Il ministero della Difesa Russo annuncia che l’Occidente sta cercando di screditare il vaccino russo contro il COVID-19


Secondo il rappresentante ufficiale del ministero, tra i militari non vi è alcun rifiuto di vaccinarsi con lo «Sputnik V» e l’esperienza pratica di successo mostra l’efficacia e la sicurezza del vaccino, contrariamente alle voci e insinuazioni messe in giro da fonti occidentali.
Secondo TASS, il rappresentante ufficiale del ministero della Difesa russo, il maggiore generale Igor Konashenkov, ha detto ai giornalisti che era in corso una campagna di informazione finanziata dall’estero contro il vaccino russo brevettato contro le infezioni da coronavirus.
«Sappiamo in dettaglio quali fondi e risorse sono stati lanciati dall’estero per screditare il vaccino domestico nel mondo e in Russia,” – ha detto.

Secondo il rappresentante ufficiale, una serie di “indagini” pseudo-analitiche e false dichiarazioni di “testimoni oculari” sulla presunta pericolosità del vaccino russo o sui “rifiuti” generali di vaccinazione sono in preparazione sui social network e su risorse Internet in lingua russa finanziate con sovvenzioni straniere, anche presso le forze armate della Federazione Russa.
Konashenkov ha sottolineato che il vaccino russo si è dimostrato come altamente efficace e ha dichiarato che le informazioni diffuse contro di questo vaccino non miglioreranno le proprietà curative degli analoghi vaccini stranieri.

Vaccino russo Sputnik V

“Siamo convinti che questo sabotaggio informativo non indebolirà in alcun modo l’alta efficienza dei vaccini russi e certamente non aumenterà il ‘potere curativo’ delle controparti straniere”, ha detto Konashenkov.

Circa 120 soldati a contratto russi sono stati coinvolti in studi civili e militari di una forma congelata di Sputnik V all’inizio di quest’anno . Il vaccino è attualmente in fase di sperimentazione 3 che coinvolge 40.000 volontari, con gli sviluppatori che promettono di pubblicare presto i risultati provvisori tra le crescenti preoccupazioni sulla sicurezza e gli standard scadenti sotto la stretta sorveglianza del Cremlino.

Finora sono stati vaccinati più di 10.000 membri delle forze armate russe, con l’intenzione di inoculare il vaccino Sputnik V ad altri 100.000 militari in servizio entro la fine dell’anno, ha detto Konashenkov. Il ministro della Difesa Sergei Shoigu, che ha ricevuto lui stesso lo Sputnik V a settembre, ha detto che si prevede che saranno vaccinati oltre 400.000 militari.

Altre fonti hanno messo in rilievo come le grandi corporation farmaceutiche occidentali, principalmente anglo USA, temono la concorrenza del vaccino russo Sputnik V che è già stato richiesto per la distribuzione in oltre 60 paesi del mondo, incluso in paesi europei come l’Ungheria e la Serbia.

Soldatesse russe pronte a vaccinarsi con Sputnik V


Da ultimo l’Argentina ha prenotato oltre 10 milioni di dosi del vaccino russo ed altri paesi del Latino America (fra cui il Messico con 32 milioni di dosi) stanno facendo altrettanto.
Questo preoccupa molto le grandi corporations della Big Pharma occidentale e queste hanno attivato le loro lobby presso i governi e presso i grandi media e social per diffondere voci tendenziose e dubbi sull’efficacia del vaccino russo.
Il business miliardario sui vaccini sta mobilitando tutti i propagandisti occidentali delle Big Pharma per scoraggiare quanto più possibile i governi di paesi in varie parti del mondo dall’acquistare il vaccino russo.

Nota. Un dubbio inizia a serpeggiare in alcuni ambienti: Forse che Washington intenda mettere sotto sanzioni i paesi che acquistano il vaccino russo in modo analogo a quanto sta facendo con il gas russo?

Fonte: The Moscow Times.com

Traduzione e nota: Luciano Lago

12 Commenti

  • Farouq
    11 Dicembre 2020

    Molte case farmaceutiche italiane sono state sabotate per poi essere acquisite per quattro soldi, soprattutto farmaci da banco che oramai oggi sono solo multinazionali

    Il pericolo è il sabotaggio

  • Farouq
    11 Dicembre 2020

    Attenzione perché tra poco il numero dei morti per il virus aumenterà drasticamente per convincere i molti contrari al vaccino di Big Pharma

    Spruzzeranno più virus oppure attraverso la contaminazione di chissà quale oggetti o cibo

  • antonio
    11 Dicembre 2020

    era presumibile, gli avvelenatori, non vogliono perdere l’ icasso dei vaccini trangenici che ci vorrebbero inoculare per mutarci geneticamente in bestie da batteria, no pasaran, sono i nipotini degli stessi illuminati, biblici che avevano sintetizzato la Spagnola nel 1917

  • Sandro
    11 Dicembre 2020

    Ottima osservazione iniziale.
    Una piccola pecca: non occorre spruzzare nulla , è sufficiente riaprire le scuole, ambienti storicamente riconosciuti come fonti di contagio.
    Inconveniente ben conosciuto ma tollerato in quanto di second’ordine rispetto al valore inestimabile dato della formazione della nuova società, quanto tale formazione è esercitata seriamente.
    Ciò detto, fintanto che, in tempi normali, i “mocciosetti” si “rimpallano” innocui raffreddori e qualche mal di gola che di norma trasferiscono in famiglia, risolvibili con palliativi medicamentosi erroneamente ritenuti curativi, poco male. Diverso è quando i “mocciosetti” rappresentano “la longa mano” del covid rispetto alle famiglie di appartenenza per diffondere in esse ,“senza colpo ferire”, sofferenze e talvolta lutti .
    La cosa che mi fa inferocire è che dopo decenni di scuola pubblica abbandonata a se stessa formante soggetti al limite della preparazione del titolo conseguito, trascuratezza conseguita per ragioni logistiche che in questa sede non è il caso approfondire , ora qualcuno si appresta a far finta di strapparsi le vesti per “garantire” ai nostri ragazzi, sbandierando la Costituzione precedentemente lasciata nell’oblio, l’inalienabile diritto a non perdere neppure qualche mese di frequenza, “dimenticando” che tale “sacrificio” servirà con molta probabilità a salvare la vita di alcuni genitori e nonni conviventi. Tali possibili lutti possono essere risparmiati liberando molti dei nostri ragazzi, solo per qualche tempo, da impegni non di rado portati avanti svogliatamente quando non intenzionati ad abbandonare.

    • Sandro
      11 Dicembre 2020

      In risposta a FAROUQ nel secondo commento.

  • atlas
    12 Dicembre 2020

    il miglior vaccino lo ha creato Allah con i suoi anticorpi automatici, quelli che i giudei cercano di distruggere

    io sto bene, e anche la mia Famiglia (i miei genitori hanno più di 80 anni), non prendo mai nemmeno il raffreddore, saranno stati anche i rapporti carnali con femmine di tutte le razze ?. Dovessi essere costretto, per semplicemente vivere dignitosamente, a vaccinarmi, non mi ficcherei nelle vene altro se non quello russo, gli unici che mi danno fiducia, viceversa si vedrà, ci sono persone non giulie nate in un certo modo e non cambieranno mai, devono vincere, anche a costo di questa vita terrena, combattono in ogni modo da sempre la violenza, l’aggressività, le ingiustizie e le prepotenze altrui, siano essi in divisa o meno

    una volta ti puntavano la pistola, ora la siringa, io mi sento la mia musica e ho le mie donne non scasso il cazzo a nessuno, se mi cercano cercherò di non farmi trovare, se arriverò a stare con le spalle al muro con di fronte i giuli tutte le opzioni sono contemplate

  • giorgio
    12 Dicembre 2020

    Certamente Atlas, la frequentazione di persone delle più svariate provenienze rafforza le difese immunitarie, tutto il contrario che stare come in una campana di vetro in ambienti chiusi o con la mascherina con la quale ingeriamo l’anidride carbonica appena espirata ……. ed è quindi benefico per spirito e …. corpo …..

  • Teoclimeno
    12 Dicembre 2020

    I vaccini russi non vanno bene, per il semplice motivo che non corrispondono al requisito fondamentale dei committenti mondialisti, che ovviamente non è curare la sindrome influenzale da coronavirus, ma sfoltire la popolazione.

  • giorgio
    12 Dicembre 2020

    Teoclimeno ha individuato benissimo il motivo principale perchè l’occidente globalista contrasta il vaccino russo, l’altro motivo è scontato …. è economico, il virus serve a sfoltire la popolazione e contemporaneamente a fare profitti colossali ……

  • Mardunolbo
    13 Dicembre 2020

    Mi pare siate tutti un po’ fuor di zucca ! Se un vaccino necessita di anni di sperimentazione, uno, solo perchè russo (ah,la Santa Madre Russia !) può andare bene ?
    Ma fatemi il piacere !
    Il vaccino russo è stato preparato solo per fare antagonismo ai vaccini “occidentali” ma la solfa è sempre la stessa ! Vi rendete conto, o no ?

    • Teoclimeno
      13 Dicembre 2020

      Egregio Signor MARDUNOLBO, una ragione in più per stare lontani da qualsiasi vaccino: “in dubiis abstine”. Molti cordiali saluti. TEOCLIMENO

  • giorgio
    13 Dicembre 2020

    Per Mardunolbo …… quindi i russi non dovrebbero produrre vaccini ma acquistare e iniettarsi quelli americani ?
    Ma scherziamo ……. Questa si che sarebbe follia suicida …..

Inserisci un Commento