Il ministro degli Esteri tedesco dice a Washington basta con le tempeste di fuoco. Serve la diplomazia con l’Iran

Il cancelliere tedesco Heiko Maas ha affermato che invece di seguire la campagna di massima pressione americana contro l’Iran, l’UE si atterrà alla diplomazia per evitare un’ulteriore escalation delle tensioni nella regione.

Gli Stati Uniti e l’Europa hanno un “approccio diverso” verso l’Iran e il Piano d’azione globale congiunto 2015 (JCPOA) per il suo programma nucleare, ha detto Maas al quotidiano Bild am Sonntag, in un’intervista pubblicata sabato.

“Mentre gli Stati Uniti hanno abbandonato unilateralmente l’accordo nucleare e hanno imposto la massima pressione [su Teheran], vogliamo fare progressi attraverso i negoziati. Francia, Gran Bretagna e Germania vogliono mantenere l’accordo per impedire all’Iran di ottenere armi nucleari “, ha affermato Maas.

Il ministro ha aggiunto che “pure minacce” e azioni militari non hanno fatto “nulla” per cambiare il comportamento dell’Iran.

Non dovremmo fingere che un cambio di regime indotto esternamente a Teheran migliorerà automaticamente la situazione. Queabbiamo visto come è andato storto in altri luoghi, come in Iraq.

Vogliamo evitare una tempesta di fuoco in Medio Oriente. L’UE dipende dalla diplomazia, non dall’escalation “, ha affermato Maas.

Missile iraniano

Il trattato sul nucleare (JCPOA) ha subito una impasse nel 2018, dopo che gli Stati Uniti aveva abbandonato l’accordo mentre accusavano l’Iran di violarlo in segreto. L’Iran ha insistito sul fatto che stava rispettando l’accordo e che l’agenzia di controllo globale, l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA), nei suoi rapporti all’epoca lo aveva confermato. Tuttavia, Washington ha nuovamente imposto diverse serie di sanzioni radicali contro l’Iran e ha esortato l’UE a seguire l’esempio.

Un anno dopo che gli Stati Uniti hanno lasciato il JCPOA, l’Iran ha iniziato a ridurre il proprio impegno ai sensi dell’accordo. Funzionari di Teheran hanno dichiarato che la nazione si adeguerà nuovamente se l’UE fornirà un sollievo per le sanzioni statunitensi.

L’Iran ha finalmente abbandonato l’accordo il 5 gennaio, due giorni dopo che un attacco americano con droni in Iraq ha ucciso il comandante d’élite della Quds Force, Qassem Soleimani, mentre questi si trovava in missione diplomatica a Baghdad.
Washington giustificato l’omicidio accusando il generale di aver pianificato atti terroristici ma questa versione è stata smentita dal Pentagono.

Fonte: RT News

3 Commenti

  • Franco
    19 Gennaio 2020

    Chi lo dice, o spiega, a Salvini?

  • Fabio Franceschini
    19 Gennaio 2020

    Si ma chi glielo spiega agli iraniani se poi ,di fatto, l’Europa si è adeguata alle sanzioni e su soleimaini non hanno fatto pio! Mi pare vi sia tanta ipocrisia e codardia. Intanto il biondo fa accordi commerciali con la Cina che penalizzano tutta l’Europa. Ma ci sta proprio bene!

  • mondo falso
    20 Gennaio 2020

    dopo queste dichiarazioni rischio attentati islamici in germania fatti da CIA e mossad e i falsi televisioni e giornali diranno che sono stati gli iraniani

Inserisci un Commento

*

code