Il ministro spagnolo per le Pari opportunità accusa Israele di “genocidio pianificato”

Il Ministro spagnolo per l’Uguaglianza chiede un’azione contro il genocidio pianificato da Israele contro Gaza, in segno di umanità e in difesa dei diritti umani.

È urgente “fermare i piedi” del Primo Ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, ha affermato venerdì il ministro spagnolo per le Uguaglianze, Irene Montero, esortando l’umanità ad agire di fronte al “genocidio pianificato da Israele” contro Gaza, per “difesa della democrazia” e per la “garanzia dei diritti umani”.

Il ministro ha sottolineato che questioni fondamentali come la politica estera del Paese devono essere concordate all’interno dell’esecutivo di coalizione e ha chiarito che le richieste del partito Podemos, compresa la rottura dei rapporti con Israele o le sanzioni contro Netanyahu, non rappresentano una minaccia o linea rossa riguardo alla prossima investitura.

Quando ci troviamo di fronte ad un’aperta violazione del diritto internazionale umanitario, quando parliamo di crimini di guerra… Questo non è un problema di poteri nel governo di coalizione, è ciò che possiamo fare per agire con forza e per risolvere il problema “, ha sottolineato.
Montero ha precisato che la difesa dei diritti umani dovrebbe essere un “obiettivo prioritario” e, in questo contesto, ha affermato che la sua formazione propone misure di pressione diplomatica come quelle applicate dalla comunità internazionale alla Russia dopo la sua operazione militare speciale in Ucraina. .

Queste misure, ha detto, corrisponderebbero a sanzioni economiche per i responsabili politici di questo genocidio, citando espressamente Netanyahu; al ministro della Difesa israeliano, Yoav Galant; e coloro che stanno prendendo la decisione di lasciare i palestinesi senza acqua e senza elettricità.

Il numero dei palestinesi uccisi dalla continua aggressione israeliana a Gaza sale a 4.137 e il numero dei feriti a 13.162 durante i 14 giorni di attacchi finora.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

7 commenti su “Il ministro spagnolo per le Pari opportunità accusa Israele di “genocidio pianificato”

  1. Dopo le solitarie dichiarazioni di condanna da parte di esponenti politici dell’Irlanda, paese che di occupazione barbara (inglese) se ne intende, finalmente un’altra voce si alza dal deserto UE, mostrando coraggio nello spezzare le catene di totale asservilismo agli USA e nell’esprimere il suo sdegno contro il massacro di massa dei palestinesi attuato nel campo di sterminio chiamato Gaza.

  2. Bella la cattolicissima Spagna, bellissima! Gli ultimi 120 anni…strabella. Diversissima dall’ Italia. Pane al pane e vino al vino. I suoi governanti hanno schivato 2 guerre mondiali mentre quelli italiani (sotto ordine di Londra) han portato il paese al macello 2 volte! E secondo me la Spagna schiverà pure la 3^…

  3. Questo assordante silenzio-assenso della comunità internazionale lascia intravedere, sotto le luride vesti di Babilonia la grande meretrice mondiale, così impudentemente sventolate sulla valle di Har-Megiddo, la possibilità raccappricciante che tutto il consesso politico e religioso internazionale sia evidentemente sul lauto libro paga dei Kosher. Ma la pesante e misericordiosa mano di Geova è già sui sionisti e sui loro figli. (Genesi 11; Isaia 14,4-17; Daniele 4,27; Matteo 27,5; Apocalisse 2,9; 16,12-16; 17,18; 18,2-8). Questo almeno è quello che vorrebbero indurci a credere secondo la loro narrativa cabalista Evangelical-sionista (Apocalisse 13,1-18). Dunque basta coscientemente e collettivamente non crederci, evitando così il collasso della funzione d’onda narrativa che di conseguenza si manifesterebbe in questa realtà virtuale di terza dimensione, secondo i principi della meccanica quantistica. (Salmi 82,1-8; Giovanni 10,34)

  4. I diritto internazionale va in unica direzione quando si tratta di valutare i crimini di guerra e attivo quando si tratta di giudicare paesi non allineati ai USA e si volta dall’altra parte quando questi crimini vengono commessi da paesi sotto la protezione degli USA come nel caso di Israele e da gli USA stessi e della Nato. Così facendo perde di credibilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM