Il Ministro della Difesa Russo Shoigu si è recato in Siria

Il ministro della Difesa Shoigu ha ispezionato le esercitazioni della Marina nella parte orientale del Mar Mediterraneo

MOSCA, 15 febbraio – RIA Novosti. Il ministro della Difesa Sergei Shoigu è arrivato in Siria, dove ha ispezionato il corso delle esercitazioni della Marina russa nel Mediterraneo, ha riferito il dipartimento ai giornalisti.
In particolare, “presso il centro logistico di Tartus , Shoigu ha ascoltato un rapporto del comandante in capo della Marina, ammiraglio Nikolai Evmenov, sull’attuazione di esercitazioni congiunte di addestramento al combattimento con le forze aerospaziali per sconfiggere gruppi di navi di un finto nemico , oltre a sparare a bersagli marittimi e aerei mediante artiglieria e armi antisommergibili”.

Video: https://ria.ru/20220215/vmf-1772974906.html

Evmenov ha riferito che più di 15 navi da guerra delle flotte del Pacifico, del Mar Nero e del Mar Nero sono coinvolte nelle manovre nel Mediterraneo, inclusi gli incrociatori missilistici Varyag e Marshal Ustinov, le fregate Admiral Kasatonov e Admiral Grigorovich e grandi navi antisommergibili. Tributs”, “Vice-Admiral Kulakov” e navi di supporto, oltre a oltre 30 aerei delle forze aerospaziali russe.
“Al centro logistico della Marina russa nella città di Tartus, Sergei Shoigu ha anche ispezionato il complesso di riparazione navale della flotta del Mar Nero, dove ha stabilito compiti per migliorare ulteriormente l’infrastruttura della stazione base per le navi russe in Siria”, come riferisce il rapporto.

Durante le esercitazioni si stanno anche elaborando misure per la ricerca di sottomarini stranieri, per stabilire il controllo sulla navigazione nel Mar Mediterraneo e il volo di aerei su di questo mare che rappresenta sempre maggiore importanza per le forze della Russia.
La base della Marina russa a Tartus in Siria riveste un fondamentale asset strategico per le unità navali russe che forniscono protezione e garanzia di assistenza militare e logistica alla Repubblica di Siria ed ai suoi alleati nella regione.

Fonte: Ria Novosti

Traduzione: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus