Il missile Burevestnik a propulsione nucleare russo spaventa l’America

di Amit Chaturvedi

Dopo Satan 2 e Poseidon , tocca ora al Burevestnik far parlare di sé. Il presidente russo afferma che questo missile è stato testato con successo. Utilizzabile con testata convenzionale o nucleare, si distingue dagli altri per il suo sistema di propulsione. Un motore di avviamento è di progettazione convenzionale con combustibile solido . Poi subentra un motore nucleare. In effetti, questo tipo di propulsione gli conferisce teoricamente un’autonomia illimitata. Il missile è anche in grado di alterare la sua traiettoria per renderla meno prevedibile.

Gli Stati Uniti sembrano tesi riguardo alle nuove capacità militari della Russia. Il missile da crociera a propulsione nucleare Burevestnik sarà in grado di colpire obiettivi negli Stati Uniti, ha detto il maggiore dell’esercito americano in pensione Mike Lyons in un’intervista a CBS News . Esiste davvero una svolta nel confronto tra Russia e Occidente?

“ È un’arma esotica. L’energia nucleare generalmente non viene utilizzata per la propulsione. Ciò darà alla Russia l’opportunità di adattare armi a bassa potenza, potenzialmente nucleari e di aumentare significativamente la loro autonomia di volo, ad esempio, saranno in grado di volare per decine di migliaia di chilometri”, paventava il militare .

Queste sono le conseguenze del discorso di Vladimir Putin al forum Valdai Club del 5 ottobre, dove ha annunciato il successo del test del Burevestnik, definendolo un ” missile da crociera con portata globale “. La risposta della Russia ai globalisti? Il presidente ha anche affermato che il lavoro sul missile super pesante Sarmat è stato “praticamente” completato.

Missile a propulsione nucleare

In effetti, le immagini satellitari rilasciate il mese scorso indicavano che la Russia aveva recentemente costruito nuove strutture su un remoto isolotto artico dove erano già in corso test nucleari sovietici. Le immagini mostravano lavori di costruzione a Novaya zemlya, un arcipelago di isole nel nord del Mare di Barents.

Putin ha annunciato per la prima volta il sistema missilistico di prossima generazione Burevestnik nel 2018. Le informazioni su Burevestnik sono estremamente rare. Il missile è lungo da 9 a 12 metri (secondo la classificazione NATO SSC-X-9 Skyfall), è in grado di trasportare una testata speciale o un’unità di planata ipersonica ed è dotato di un booster a combustibile solido o statoreattore e di un reattore nucleare compatto.
Putin ha affermato che il “Burevestnik” farebbe riflettere due volte qualsiasi paese che consideri l’uso di armi nucleari contro la Russia. Se un paese osa farlo, “ un numero tale di nostri missili apparirà in aria che nessun nemico avrà la possibilità di sopravvivere ”, ha detto Putin.

Cos’è il missile Burevestnik?
L’arma è chiamata Skyfall dalla NATO e molti esperti occidentali sono scettici al riguardo, affermando che un motore nucleare potrebbe essere altamente inaffidabile.

Il missile da crociera a bassa quota, lanciato da terra, è in grado di trasportare una testata nucleare. Potrebbe restare in volo molto più a lungo degli altri missili e coprire una distanza molto maggiore, grazie alla propulsione nucleare.

Putin non ha specificato quando è avvenuto l’ultimo test, ma il New York Times ha riferito lunedì che potrebbe trattarsi di un evento recente, sulla base dei movimenti di aerei e veicoli in una base russa nell’Artico.
Perché il missile è importante?
L’Istituto internazionale per gli studi strategici, citando una rivista militare specializzata russa nel 2021, ha affermato che il Burevestnik avrebbe una portata teorica fino a 20.000 km, consentendogli di avere sede ovunque in Russia e di colpire obiettivi ovunque negli Stati Uniti.

Lo stesso giornale indica che l’altitudine teorica del missile è di soli 50-100 metri, molto inferiore a quella di un missile da crociera a propulsione convenzionale, il che ne renderebbe più difficile il rilevamento da parte dei radar della difesa aerea.

Un rapporto del 2020 del National Air and Space Intelligence Center dell’aeronautica americana afferma che se la Russia schierasse con successo il Burevestnik, darebbe a Mosca “un’arma unica con capacità di raggio intercontinentale ” .

Sviluppo missilistico
Il suo sviluppo si è rivelato un compito difficile per gli scienziati nucleari russi. L’ agenzia di stampa Reuters ha affermato che il missile ha subito numerosi fallimenti nei test, incluso nel 2019, quando cinque specialisti nucleari russi furono uccisi in un’esplosione e in una fuga di radiazioni durante un esperimento nel Mar Bianco.

Gli esperti nucleari si chiedono da tempo se il missile possa entrare in servizio. La Nuclear Threat Initiative , un’organizzazione senza scopo di lucro per la sicurezza, aveva stimato nel 2019 che l’implementazione potrebbe richiedere un decennio.

Fonte: NDTV World

Traduzione: Luciano Lago

4 commenti su “Il missile Burevestnik a propulsione nucleare russo spaventa l’America

  1. Con il massimo rispetto verso i generali dell’ Armata Rossa domando loro a cosa serve un missile nucleare quando a detenere il potere finanziario-economico-militare in Occidente sono un manipolo di Massoni Oligarchi spesse volte residenti in sperduti e superprotetti luoghi?

    1. per porre fine alla civiltà occidentale qualora la stessa attaccasse la Russia in modo irriparabile. La civiltà occidentale è si fatta non solo dal manipolo di oligarchi satanici ma anche da una moltitudine che per un motivo o per un altro non sono capaci di ribellarsi e appendere agli alberi sti oligarchi, quindi se sono incapaci o collusi creperanno prima loro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM