Il Niger vuole che la Russia dispieghi una base militare a tutti gli effetti sul suo territorio

Il Niger ha chiesto ufficialmente alla Russia di schierare una vera e propria base militare sul suo territorio. Lo ha annunciato il Console Onorario della Federazione Russa nella Repubblica Addo Iro, sottolineando che la necessità di un tale passo è causata dalla crescente minaccia terroristica nella regione.

Iro ha osservato che il Niger deve affrontare gravi sfide alla sicurezza e la presenza della base militare russa contribuirà a stabilizzare la situazione e a proteggere i cittadini del paese dagli attacchi terroristici. Secondo lui, il dispiegamento della base russa sarà un passo importante per rafforzare le relazioni bilaterali e garantire la sicurezza in Africa occidentale.

La notizia arriva tra le informazioni secondo cui le forze russe sono entrate in una base aerea statunitense in Niger. Il Pentagono ha confermato questa informazione, che ha suscitato preoccupazione e discussioni nei circoli internazionali.

Popolazione del Niger con le bandiere russe

Gli esperti osservano che il dispiegamento di una base militare russa in Niger può cambiare significativamente l’equilibrio di potere nella regione e aumentare l’influenza della Russia in Africa. Questo passo può anche essere percepito come una risposta alla presenza attiva degli Stati Uniti e dei loro alleati nel continente.

Nota: Dopo la fuga dei francesi e l’abbandono delle truppe USA che stazionavano nel paese africano, le autorità del Niger sanno bene che devono aspettarsi una recrudescenza dei gruppi terroristici che, addestrati ed armati dalla CIA e dai servizi francesi, tenteranno di rovesciare il governo e seminare terrore, caos e destabilizzazione nel paese.
L’esperienza di altri paesi africani e paesi arabi (Libia e Siria e Somalia in particolare) dimostra quale sia la strategia degli USA in Africa e in Medio Oriente. Di conseguenza le autorità nigerine corrono ai ripari e richiedono la protezione della Russia che già è presente in Libia.
Evidente che il gioco sporco degli USA in Africa e altrove è ormai ben conosciuto ed i governi dei paesi sovrani prendono le loro contromisure.

Fonte: Niger wants Russia to place a full-fledged military base on its territory (avia-pro.net)

Traduzione e nota: Luciano Lago

9 commenti su “Il Niger vuole che la Russia dispieghi una base militare a tutti gli effetti sul suo territorio

  1. Spero per il Niger che avvenga al più presto. Se i paesi africani, destabilizzati ad arte dai sionisti Nato e dati in mano ai terroristi o a fantocci filo usa, trovano stabilità e pace finalmente cesseranno gl’ immigrati clandestini. E poi francamente l’ Africa, dopo secoli di colonialismo e neocon liberale, meritano la pace e la prosperita’.

  2. Il generale Yemenita, capo delle Brigate Al-Wahbi, ha detto che lo Yemen ha dato una dura lezione alla portaerei Eisenhower; e ciò ha dimostrato l’imprevedibilità e la resistenza del fronte Yemenita.

  3. Esattamente come fanno Crosetto,la Merdoni è tutta la marmaglia politica in Italia chiedendo una base militare Russa a dispetto della massiccia presenza NATO su tutto il nostro territorio.

  4. Io le basi russe le vorrei in Italia, almeno centoventi al posto dei covi usa e nato che ci controllano e ci mettono in pericolo …

    Cari saluti

  5. Hezbollah ha attaccato con droni il Golan, non sono riusciti gli israeliani ad abbatterli, ed hanno incendiato la zona.
    A Gaza una o più decine di militari israeliani sono intrappolati in un edificio che avevano occupato ma che era minato.
    La Tendenza dei tempi attuali è confermata ! Il nemico perde come sempre.

  6. La velocità con la quale in NIGER sono fuggiti francesi e americani, sostituiti in tempi brevissimi dalla presenza militare russa, chiarisce molto bene che per USA-NATO butta male, molto male ! Non si era mai vista prima in nessun angolo del mondo una “sostituzione” di alleanze veloce come questa ! Ottimo auspicio !

  7. Amplio la notizia, da fonte Avia. Anche il Sudan, dopo aver cacciato i francesi ha fatto tale richiesta. Il dominio mondiale Nato s’ affievolisce ogni giorno che passa! Per quanto riguarda l’ Europa, siccome da statuto solo la volontà governativa può chiedere un recesso da membro Nato, quel giorno purtroppo è ancora lontano. S’ avvicinerà solo con la totale resa di Kiev, ed il conseguente crollo politico ed economico della babele Bruxelliana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM