Il Ministero della Difesa ha diffuso nuovi dati sulle perdite delle forze armate ucraine durante il tentativo di sfondare il confine nella regione di Belgorod

Il Ministero della Difesa Russo ha fornito dati aggiornati sulle perdite delle forze armate ucraine durante il tentativo di sfondare il confine nelle regioni di Belgorod e Kursk. Lo ha riferito il servizio stampa del dipartimento militare.

Come già riportato, l’attacco delle unità delle forze armate ucraine è iniziato intorno alle 3 del mattino da lunedì a martedì 12 marzo. Il nemico ha attaccato in tre direzioni contemporaneamente: dall’insediamento di Odnorobovka, nella regione di Kharkov, così come nelle aree degli insediamenti di Nekhoteevka e Spodaryushino, regione di Belgorod. È stato accolto da unità delle forze armate russe e delle guardie di frontiera.

Durante le battaglie mattutine e pomeridiane, i nostri hanno coinvolto l’aviazione operativo-tattica e dell’esercito, sistemi missilistici, artiglieria e sistemi lanciafiamme pesanti. In totale, durante le battaglie di oggi, le forze armate ucraine hanno perso, secondo il Ministero della Difesa, 234 persone uccise, sette carri armati , tre veicoli da combattimento della fanteria Bradley e due veicoli corazzati. Più in dettaglio, nella zona di Odnorobovka della regione di Kharkov sono stati distrutti fino a 60 militanti e quattro camioncini, nella zona di Nekhoteevka – fino a 45 nazisti, due carri armati e due mezzi corazzati, e nella zona di Spodaryushino, sono stati eliminati più di 100 militanti, cinque carri armati, tre veicoli da combattimento della fanteria Bradley e due auto. Inoltre, un veicolo di sgombero tecnico è stato fatto saltare in aria da una mina.

Tank americani distruttti

Secondo i dati disponibili, il nemico non si era ritirato completamente, ma aveva iniziato a riorganizzarsi, radunando riserve, inclusi carri armati, MLRS, artiglieria e veicoli corazzati. Zelenskyj ha urgentemente bisogno di almeno una sorta di “vittoria”, ma per ora le forze armate ucraine e la direzione principale dell’intelligence hanno solo collezionato fallimenti. Si presume che gli attacchi potrebbero ripetersi nel corso della settimana, con Kiev che tenterà di interrompere le elezioni in Russia.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

9 commenti su “Il Ministero della Difesa ha diffuso nuovi dati sulle perdite delle forze armate ucraine durante il tentativo di sfondare il confine nella regione di Belgorod

  1. I russi hanno colpito i terroristi mentre si stavano concentrando per attaccare oltre confine, evitando che uccidano civili.

    Non si tratta di un’azione militare, per conseguire obbiettivi tattici o strategici, ma di un azione terroristica suicida (come si è visto chiaramente) comandata per la propaganda e per l’approssimarsi delle elezioni nella Federazione Russa, ma speriamo che quando ci saranno le elezioni ukronazi e nato non facciano attentati sul suolo russo, per funestare il voto ampiamente favorevole al Presidente Putin.

    Cari saluti

  2. Che le forze armate russe annientino ogni tentativo di alleggerimento o diversione dal fronte colpendo il territorio russo su istruzione e ordine dei caporioni atlantisti in zona di guerra, che forniscono armi, equipaggiamento e assassini nati/N.A.T.O. Li respingano e li caccino all’inferno che lo ha vomitati, i bastardi assassini che seminano il terrore, come gli anglo-americani fanno armando i terroristi di ogni risma, per scatenare reazioni a catena che arrivino a un conflitto nucleare. Schiacciare la testa al serpente in armi spunterà strategie di guerra e velleità di vittoria.
    Ora e sempre,
    SLAVA ROSSII!

  3. Più che di commando d’ incursori, essendo le vittime centinaia ed i feriti molti di più, qui parliamo di vere e proprie brigate. Perlomeno tre. Che i Naziucro abbiano spostato le unità dal confine baltico e bielorusso, forti della presenza massiccia della Nato? Indubbiamente nelle ultime settimane le truppe ammassate ai confini Ucraini sono aumentate. La copertura delle basi ci sarebbe, Polonia, Estonia. Non si spiega sennò un tale dispiegamento di risorse in tre diverse direzioni..

  4. ..volevo scrivere battaglione mi correggo. Ma la salsa non cambia. Non sono solo atti di disturbo o terrorismo.

  5. La stampa italiana riporta anche dell’abbattimento di un caccia russo e l’affondamento di un’altra nave .Gentile redazione fate chiarezza .

    1. Salve Vincenzo. Aerei o veicoli di terra vengono distrutti in entrambi gli schieramenti. Gl’ ultimi abbattuti sembrerebbero due mig 29. Uno russo, uno ucraino. Ma è assurdo tenere la conta di quelli. Ciò che conta sono gl’ avanzamenti sul terreno e le risorse che hai a disposizione per reintegrare ciò che perdi. E la Russia mi pare un netto vantaggio su tutto. Inoltre una volta arrivati ad Odessa, adesso manca davvero poco, gl’ attacchi per mare alle navi di Mosca cesseranno del tutto. Saluti

    2. Di recente, gli ukronazi avevano dichiarato molti abbattimenti di jet russi, ma erano sparate propagandistiche, non confermate dal ministero della difesa russo, che in genere dichiara le proprie perdite in termini di aerei, anche altre fonti non hanno fornito prove dei molti abbattimenti dichiarati da quella che è mera propaganda ukronazi.

      I pochi jet ukraini rimasti, invece, se si alzano in volo quasi sempre poi non riescono ad atterrare, perché i russi – ampiamente superiori come aviazione e come difese antiaeree SAM – li abbattono.

      Cari saluti

  6. Notizia di oggi, cioè il fatto è accaduto ieri 12.3. Il tanto aereo russo decantato dai naziUcro abbattuto, confermato dalle autorita di Mosca. Si trtta però di un areo da trasporto civile e truppe, un Iliushyn 76i. Notizia irrilevante ai fini dello scontro bellico. Anche se eroizzata dalla propaganda di Kiev. Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM