Il ministero della Difesa russo ha indicato i rischi per il mondo intero a causa del bombardamento della centrale nucleare di Zaporozhe

Il ministero della Difesa russo ha preavvisato una catastrofe globale dovuta al bombardamento della centrale nucleare di Zaporozhe.

Il capo del Centro Nazionale di Comando per la Difesa della Russia, il generale Mikhail Mizintsev, in un rapporto del 6 agosto, ha avvertito che il disastro globale, che potrebbe venir causato dai bombardamenti della centrale nucleare di Zaporozhe da parte delle formazioni armate ucraine, colpirà molti Paesi:
In caso d’incidente nella centrale nucleare di Zaporozhe, si verificherà un disastro globale causato dall’uomo che, in scala di portata a livello di contaminazione radioattiva, supererà notevolmente le conseguenze degli incidenti nelle centrali nucleari di Chernobyl e di Fukushima”.

Secondo Mizintsev, in uno scenario avverso, la zona di contaminazione da radiazioni si estenderà ad oltre 5,3 mila km quadrati e interesserà le regioni di Kiev, Zaporozhe, Kharkov, Poltava, Kherson, Odessa, Nikolaev, Kirovograd, Vinnitsa, le Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk, le regioni di confine di Russia, Bielorussia, Bulgaria e Romania.

In condizioni meteorologiche sfavorevoli la situazione potrebbe peggiorare, soprattutto, se la possibile zona di contaminazione arrivasse anche ad includere la centrale nucleare “Ucraina Meridionale” (nei pressi della città di Juzhnoukrains’k nell’oblast’ di Nikolaev ndr.), i depositi di combustibile nucleare presso la centrale nucleare di Chernobyl e i corsi d’acqua. Ciò renderà il Mar Nero e il Bosforo inadatti alla navigazione per molto tempo, le coste di Turchia, Georgia, Abkhazia, Bulgaria e Romania saranno colpite da alte dosi di radiazioni.

Sul pericolo che corre l’intera Europa e il mondo, dovuto al pompaggio incontrollato di armi occidentali all’Ucraina, ne ha parlato anche l’ambasciatore russo a Washington Anatolij Antonov. Ha notato che i sostenitori di Zelenskij, con l’attacco alla centrale nucleare di Zaporozhe, stanno esponendo l’intera Europa a un pericolo estremo.

Il rapp.te russo all’ONU ha denunciato il pericolo della centrale bombardata dagli ucraini

Nella notte del 7 agosto, i miliziani ucraini hanno tirato sulla centrale nucleare di Zaporozhe sita a Energodar con sistema di lancio di missili multiplo “Uragan”. In avvicinamento, il razzo ha sganciato elementi a frammentazione. L’attacco ha interessato l’area del deposito del combustibile nucleare esaurito e il posto di controllo automatizzato del livello di radiazioni.

Il 5 agosto, i radicali ucraini hanno sparato due volte sul territorio della centrale nucleare di Zaporozhe. Il primo attacco è avvenuto intorno alle 15:00 ora locale (che coincide all’ora di Mosca). Secondo le autorità locali, in quel momento nell’impianto c’era il cambio turno dei dipendenti. Poche ore dopo, i neonazisti ucraini hanno nuovamente colpito la centrale. Questa volta i colpi hanno interessato il sito industriale dell’impianto. Anche le aree residenziali di Energodar sono state bombardate.

Lo stesso giorno, la rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, ha avvertito che la situazione intorno alla centrale nucleare di Zaporozhe sta diventando sempre più pericolosa ad ogni nuovo bombardamento da parte dei miliziani ucraini. Zakharova ha anche sottolineato che le azioni di Kiev mettono in pericolo la popolazione di tutta l’Europa.

In Ucraina e nel Donbass prosegue l’operazione speciale della Federazione Russa per la protezione della popolazione delle Repubbliche Popolari di Lugansk e Donetsk, iniziata il 24 febbraio dal presidente russo Vladimir Putin. Mosca ha spiegato che i suoi compiti includono la smilitarizzazione e la denazificazione dell’Ucraina. Il 19 aprile, la parte russa ha annunciato l’inizio della fase successiva dell’operazione militare: “la completa liberazione delle Repubbliche di Donetsk e Lugansk”.

Fonte:
https://iz.ru/1376869/2022-08-09/minoborony-nazvalo-riski-dlia-vsego-mira-iz-za-obstrelov-zaporozhskoi-aes

Traduzione di Eliseo Bertolasi

4 Commenti
  • Andrea
    Inserito alle 16:57h, 09 Agosto Rispondi

    L’UE è uno zombie che fa finta di non rendersi conto di quello che son capace di fare i criminali ucraini e yankee e continua a supportarli. Dovremo esser noi, italiani ed europei che non sono stati accecati dal mainstream, ad andare in ginocchio da Putin per pregarlo di toglierci di torno questa feccia una volta per tutte?

    • massimo giuriatti
      Inserito alle 14:58h, 10 Agosto Rispondi

      perche´´demandare ad altri quello che dovremmo fare noi?gli italiani siamo noi,il governo e´il “‘ nostro”siamo noi che dobbiamo annientare questa gentaglia,non putin, gli italiani,sempre ad aspettare che sia qualcun altro a risolvergli i problemi…

  • Farouq
    Inserito alle 18:30h, 09 Agosto Rispondi

    Contaminare l’Europa è una decisione già presa da tempo ed è attualmente in fase di attuazione
    Ricordatevi sempre che i criminali attualmente al potere in america non improvvisano, essi si appoggiano a dei centri di studi strategici i quali simulano e creano scenari, ed hanno bisogno di dati e di tempo, ogni presidente fantoccio riceve la sua cartella degli scenari da attuare, se rallenta o non esegue viene in qualche modo eliminato

  • giuseppe peluso
    Inserito alle 11:23h, 10 Agosto Rispondi

    Riguardo alla centrale nucleare è bene coinvolgere Europa e Mondo, perchè la cricca ucraina di cui fa parte il comico dà l’impressione di essere oltre che corrotta anche molto irresponsabile

Inserisci un Commento