Il Ministero cinese mette in guardia sulla guerra con gli USA


di John Bowden

” Information Clearing House ” – Un rapporto del più alto ministero dell’intelligence cinese, presentato di recente al presidente Xi Jinping, ha riferito che si avvertiva del crescente sentimento anti-cinese diffuso in tutto il mondo e ha sollevato la possibilità di conflitti militari con gli Stati Uniti

La Reuters ha riferito lunedì che l’analisi, presumibilmente presentata a Xi all’inizio del mese scorso, ha concluso che il sentimento anti-cinese derivante dalla pandemia di coronavirus in corso era al suo massimo dal massacro di Piazza Tiananmen del 1989. Il rapporto è stato creato dalla ” China Institutes of Contemporary International Relations”, un think tank affiliato al Ministero della Sicurezza dello Stato.

Lo scenario peggiore delineato dal rapporto apparentemente indicava la possibilità di un conflitto militare diretto tra Stati Uniti e Cina a seguito della crescente disputa sulle prime risposte di Pechino al suo focolaio di coronavirus.
L’Amministrazione Trump ha accusto la Cina di aver occultato le informazioni ufficiali sul virus, incluse le morti e di aver alterato il numero totale delle infezioni.
Un portavoce del Dipartimento di Stato non ha confermato l’esistenza della informativa alla Reuters ma ha criticato la risposta della Cina all pandemia in un comunicato: “gli sforzi della Cina per silenziare gli scienziati, giornalisti e semplici cittadini per diffondere informazioni hanno esacerbato i pericoli di questa crisi sanitaria”.

Mike Pompeo


Il Dipartimento di Stato si è astenuto dal fare altri commenti su tale comunicato.
L’Amministrazione Trump ha attaccato la Cina per la sua gestione della crisi del covid-19 nel corso degli ultimi mesi. Il segretario di Stato Mike Pompeo ha accusato i funzionari governativi del Partito Comunista Cinese (PCC) nel corso di una intervista rilasciata nell’ultimo fine di settimana.
“Noi possiamo confernare che il PCC ha fatto tutto il possibile per assicurarsi che il mondo non fosse consapevole in modo opportuno di quanto stava accadendo”, ha dichiarato a Martha Raddatz, della ABC.
Il prsidente Trump è stato molto chiaro: “noi andiamo a colpevolizzare i responsabili e lo faremo in una forma di successione cronografica che è il nostro sistema”.
Queste accuse potrebbero portare ad una guerra: un rapporto cinese classificato avverte che Pechino dovrà affrontare con molta probabilità un “confronto armato” con gli Stati Uniti nel prossimo futuro.

L’OMS afferma di non aver ricevuto dati dagli Stati Uniti che provano l’origine artificiale di COVID-19

Fonte: Information Clearing House

Traduzione: Luciano Lago

6 Commenti

  • Teoclimeno
    8 Maggio 2020

    Gli anglo-sionisti stanno preparando il terreno per l’esportazione della Democrazia con i “bombardamenti umanitari”.

  • eusebio
    8 Maggio 2020

    Mah, le sparate di Trump potrebbero essere a uso interno per la campagna elettorale, ormai è chiaro che il coronavirus girava negli USA già da novembre se non prima, la classe dirigente USA teme la reazione dei cittadini stufi di pagare montagne di tasse per finanziare le guerre in difesa di Israele, mentre praticamente non hanno servizi, dalla sanità alle pensioni, dai trasporti alla sicurezza personale, ed è ormai così in tutto l’occidente dove l’economia è stata finanziarizzata per estrarre ricchezza da destinare all’oligarchia apolide.
    Il confronto militare non è cercato dai cinesi ma nemmeno temuto, hanno appena imposto il loro regime giuridico su tutto o quasi il Mar Cinese del sud, per cui mentre la marina cinese pattuglia la zona facendo paura a Taiwan, Filippine e Vietnam, se qualche fregata USA dovesse molestarla la colano a picco in pochi istanti.
    Perfino il Giappone dopo le Filippine vorrebbero cacciare le guarnigioni USA, il Giappone ha rapporti economici molto stretti con la Cina e vorrebbe acquistare gas dalla Russia, inoltre vorrebbe pure uscire dal pericoloso debito pubblico americano, per cui si moltiplicano le pressioni interne per liberarsi dalla tutela del decadente impero yankee.

  • Ubaldo Croce
    8 Maggio 2020

    Se dovesse veramente capitare un conflitto fra USA e Cina sarebbe la fine del Pianeta Terra….

    • Monk
      8 Maggio 2020

      Giusto così, proverei pena per la fauna (non umana) e la flora

      • atlas
        9 Maggio 2020

        più ke giustissimo monk. A quando la scintilla DAI; o in Siria, o dall’Iran, o dal Venezuela o dalla Korea del nord. O in Ukraina. Basta democrazia, basta usurai internazionali, basta massoneria, che distruggano tutto, Washington e Tel Aviv per prime, poi … kissenefrega. Tanto, vivere con le mascherine e viaggiare da manichino come in una bara … mi sono scoglionato del mondo intero, pure delle donne, hanno avuto, ho dato, fine

  • Hannibal7
    8 Maggio 2020

    Mmm…io credo invece che non scoppierà nessuna guerra…sono 2 potenze nucleari e la questione sarebbe davvero pericolosa per l’umanità intera….
    Ma…una domanda:se davvero dovessero arrivare alle armi,gli ameri-CANI farebbero tutto da soli o come al solito coinvolgerebbero gli alleati??? Ovvero la NATO???
    Gli Usa da soli non possono reggere un confronto militare contro la Cina con armi convenzionali
    Quindi dovrebbero usare il nucleare
    E la Russia??? Secondo me Putin si schiererebbe subito con i cinesi
    ….

Inserisci un Commento

*

code