Il pluripremiato giornalista Julian Assange languisce in una prigione britannica di massima sicurezza per conto del regime Biden


Dal dottor Leon Tressell

Gli Stati Uniti ei loro alleati della NATO hanno armato la questione dei diritti umani; utilizzandola per attaccare i loro avversari geopolitici, in particolare Russia e Cina. Purtroppo, i falsi media in Occidente non riescono a sottolineare la palese ipocrisia di questa arma dei diritti umani.

A metà febbraio, il regime di Biden ha indicato che stava effettuando una revisione “tra le agenzie” al fine di chiudere Guantánamo Bay entro la fine del mandato del presidente. Questo suona stranamente familiare. Barack Obama a pochi giorni dall’insediamento aveva anche lui promesso di chiudere la famigerata prigione che ancora oggi detiene almeno 40 detenuti.

La stragrande maggioranza dei media in Occidente che portano notizie della promessa di Biden distorcono o omettono volutamente le notizie ai loro lettori. Non ricordano al loro pubblico che il giornalista Julian Assange, lo stesso che a suo tempo aveva denunciato le violazioni dei diritti umani commesse dagli Stati Uniti a Guantánamo Bay, è ancora oggi rinchiuso in una prigione britannica di massima sicurezza.

Dieci anni fa WikiLeaks aveva iniziato a rilasciare i famigerati file Gitmo (Guantánamo Bay) per i quali Julian Assange rischia oggi di essere condannato a 40 anni di reclusione se estradato negli Stati Uniti.

I fascicoli Gitmo denunciano le violazioni sistematiche e di routine della Convenzione di Ginevra e l’abuso e la tortura avvenuta su quasi 800 prigionieri a Guantánamo Bay. Rivelano che il governo degli Stati Uniti ha consapevolmente imprigionato 150 uomini e ragazzi innocenti senza alcuna accusa formale. Questi prigionieri andavano da un uomo afghano di 89 anni con demenza a un ragazzo di 14 anni che era stato sequestrato dalla sua famiglia.

Il manuale di procedura operativa standard di Camp Delta è stato rivelato da WikiLeaks. Questo dimostra come le forze armate americane si siano regolarmente impegnate in pratiche contrarie alle Convenzioni di Ginevra. Queste violazioni dei diritti umani includevano l’uso di routine della tortura fisica e psicologica sui prigionieri. Una tecnica particolarmente nota impiegata dai militari americani era la tecnica di tortura che prevedeva il waterboarding, cioè l’annegamento simulato dei prigionieri nel tentativo di ottenere una confessione.

Il giornalista investigativo Andy Worthington ha usato i Gitmo Files per smascherare le ripetute bugie del governo degli Stati Uniti secondo cui non erano detenuti bambini a Guantánamo Bay. Le indagini di Worthington hanno rivelato che almeno 22 bambini sono stati trattenuti a Guantánamo Bay in diretta violazione del diritto internazionale. Il Protocollo alla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell’infanzia sul coinvolgimento dei bambini nei conflitti armati rileva che si deve procedere “alla riabilitazione fisica e psicosociale e il reinserimento sociale dei bambini vittime di conflitti armati” e di non punirli imprigionandoli accanto ai prigionieri adulti.
Il 15 giugno 2011 Andy Worthington ha osservato :
“Resta vergognoso che così tanti minori siano stati detenuti a Guantánamo – e che tre ex bambini prigionieri siano ancora detenuti – ma è altrettanto disgustoso che, sotto il presidente Obama, uno di questi ex bambini prigionieri sia stato obbligato ad accettare che, in tempi moderni, la loro stessa esistenza sia dichiarata illegale nel giorno in cui l’America, i legislatori e il ramo esecutivo, senza un mormorio di dissenso da parte della magistratura, hanno organizzato la criminalizzazione degli oppositori delle forze armate statunitensi in tempo di guerra, considerando le loro azioni (dei bambini) erroneamente come crimini di guerra . ”

Juian Assange nel momento dell’arresto

Julian Assange vittima di torture psicologiche

Eccoci qui 10 anni dopo e l’uomo che ha contribuito a denunciare questi crimini ora risiede da circa due anni in una prigione britannica di massima sicurezza piena di assassini condannati e rapinatori armati.

Julian Assange è tenuto in isolamento in condizioni incredibilmente restrittive e dure. Gli vengono negate le visite della sua famiglia da oltre sei mesi. Durante quest’ultimo inverno gli sono stati negati i vestiti caldi inviati dalla sua famiglia ed è stato lasciato a rabbrividire in una fredda cella di prigione sullo sfondo di una mortale pandemia globale.

Julian Assange soffre di una varietà di patologie nelle condizioni di salute fisica e mentale, ma ci si aspetta che prepari la sua difesa contro l’estradizione negli Stati Uniti dalla sua cella della prigione. Questo stato scandaloso di cose ha portato il professor Nils Meltzer , che è il relatore speciale delle Nazioni Unite sulla tortura, per chiedere al governo britannico di liberare Julian Assange dalla sua prigione .

Il 17 aprile il Prof Meltzer è intervenuto al Simposio internazionale dei parlamentari nel caso di Julian Assange. Il relatore speciale Meltzer ha visitato Julian nella prigione di Belmarsh nel maggio 2019 accompagnato da due esperti in torture fisiche e psicologiche. Ognuno di loro ha esaminato separatamente l’editor di WikiLeaks. Le prove raccolte da queste valutazioni separate hanno portato il professor Melzer ad affermare in modo inequivocabile che Julian Assange è stato vittima di torture psicologiche per mano di quattro stati che lavoravano in tandem.

Durante il suo briefing, Nils Melzer si è rivolto a parlamentari di 40 paesi e ha fornito un’accusa schiacciante su come gli Stati Uniti, il Regno Unito, la Svezia e l’Ecuador si fossero uniti per perseguitare un giornalista per aver smascherato prove di crimini di guerra.

“Quello che si sta facendo qui è un’accusa che non persegue la legge e la giustizia, ma persegue scopi politici. E quindi è una persecuzione non è un’accusa. Tutto questo dipende dalla buona fede degli stati perseguitori e qui non parlo solo degli Stati Uniti, ma anche del Regno Unito. Parlo della Svezia. Parlo dell’Ecuador. In tutti questi quattro stati in ogni singolo procedimento avvenuto contro Julian Assange o riguardante i suoi diritti procedurali, posso affermare che in qualità di avvocato internazionale i suoi diritti procedurali sono stati sistematicamente violati in ogni fase di ogni procedimento in ciascuna giurisdizione.

Meltzer ha anche raccontato ai parlamentari come aveva scritto a tutti e quattro gli stati dichiarando di aver identificato gravi violazioni della legge sui diritti umani nel caso di Julian Assange. Ha inoltre aggiunto di aver chiesto a quegli stati di collaborare con la sua indagine. Melzer ha sottolineato che tutti e quattro gli stati hanno rifiutato di impegnarsi in qualsiasi tipo di dialogo costruttivo con lui.

Manifestazione per la liberazione di Assange

Il futuro

È possibile che a maggio l’Alta Corte di Londra inizi a sentire l’appello del regime di Biden contro la decisione del tribunale di gennaio di non estradare Julian Assange negli Stati Uniti.

Ora più che mai è di vitale importanza che la gente comune in tutto il mondo intraprenda azioni per sostenere un giornalista minacciato di 175 anni di carcere per aver denunciato crimini di guerra, tortura e corruzione.

La leadership del partito laburista deve porre fine al suo vergognoso silenzio su questo caso e chiedere al governo britannico di adempiere ai suoi obblighi ai sensi del diritto internazionale sui diritti umani e di liberare Assange dalla prigione.
Nota: I governi che hanno negato i diritti di Julian Assange e lo hanno costretto in carcere da oltre due anni sono gli stessi che si affannano a condannare la Russia per la detenzione di Navalny, imputato di reati comuni in Russia. Sono in particolare i governi del Regno Unito e degli Stati Uniti che di continuo alzano la voce in difesa dei diritti umani in Russia, in Cina e in altri paesi ritenuti autocratici e ostili all’Occidente.

Fonte: Global Research

Traduzione e nota: Luciano Lago

16 Commenti
  • giorgio
    Inserito alle 19:28h, 30 Aprile Rispondi

    I media criminali nostrani ci rompono le balle tutti i giorni con gli agenti provocatori Zaki e Navalny il primo a libro paga delle ong sorosiane e il secondo della cia ….. oltre che per i provocatori mercenari di Hong Kong e Myanmar ……
    Questa è la libertà di espressione tanto vantata dalle democrazie occidentali ….. propaganda a senso unico, lavaggio del cervello martellante e falsificazione della realtà ……
    Che trattamento dovremo riservare a questi paladini della libertà di stampa ? Si accettano suggerimenti …….

  • giorgio
    Inserito alle 19:35h, 30 Aprile Rispondi

    I media criminali occidentali ci rompono le balle tutti i giorni piagnucolando per i provocatori Zaki e Navalny, a libro paga delle ong sorosiane il primo, e della cia il secondo ……. oltreche per i dimostranti mercenari di Hong Kong e Myanmar …..
    Questa è la libertà di stampa praticata in occidente, falsificazione della realtà e lavaggio del cervello martellante ……
    Che trattamento dovremo riservare a questi paladini dei diritti umani considerando che Assange è in galera ? Si accettano suggerimenti ……

    • atlas
      Inserito alle 22:40h, 30 Aprile Rispondi

      ma il c.d. ‘occidente’ è massone e democratico; stanno facendo il loro lavoro. E’ stata la Russia a saper difendere Snowden ma non Assange

  • sublime
    Inserito alle 19:44h, 30 Aprile Rispondi

    Globallizzazione=diffusione su scala mondiale,grazie ai nuovi mezzi di comunicazione,di:BALLE.

    • Kaius
      Inserito alle 19:46h, 30 Aprile Rispondi

      Volete una spara balle o un calunniatore?
      Niente paura la scimmietta teoclimena fa al caso vostro.

  • atlas
    Inserito alle 21:58h, 30 Aprile Rispondi

    intanto la Russia ha vietato l’ingresso nella Nazione al presidente della ue, il giudeo David Sassoli; ottima mossa

    e poi https://www.repubblica.it/esteri/2021/04/30/news/israele_crolla_gradinata_a_pellegrinaggio-298717928/?rss&ref=twhr&__vfz=medium%3Dsharebar&fbclid=IwAR34Pt8UbsUfiB1r3x_MS2Q8Ie4VaYE6BotvgGcrJd0Z-bshTvTiImYPdOI

    tutto è voluto da DIO, Grande e Potente, chi lo può fermare ?

    • Kaius
      Inserito alle 23:47h, 30 Aprile Rispondi

      Chi può fermare Dio?
      Teoclipedo secondo me.
      Nel senso che Dio lo vede,si ferma,gli sputa addosso,lo polverizza e va avanti.

  • Franco
    Inserito alle 22:45h, 30 Aprile Rispondi

    Atlas. Dare del giudeo a questa comparsa al nome di Sassoli, e offensivo verso I veri giudei, che sono pochissimi della diaspora. Incominciamo a chiamarli per il vero nome. Khazari, che si convertirono secoli fa. E che si riversarono in Europa dall’alto medioevo, espandendosi a macchia d’olio .

    • atlas
      Inserito alle 02:23h, 02 Maggio Rispondi

      hai le prove sul che tipo di giudeo sia ? A me non interessa per nulla, solo sò che non mi piace, per niente (commento diplomatico. MOLTO diplomatico)

  • Teoclimeno
    Inserito alle 02:34h, 01 Maggio Rispondi

    La presenza degli ameri-cani nella Baia di Guantanamo a Cuba, è anacronistica. Vanno buttati tutti a mare in pasto ai pesci.

    • Kaius
      Inserito alle 07:52h, 01 Maggio Rispondi

      E i teoclipedi disinformatori massoni e odiatori del Cristianesimo e dei bambini devono seguire.
      Come disse Cristo:”Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare”.

  • Teoclimeno
    Inserito alle 11:40h, 01 Maggio Rispondi

    Pedofilia, Il Papa in Irlanda: “La Chiesa ha fallito e io mi vergogno”. Se lo dice lui, forse c’è qualcosa di vero.

    • Kaius
      Inserito alle 12:49h, 01 Maggio Rispondi

      Si il “papa”…..perfino le galline sanno che bergoglio non è papa,che non crede in Cristo ma che è un massone teoclipede infiltrato.,figuriamoci se perde l occasione di dire che la Chiesa è piena di pedofili….
      Meno male che hai tirato fuori l l’argomento così si può approfondire.
      Dal 2002 ad oggi i casi di pedofilia nella chiesa riguardano lo 0.02% di chi “lavora” li.
      Ovvero parliamo di quella picocla minoranza pedo massonica satanica che prima stupri i bambini e poi da la colpa alla chiesa.
      Piuttosto spostiamoci in Olanda dove c è un partito politico composto da atei massoni pedofili.
      In seguito l intervista:
      https://m.youtube.com/watch?v=dTBWWM17pv8
      Non è che tu in realtà sei un devoto fervente che scrivendo cazzate si spaccia per ateo/massone per essere smerdato?
      È veramente troppo facile….

      • giorgio
        Inserito alle 19:27h, 01 Maggio Rispondi

        E infatti siamo al punto che il “papa” (notare le virgolette) farà firmare al clero una dichiarazione in cui si promette di non fregarsi quattrini e portarli nei paradisi fiscali …..
        Per le èlite finanz globaliste è una manna dal cielo …. non è difficile trovare 2 o 3 cardinali filo globalisti corrompibili per perseguire il fine della distruzione di ogni sentimento religioso nei popoli ……
        perchè ci sarebbe il rischio che i credenti seguano più gli insegnamenti cristiani che quelli dei mercati, il che potrebbe ostacolare i loro piani di dominio …….

        • Kaius
          Inserito alle 20:27h, 01 Maggio Rispondi

          Si va bene ma mettiamo pure le virgolette tra le parole clero e cardinali.
          Traduzione:massoni pedo satanici infiltratisi nella chiesa.

  • antonio
    Inserito alle 18:19h, 01 Maggio Rispondi

    Inghilterra, la corona delle droghe pesati e del virus Corona