Il momento del riscatto

di Adriano Tilgher

Ormai siamo agli sgoccioli. Il governo non è del popolo e non sta con il popolo. Tutti i provvedimenti messi in moto favoriscono solo banche, multinazionali e soliti noti.

Gli unici provvedimenti che riguardano i cittadini normali o gli imprenditori piccoli o medi tendono solo al distanziamento sociale, perché i cittadini presi uno per uno non fanno paura (e questo già la dice lunga), o al fallimento perché piccole e medie nostre attività devono cessare per fare largo ai grandi.

D’altra parte l’opposizione non è pervenuta.

Ma andiamo per gradi. Quali sono le cose che balzano subito davanti agli occhi? Per FCA, Benetton e De Benedetti subito soldi dalle banche con garanzia dello stato per svariati miliardi di euro, senza alcuna certezza sul mantenimento dei livelli di occupazione e sul dove andranno investiti questi soldi; per i piccoli e medi nessun finanziamento facile, nessun soldo a fondo perduto, spese di sanificazione e adeguamento a carico dell’esercente, con conseguente aggravamento dei costi di gestione e con scarse possibilità di ripresa, date le tremende regole di produzione e vendita. Per tutti questi al momento è previsto solo, se riescono ad ottenerlo, un ulteriore indebitamento attraverso prestiti garantiti.

Di fronte al nulla di concreto che balza davanti agli occhi, esistono dei condizionamenti delle attività che renderanno difficilissima la ripresa. Intanto sono numerosi gli esercizi, siano essi commerciali che di ristorazione o turistici, che non apriranno proprio o perché non hanno i mezzi per farlo o perché le norme sono tali che i restringimenti previsti non consentirebbero, neanche a regime pieno, la copertura delle spese vive. Altre apriranno, ma non potranno garantire, data la riduzione del lavoro, la riassunzione di tutti i dipendenti e una volta aperto diventerà problematico controllare il flusso degli utenti. Tutto questo comporterà un’evidente contrazione dell’utenza che porterà inevitabilmente ulteriori chiusure e nuovi disoccupati.

Tutta questa disoccupazione porterà una nuova riduzione dei consumi per l’evidente mancanza di fondi da consumare, creando un giro crudele di strozzatura dell’economia che può avvantaggiare soltanto le multinazionali, i sistemi finanziari globali e la criminalità organizzata, uniche realtà che possono comprarsi a quattro soldi tutta la nostra stupenda Italia.

Le casse nazionali sono già esangui e questi mascalzoni, incapaci o traditori che siano, al governo, ricorreranno allo strozzinaggio internazionale per tappare falle che non hanno voluto affrontare con le sole risorse interne. A quel punto inizieranno a toccare le pensioni, gli stipendi degli statali, i depositi bancari, faranno varie patrimoniali ma sarà tutto inutile perché il debito ci avrà legati mani e piedi a chi vuole gestire in proprio il nostro immenso patrimonio artistico e ambientale.

Debito usuraio

Davanti a queste previsioni apocalittiche l’opposizione che fa? Nulla. Fa una mozione di sfiducia, fa ostruzionismo parlamentare, ma visto che Mattarella non vede e non sente, a che serve la normale opposizione di sistema se l’Italia sta per scomparire? Ma il 2 giugno facciamo la manifestazione di protesta. Benissimo ma qual è il programma per il giorno dopo il 2 giugno? Come si mette in crisi il sistema politico? Quali strutture si stanno predisponendo per difendere i manifestanti dalle multe, dai fermi, dalle cariche di polizia? Si capisce che se si scende in piazza, nelle condizioni in cui siamo, non si può più tornare a casa?

Servono segnali forti che colleghino la protesta popolare con la politica che si oppone alla distruzione della nostra nazione, ci vuole coraggio, serve volontà di riscatto. La gente in piazza e i partiti di opposizione fuori dal parlamento, dimissioni di massa affinché il segnale arrivi forte e preciso al Presidente della Repubblica.

L’Italia va salvata e serve sicuramente il popolo, ma serve anche una classe politica di sostegno. Se non lo fanno o non sono disposti a farlo vuol dire che sono complici, compagni di merende.

Fonte: Il Pensiero Forte.it

8 Commenti

  • Manente
    21 Maggio 2020

    Quello che sta accadendo in particolare in Italia, dove le istituzioni sono state occupate “militarmente” da un manipolo di malfattori servi di tutte le lobby, con le “opposizioni” anch’esse prigioniere di una Matrix che non hanno la forza, la volontà o l’intelligenza di infrangere e dove perfino la Chiesa dell’anti-papa Bergoglio, non solo tace, quanto collabora con il nemico, la speranza di “salvezza” potrebbe forse venire da quei Paesi e quei capi di Stato che hanno il potere e la “convenienza” di dimostrare al mondo che il covid19 altro non è che l’estremo tentativo della cupola sionista di imporre ai popoli la loro orrida agenda. Non sarebbe la prima volta nella Storia che la “eterogenesi dei fini” si è manifestata in tutta la sua “biblica” potenza, confidiamo che anche questa volta accada in fretta !

  • Nicholas
    21 Maggio 2020

    Però, se crolla l Italia affondano anche altri stati. Ed altri prendono una bella mazzata. Speriamo, in un miracolo!!!

  • Blackcrow
    21 Maggio 2020

    Che fossero tutti compagni di merende eta risaputo da anni e anni.
    Fin quando gli italiani non imparano a votare ci saranno sempre questi figuri al governo, specchio riflesso di chi li vota.

    Salvini e la Meloni che vogliono manifestare il 2 giugno, rigorosamente con mascherine e distanziati di un metro.
    In pratica è come dire che dei carcerati vogliono fare una rivolta ma prima si fanno ammanettare dalle guardie
    Ma dove vogliamo andare con questi mediocri personaggi d’avanspettacolo di paese, degli scappati di casa che non hanno la più pallida idea di cosa stiano facendo e per questo sono ancora più pericolosi.

    Per ora gli italiani non si sono svegliati dall’incubo del Coglionavirus, a settembre quando tutto schianta (spero prima in verità) e si ritroveranno a dover scegliere tra paura di crepare di fame e quella di un’ideologia, perché ha ragione chi fice che il virus è ideologia ormai, saranno cazzi amari per tutti.

    A quel punto sarà il vero caos, e dovranno intervenire dall’esterno a sedare le rivolte.

  • atlas
    22 Maggio 2020

    DIEGO FUSARO: sconvolgente profezia di Attali del 2009, una pandemia come via al governo mondiale

    https://www.youtube.com/watch?v=4YSQgDgOJrM

  • ANDREAROSSI
    22 Maggio 2020

    Anche a proposito di Kornakkiavirus, la situazione economica di alcuni adulti e’ evidentemente alarmante, forse le principali vittime di questa situazione sono i bambini! Su interrete ho visto foto allucinanti (foto autentiche?) riguardanti il distanziamento sociale di bambini nelle scuole in Francia e Cina. L’Ospedale Papa Giovanni XXIII (BG) e’ ubicato in Piazza OMS, 1. L’Organisation Mondiale de la Santé (OMS) raccomanderebbe di dare informazioni ai bambini da 0 a 4 anni sul piacere nel toccare il proprio corpo (masturbazione infantile?), si tratta della stessa OMS che vorrebbe vaccinare. In Svizzera bambini riceverebbero e o riceveranno a scuola scatole SEX BOX (genitori avrebbero presentato (inutilmente?) piu’ di tremila denunce). Andry Rajoelina (Madagascar) avrebbe accusato l’OMS di averlo cercato di corrompere con una tangente di 20 milioni di dollari. I capi dell’OMS avrebbero rilasciato dichiarazione sconvolgente riguardante la necessita’ di entrare nelle case, effettuare tamponi e deportare gli infetti (eppure le percentuali di falsi positivi sarebbero altissime). Gli stati che non apparterrebbero alla OMS sarebbero pochissimi (Liechtenstein, Niue, Cook, Sahara Occidentale, …).

  • Teoclimeno
    22 Maggio 2020

    Articolo molto lucido e chiaro sul futuro che ci aspetta. Meno chiare le conclusioni, in quanto non esiste nessuna opposizione. Governo e opposizione sono due facce della stessa medaglia, e recitano il medesimo copione, e non potrebbe essere diversamente, perché non è previsto che ci sia alcuna opposizione, in quanto i politici non li scegliamo più noi, ma il partito, che esclude sin dall’inizio tutti coloro che cantano fuori dal coro. Quindi qualsiasi candidato risponderà al partito e non ai suoi elettori. Un altro motivo è che tutti i centri del potere, sia economico politico, sindacale, ma anche religioso (vedi Papa Imbroglio), che militare, sono tutti a libro paga del grande capitale sionista. Nel Bel Paese non c’è più una reale opposizione. Gli italiani vengono artificiosamente divisi con la nota tecnica del divide et impera. Serve una rivoluzione, ma questa non potrà venire dal “Palazzo”. L’unica nostra speranza è che gli anglo-sionisti subiscano una pesante sconfitta militare su uno dei numerosi fronti esterni, e che di conseguenza venga ridisegnata anche da noi la mappa del potere.

  • prowall
    22 Maggio 2020

    Ed infine c’è un attore che finora si è tirato fuori e fin dal primo momento. Quindi è rimasto con le mano pulite. Anzi gli attori plenipotenziari sono 2.

    • Alessandro
      23 Maggio 2020

      Non ti sembra di essere un po’ ermetico? A che pro?

Rispondi a Alessandro cancella risposta

*

code