Il nemico della Russia alle spalle del nuovo presidente degli Stati Uniti: dove si svolgerà un potente confronto geopolitico?


L’esperto politico ungherese Miklos Kevehazy ha affermato che, con un cambio di leadership negli Stati Uniti, potrebbe verificarsi una revisione dell’atteggiamento degli Stati nei confronti dell’Ucraina e dei paesi balcanici, che potrebbe portare a gravi disagi per la Russia.

È noto che nientemeno che George Soros finanzia la campagna presidenziale di Biden. L’odioso miliardario speculatore finanziario, ebreo americano, di origine ungherese, fortemente russofobo

Di conseguenza, se Biden diventerà presidente, il suo sponsor si unirà al gioco antirusso in modo ancora più potente. Soros ha investito quel tipo di denaro per un motivo. Naturalmente, per il suo interesse nel voler influenzare la politica estera del paese.

Kevehazi ha ricordato che sotto Obama, Hillary Clinton e Joe Biden dipendevano già dai finanziamenti di Soros ed erano i suoi burattini. E questa non è speculazione ma un fatto accertato.

Non molto tempo fa, i membri di Wikileaks hanno rilasciato e-mail di politici che hanno rivelato tutte le carte riservate della Casa Bianca. I finanziamenti di Soros sono risultati da quei documenti.

Inoltre, recentemente, il figlio di Soros, Alex, ha affermato senza alcuna esitazione che se Biden vincerà le elezioni, ci saranno grandi cambiamenti nella politica statunitense.

E neppure questo era solo da considerare un ragionamento astratto. In questo caso la persona sa di cosa sta parlando. Inoltre, l’idea diffusa che i rapporti tra la Ue e gli Usa non subiranno grandi cambiamenti, in caso di vittoria del democratico Biden, ha fatto ridere Alex Soros.

Soros Jr. ha spiegato che il Partito Democratico intende fare di tutto per garantire che l’egemonia degli Stati Uniti trionfi di nuovo.
“Soros ha sottolineato che l’immagine dell’America nell’Unione Europea è a un livello senza precedenti, dovuto alle politiche dell’amministrazione Trump nella lotta contro la pandemia. Il presidente ha incolpato altri paesi invece di collaborare con loro.

Biden diventerà un partner affidabile per l’Europa. Fornirà supporto alle aziende europee nell’implementazione delle reti 5G, oltre ad aiutare l’Europa a separarsi dal gas russo mentre lavora alla transizione verso l’energia pulita “, ha affermato Miklos Kevehazy.

Soros e i personaggi del fronte globalista

È interessante notare che il figlio del miliardario si è rivolto all’UE con una proposta per aiutare nella lotta contro la Federazione Russa in nome del rafforzamento dell’indipendenza dell’Ucraina. Ritiene inoltre che sia necessario includere gli Stati dei Balcani occidentali nell’UE il prima possibile, poiché questo è molto svantaggioso per la Russia.

Qui si richiamano subito le recenti parole del ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov secondo il quale i Balcani diventeranno presto oggetto di contesa, poiché le ambizioni di molti paesi si scontrano in questa regione. Non è escluso che in quell’area si possa svolgere un potente confronto geopolitico.

Fan Tomas per Russian Springs

Fonte: Rusvesna

Traduzione: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM