APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

Il Pakistan ordina alla sua forza aerea di abbattere i droni USA che violino i suo spazio aereo

Nel mezzo di una grave crisi nelle relazioni tra Washington e Islamabad, il Pakistan ha considerato gli USA come responsabili di un gran numero di morti civili nel paese asiatico.
“Non permetteremo che alcuno violi il nostro spazio aereo. Ho personalmente ordinato alla PAF (Forza Aerea del Pakistan) di abbattere tutti i droni, in particolare quelli USA, che entrano nel nostro spazio aereo, violando la sovranità e integrità territoriale del paese “, ha detto il comandante in capo della Forza Aerea, Sohail Aman, in un discorso ad Islamabad, come ha informato il giornale The Times of India.

L’ordine viene visto come un cambiamento della precedente politica del Pakistan, che era solita censurare pubblicamente gli attacchi con i droni statunitensi nel proprio territorio, ma senza minacce di abbatterli, mai fatte in passato.
L’annuncio si è prodotto due settimane dopo che un drone statunitense aveva attaccato una presunta postazione di miliziani nella regione tribale del Pakistan, vicino alla frontiera afghana, uccidendo almeno tre persone.

Gli USA hanno utilizzato droni per realizzare voli di vigilanza ed attacchi aerei in Pakistan da quando Washington ed i suoi alleati hanno invaso il vicino Afghanistan nel 2001.
Secondo i dati dell’ufficio del Giornalismo di Investigazione, centinaia di civili, e fra quelli donne e bambinj, sono morti negli attacchi con i droni statunitensi contro obiettivi che si consideravano terroristi nel Pakistan e nell’Afghanistan dal 2004.

Proteste in Pakistan contro gli attacchi dei droni USA

Islamabad ha condannato le incursioni dei droni statunitensi sul suo territorio, descrivendoli come una violazione della propria sovranità.
Le operazioni dei droni di Washington sono molto impopolari tra la popolazione pakistana che ha realizzato molte manifestazioni di protesta negli ultimi anni contro le morti di civili causate da tali attacchi aerei.

L’ultimo avvertimento del Pakistan si era verificato nel corso di una crisi nei rapporti fra i due paesi causata dalle dichiarazioni fatte da Donald Trump in cui questi aveva accusato il governo pakistano di collegamenti con i gruppi di miliziani.
I responsabili di Islamabad hanno respinto fortemente le accuse ed affermano che il Pakistan ha fatto grandi sforzi per lottare contro il terrorismo.
Le critiche di Trump si erano avute in Agosto quando questi aveva annunciato la sua nuova strategia di governo per l’Afghanistan. I commenti del presidente USA avvano procurato indignazione tra i dirigenti ed il pubblico pakistano.

Fonte: Al Manar

Traduzione: Alejandro Sanchez

*

code