista daaduro e soci. Maduro non mi pare proprio un fenomeno vedremo se riuscirà a mantenere l’indipendenza venezuelana.

  • nicholas
    27 Gennaio 2019

    Mi chiedo come mai la Francia e la Germania abbiano fatto il comunicato a favore degli Usa.
    non capisco.

  • Idea3online
    27 Gennaio 2019

    Erdogan si è tolto la soddisfazione contro chi cercava la sua pelle sostenendo Maduro, inoltre la Russia pagherà con la stessa moneta l’Occidente, voi avete “acquistato” l’Ucraina, Putin entra in Venezuela come difensore del popolo venezuelano. Ed gli USA possono solo guardare perchè per adesso non vogliono lo scoppio della Grande Guerra, ma hanno inteso che la Russia e la Cina sono pronti allo scontro. La Grande Signora che siede Regina sta perdendo amanti per strada……

Inserisci un Commento

*

code