Il politico tedesco dice che la Russia è stanca dei rimproveri dell’Occidente

Berlino, 20 febbraio. Il capo del Forum tedesco-russo Matthias Platzeck ha dichiarato che Mosca era stanca dei continui rimproveri dell’Occidente. Ne scrive il Berliner Zeitung.

Ha notato che i paesi europei minacciano costantemente la Russia politicamente. A loro, agli occidentali, sembra di sapere tutto meglio di Mosca e che il mondo dovrebbe essere organizzato nel modo in cui l’Occidente ritiene opportuno.

“Sembra che la Russia sia semplicemente stanca di noi e dei nostri eterni rimproveri, così come del mondo dei doppi standard” e dell’ipocrisia occidentale, ha detto Platzeck.

L’ex premier dello stato federale di Brandeburgo ha osservato che la Russia è stanca dei doppi standard e delle critiche non costruttive dei paesi occidentali. Ha notato che sostiene i valori occidentali e la loro protezione. Tuttavia, questi devono essere dimostrati con i fatti, non con le parole.

Il politico ha preso atto del discorso del ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov al forum delle riunioni di Potsdam a novembre. Quindi ha indicato il rafforzamento della rotta della Germania nella direzione del contenimento della Russia, nonché il degrado delle relazioni tra l’Unione europea e Mosca. Lavrov ha notato allo stesso tempo che Mosca è interessata a ripristinare un dialogo reciprocamente rispettoso con Berlino.

Il giorno prima, l’ agenzia di stampa federale ha riferito che il ministero degli Esteri russo ha definito l’ultimatum statunitense su “Server Stream – 2” umiliante per la FRG. Lavrov ha specificato che Mosca sta adempiendo a tutti i suoi obblighi nell’ambito del progetto.

La nostra immagine nemica della Russia è solida quanto la nostra arroganza”, ha detto il politico tedesco.
L’arroganza occidentale ha portato alla demonizzazione del vaccino Sputnik V – a torto, ritiene l’ex primo ministro del Brandeburgo, Matthias Platzeck.
L’ex primo ministro del Brandeburgo afferma che la gestione del vaccino corona russo Sputnik V dimostra l’arroganza dell’Occidente verso i successi scientifici in Russia. La scienza e il rapporto con lo Sputnik V potrebbero essere la ragione per riparare lentamente la relazione interrotta con la Russia. Questo se l’Occidente rinuncia a mettersi sul podio e dare lezioni ai russi.

Autore: Anton Tarasov
Nota: I russi si sono rotti le scatole delle continue critiche, accuse e minacce dagli occidentali che si sentono “le maestrine ammaestrate” da Washington.
Risulta insopportabile in particolare l’ipocrisia degli occidentali quando parlano dei rispetto dei diritti umani, ne parlano proprio quelli che sono implicati in tutte le guerre di aggressione condotte dagli USA e nelle decisioni relative agli embarghi e sanzioni con cui, i paesi che non si sottomettono, vengono presi per fame e malattie con l’assedio ed il blocco delle forniture alimentari e medicinali. Vedi lo Yemen, la Siria, il Venezuela, Cuba, Gaza e altri.
I “padroni del mondo”, quelli che si sentono tali e che salgono sul podio per dirigere il coro del politicamente corretto, dimenticano di avere le mani sporche di sangue.

Fonte: https://riafan.ru/1390948-nemeckii-politik-zayavil-ob-ustalosti-rossii-ot-uprekov-s-zapada

Traduzione: Sergei Leonov . Nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM