Il ministro degli Esteri cinese arriva a Teheran per consolidare la cooperazione Cina Iran

Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi è arrivato a Teheran su invito ufficiale della sua controparte iraniana, per incontrare alti funzionari iraniani.

Durante la sua visita di due giorni a Teheran, il ministro degli Esteri cinese terrà colloqui con la sua controparte iraniana e incontrerà anche il presidente Hassan Rouhani .

Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano Saeed Khatib Zadeh ha riferito in una dichiarazione che il consigliere di Stato e ministro degli Esteri cinese ” Wang Yi ” visiterà Teheran venerdì e sabato, su invito del ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif .

Ha aggiunto: “Il ministro degli Esteri cinese incontrerà il presidente Hassan Rouhani, oltre ai suoi colloqui con la sua controparte iraniana, Zarif”.

Ha spiegato che i colloqui tra le due parti includeranno modi per migliorare la cooperazione , la partecipazione strategica e lo scambio di opinioni sugli ultimi sviluppi regionali e internazionali.

Ministro esteri Zarif con suo omologo cinese

Nota:
La Cina ultimamente ha risposto in modo duro agli Stati Unti circa la richiesta di cessare gli acquisti di petrolio iraniano per ottemperare alle sanzioni. Il portavoce cinese ha dichiarato che gli acquisti di greggio dall’Iran sono frutto di un accordo bilaterale, che questo non riguarda altri paesi e che la cooperazione con l’Iran continua e si rafforza.
Di recente il Financial Times aveva indicato che l’esportazione di greggio iraniano verso la Cina sta raggiungendo il record nel mese di marzo, toccando circa i 985.000 barili di petrolio e la Cina sta assorbendo il 40% della produzione iraniana, nonostante le sanzioni statunitensi.
Inoltre la Cina sembra avere tutte le intenzioni di onorare l’impegno preso di investire 400 miliardi di dollari principalmente in infrastrutture in Iran e nella modernizzazione di porti e depositi di stoccaggio petroliferi, nell’ambito di un progetto della durata di 25 anni. Questo segna il fallimento nella strategia di USA e Israele di isolare l’Iran.
Non si esclude che il cancelliere cinese Wang Yi affronterà anche le questioni di sicurezza militare con l’Iran ed è possibile che sia l’occasione per trattare la vendita a Teheran di armamenti cinesi, in particolare in ambito di aviazione, sistemi antiaerei e radar, su cui l’Iran ha concentrato l’attenzione per migliorare le sue forze armate. Questo impensierisce Israele che vede con preoccupazione il rafforzamento militare dell’Iran, considerato il suo principale nemico nella regione.

Fonte: Al Alam

Traduzione: Fadi Haddd

Nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM