Il Ministero della Difesa russo ha avvertito della preparazione in Ucraina di una provocazione contro le Forze Armate della RF

Ministero della Difesa: l’Ucraina prepara provocazioni contro le Forze Armate russe secondo lo scenario siriano.

In Ucraina sono in corso preparativi per una provocazione contro le Forze Armate russe mediante l’utilizzo di armi di distruzione di massa, secondo lo scenario siriano. Lo ha annunciato mercoledì 11 maggio Igor Kirillov, comandante delle truppe di protezione nucleare, biologica e chimica delle Forze Armate della RF:
“Il Ministero della Difesa della Federazione Russa dispone d’informazioni sulla preparazione di provocazioni finalizzate ad accusare le Forze Armate russe dell’utilizzo di armi di distruzione di massa, con la successiva indagine secondo lo “scenario siriano”, in grado di fabbricare le prove necessarie e d’individuare i colpevoli”.

In base alla sua dichiarazione, l’elevata possibilità di una provocazione è spiegata dalle richieste di Kiev per la fornitura di antidoti a sostanze velenose organofosforiche, oltre a dispositivi di protezione individuale per la pelle e l’apparato respiratorio, in grado di fornire protezione contro sostanze chimiche tossiche.

Secondo il Ministero della Difesa, solo quest’anno, su richiesta del Ministero della Salute ucraino, dagli Stati Uniti sono state consegnate oltre 220.000 fiale di atropina e di preparati per trattamenti speciali e disinfezione. Queste informazioni confermano l’attuazione da parte degli Stati Uniti di un programma biologico militare sul territorio dell’Ucraina, il cui obiettivo è studiare la possibilità di dar forma ad epidemie controllate su determinati territori.

Come ha sottolineato Kirillov, l’operazione speciale della Russia ha permesso d’intercettare l’allargamento della presenza militare-biologica statunitense in Ucraina e di fermare gli esperimenti criminali sui civili.

Il magiore Igor Konashenkov, lancia l’allarme

All’inizio di aprile, il portavoce del Ministero della Difesa russo, il maggiore generale Igor Konashenkov, ha affermato che esperti delle Forze Armate russe hanno trovato nuove prove del coinvolgimento degli Stati Uniti nello sviluppo di componenti di armi biologiche in Ucraina.

In Ucraina continua l’operazione speciale della Federazione Russa per proteggere il Donbass, il cui inizio è stato annunciato dal presidente Vladimir Putin il 24 febbraio. Gli obiettivi chiave dell’esercito russo sono la denazificazione e la smilitarizzazione del regime di Kiev. Ciò è necessario per garantire la sicurezza dello Stato e del popolo russo. Mosca ha anche sottolineato che non escogita piani per l’occupazione dell’Ucraina e che gli attacchi vengono effettuati solo sulle infrastrutture militari.

La situazione nella regione è peggiorata a metà febbraio a causa dei bombardamenti delle Forze Armate ucraine. Dal 2014 le autorità ucraine conducono un’operazione militare contro gli abitanti del Donbass, per il fatto d’essersi rifiutati di riconoscere i risultati del colpo di stato in Ucraina.

Fonte: https://iz.ru/1332935/2022-05-11/v-minoborony-predupredili-o-podgotovke-na-ukraine-provokatcii-protiv-vs-rf

Traduzione di Eliseo Bertolasi

Nessun commento

Inserisci un Commento