Il potere tossico di Israele negli Stati Uniti

Il Dr. Marc Lemont Hill, il redattore della CNN, licenziato di recente, dovrebbe essere contento e felice di essere vivo e di essere sfuggito a un linciaggio da parte di mob infuriati israeliani e scampato per miracolo alla squadra di fuoco dell’IDF sponsorizzata da Hollywood.

“Marc Lamont Hill, professore alla Temple University e un accanito sostenitore dell’uguaglianza, è stato forse la voce più forte, più articolata e più appassionata contro il razzismo e il fanatismo tra i contributori regolari della CNN. Oggi, la CNN lo ha licenziato perché lui crede che anche i palestinesi rientrino in una visione in cui tutte le persone meritano uguali diritti. Per la CNN, era davvero troppo.

Marc è stato preso di mira da quella che può essere descritta solo come una campagna organizzata per mettere a tacere la sua difesa di principio e coerente contro il razzismo e per la parità di trattamento di tutte le persone, compresi i palestinesi. Mercoledì, come parte di un incontro speciale del Comitato per l’esercizio dei diritti inalienabili del popolo palestinese, in osservanza della Giornata internazionale della solidarietà delle Nazioni Unite con il popolo palestinese presso la sede delle Nazioni Unite a New York, Marc è stato invitato come membro della società civile per fornire una dichiarazione al forum. Lo ha fatto essendo appena tornato dai territori palestinesi, e ha chiarito che la sua esperienza di americano nero e la storia della lotta contro la schiavitù e Jim Crow negli Stati Uniti informano la sua solidarietà con il popolo palestinese”.  (Huffington Post)

Nessuno in America osa criticare Israele se spera di sopravvivere in un lavoro o in una professione. Chiunque dubiti del potere tossico e dell’influenza di Israele sui media statunitensi, sulla politica, sulle istituzioni accademiche e finanziarie dovrebbe pensarci due volte. Criticare Israele e la sua occupazione militare e dei coloni non è soltanto un crimine, è anche considerata manifestazione di antisemitismo. Quelli che la pensano così hanno un problema mentale.

L’immediato licenziamento di Marc Lemont Hill da parte della CNN arriva dopo che questi aveva rilasciato una dichiarazione alle Nazioni Unite in cui ha chiesto una Palestina libera dal mare fno al fiume Giordano, cosa che alle sensibili forze sioniste negli Stati Uniti è considerata una retorica razzista e antisemita che richiama per la distruzione di Israele.

Nessuno nella CNN o in altre grandi reti vuole sentire richieste di giustizia per gli israeliani e per i palestinesi. Il messaggio di Marc Lemont Hill era “un appello alla giustizia, sia in Israele che in Cisgiordania / Gaza”.

Lemont Hill aveva affermato: “Sostengo la libertà palestinese; Sostengo l’autodeterminazione palestinese. Sono profondamente critico nei confronti delle politiche e delle pratiche israeliane “.

AIPAC, Lobby israeliano

Cosa c’è di così diabolico è di così sbagliato e offensivo per l’America sionista in quelle parole? Niente.

Anche se ho cercato e rivisto alcuni dei post su chi è chi sui media americani, ho scelto di non menzionarlo qui, lasciandolo ai lettori a fare le proprie ricerche per vedere che i media mainstream sono un potente strumento per i sostenitori di Israele.

L’ultima volta che ho controllato i casi del Primo Emendamento, anche l’incitamento all’odio è un discorso protetto. Con un voto unanime della Corte Suprema degli Stati Uniti nel caso di Matal v Tam, nessun discorso di odio è un’eccezione se non quando “tale discorso è diretto ad incitare all’azione imminente senza legge”. La dichiarazione di Marc Lemont Hill certamente non si avvicina all’odio e certamente non ha creato alcuna azione legale immanente. Tuttavia, la CNN e i principali media negli Stati Uniti, incluso il Congresso degli Stati Uniti, stanno riscrivendo il Primo Emendamento approvando leggi che rendono la critica di Israele un reato punibile con la multa e la reclusione.

A guidare l’accusa per tale legislazione non è nientemeno che il leader democratico leader del Senato liberale, Chuck Schumer, un primatista israeliano ( “Israel-Firster”) che sta usando la sua posizione per erodere la libertà di parola, associazione e assemblea, che sono diritti fondamentali del popolo americano, a favore del suo amore e della prima causa di lealtà, Israele.

Con così tanto potere e influenza sull’America, la lobby israeliana e le macchine da soldi sioniste hanno fatto strada nella politica dello stato, riuscendo a far sì che molti stati riscrivano la libertà di scegliere di”boicottare” Israele come un crimine e negare a qualsiasi compagnia o azienda o individui che sostengano il BDS (boicottaggio degli insediamenti israeliani illegali e criminali) dal fare affari con lo stato.

Ora paragoniamo il boicottaggio di insediamenti armati e illegali che trasgrediscono le proprietà palestinesi rubate e boicottano l’occupazione militare israeliana contro l’indignazione per la decisione della Carolina del Nord sull’uso di “servizi igienici neutri”.

Cinquanta anni vuoti e vuoti di occupazione dei coloni armati, oltre 550 umilianti checkpoint di sicurezza che milioni di palestinesi devono affrontare ogni giorno mentre vengono trattati come bestiame. Cinquant’anni di arresti arbitrari e imprigionamenti amministrativi per mesi e anni senza processo o prove pubbliche, mentre oltre un milione di palestinesi sono stati “ospiti” delle carceri militari israeliane.
Ci sono state decine di migliaia di demolizioni di case con la pretesa che le case fossero “costruite senza permessi”, dato che i palestinesi avrebbero dovuto aspettare per decenni per ottenere una licenza per la costruzione della casa o il rimodellamento. Ma i coloni criminali che hanno violato le proprietà palestinesi possono semplicemente conquistare terre palestinesi e costruire; possono razziare città e villaggi; profanare chiese e moschee, certi di avere sempre l’impnità assicurata in quella che viene definita “l’unica democrazia del Medio Oriente”.

Fonte: Veterans Today

Traduzione: Luciano Lago

3 Commenti

  • Sed Vaste
    2 Dic 2018

    Ma lo stesso vale per l ‘,italia chi dei nostri politici o giornalisti di giornali importantI si e’ mai permesso di criticare gli ebrei , digitate ” 7 ottobre LA verita’ per israele” pure sgarbi lecchino ignobile Ecco Spiegato xche’ ancora questo rudere abnormals venga chiamato Ancora a bestemmiare in tutte le Tv

  • Mardunolbo
    4 Dic 2018

    Gli Usa sono un feudo dei giudei ,praticamente dalla nascita. Sono una colonia ancor più da quando hanno cominciato ad importare negri dall’Africa organizzando la tratta degli schiavi..
    https://www.youtube.com/watch?v=YTu3hcY4_54
    Qui si legge bene come siano feudo ebraico/sionista:
    https://comedonchisciotte.org/non-osano-pronunciarne-il-nome-sionismo-rothschild/

  • Mardunolbo
    4 Dic 2018

    Gli Usa sono un feudo dei giudei ,praticamente dalla nascita. Sono una colonia ancor più da quando hanno cominciato ad importare negri dall’Africa organizzando la tratta degli schiavi..
    https://www.youtube.com/watch?v=YTu3hcY4_54
    Qui si legge bene come siano feudo ebraico/sionista:
    https:/comedonchisciotte.org/www.youtube.com/watch?v=YTu3hcY4_54

Inserisci un Commento

*

code