Il meccanismo statale ufficiale non governa l’America


Biden non è comico, i “padrini sconosciuti” sono più a loro agio con lui

L’ambasciatore russo è stato richiamato a casa dagli Usa “per consultazioni”. Questo è stato il risultato naturale di un insulto diretto al presidente russo pronunciato in una dichiarazione di Joe Biden durante un’intervista su un canale televisivo locale. Questo è inaccettabile nelle relazioni tra i due paesi, ma è molto più importante pensare a un’altra domanda: per chi e perché questo surrealismo è necessario e benefico

Ovviamente non è per la Russia. La portavoce del ministero degli Esteri Maria Zakharova sta offrendo all’élite al potere degli Stati Uniti la possibilità di salvare la faccia.

“La cosa principale per noi è determinare cosa si può fare per migliorare le travagliate relazioni USA-Russia che negli ultimi anni sono state sostanzialmente bloccate a Washington. Abbiamo interesse a prevenire il loro degrado irreversibile se gli americani capiscono i rischi coinvolti “, ha detto la Zakharova.

Tuttavia, né il Dipartimento di Stato né la Casa Bianca hanno accettato il discorso russo senza fare commenti chiari su quanto sta accadendo. L’unica cosa che hanno detto è che non c’erano piani per richiamare l’ambasciatore americano dalla Russia.

Una semplice conclusione da trarre da ciò è che il meccanismo statale ufficiale non gestisce l’America. Esegue solo gli ordini che provengono dall’esterno. E questo “esterno” ha diversi centri che agiscono in modo indipendente, poiché l’attuazione delle istruzioni individuali non solo contraddice i passaggi precedenti, ma causa anche uno stato di quasi shock nel governo.

Una riunione del CFR uno dei centri di potere più influenti

E la Russia nel loro gioco è solo uno strumento esterno per raggiungere i propri obiettivi interni. I burattinai, o come vengono più spesso chiamati dalla stampa – “i padrini sconosciuti” (Deep State) – non solo cercano di frustrare anche la possibilità teorica di colloqui diretti USA-Russia ai massimi livelli, ma dalla fine di gennaio 2021 perseguono una politica di massima demonizzazione della Russia come centro del male universale assoluto.

Questi “padrini” non sono riusciti a provocare i passi isterici sconsiderati e radicali di Mosca con pressioni periferiche meschine (sanzioni contro SP-2, presa in giro totale della squadra olimpica russa, comportamento maleducato “nel caso Navalny”, ecc.). Ecco perché sono andati in diretta violazione delle norme della comunicazione internazionale e del protocollo diplomatico.
Tali azioni non sono soltanto una dimostrazione della loro debolezza, ma hanno anche un secondo obiettivo molto più importante: minare lo status del presidente negli stessi Stati Uniti. Non la reputazione di un individuo in particolare, ma la nozione dei termini di riferimento della presidenza stessa. Ecco perché un uomo con chiari segni di demenza senile progressiva è stato portato alla Casa Bianca.

Non è un fatto comico, i “padrini sconosciuti” sono più a loro agio con lui. Questo può facilmente portare la situazione in una fase di stallo pericoloso, fino al punto di iniziare una guerra, in modo che all’ultimo momento, spostando tutta la colpa di quello che sta accadendo al “vecchio pazzo malato”, per ridurre i poteri ufficiali presidenziali abbastanza ufficialmente e in modo molto radicale.

Togliere il “bottone nucleare”, privare il presidente del diritto di emanare decreti vincolanti e ridurre il presidente al livello di un semplice presidente rappresentativo dell’assemblea dei “leader indipendenti del Paese”. Secondo il canale telegram del Demiurgo russo, la possibilità è quella di trasferire il potere al “Centro di Potere ” collettivo dallo stato profondo, un potere occulto che nessuno ha eletto. E la nazione spaventata sarà d’accordo.

Una riunione della Trilateral Commission, uno dei Centri di Potere Globale

Per quanto riguarda la Russia, è colpevole solo del fatto che è stata la più veloce a creare un vaccino, che è molto più efficace di qualsiasi cosa l’Occidente potrebbe fare, presumibilmente essendo i russi due teste sopra scientificamente e tecnologicamente. E questa è già politica, i russi stanno diventando troppo comprensivi, quindi, a livello di gente comune, sono eccessivamente attraenti.

Per questo “padrini anonimi” intendono “dare una lezione a Mosca” e farla “pagare a caro prezzo. Per quello che lo penseranno esattamente i dipartimenti di PR e marketing. Va bene anche se sono apertamente disonesti nel farlo, come nelle accuse di interferenza nel processo elettorale statunitense.

Quello che è pericoloso è il fatto che, in una posizione di non responsabilità personale per le loro azioni, questi “padrini sconosciuti” possano improvvisamente raggiungere un punto in cui le pistole stanno inevitabilmente “parlando”.

Fonte: RUSSTRAT

Traduzione: Sergei Leonov

16 Commenti

  • ARMIN
    20 Marzo 2021

    Le “élite” al potere in occidente, sono in crisi ………………………….. perdono colpi ……………….. ricordano la fase finale del Titanic ……. non vedono che la nave affonda e ballano e bevono.
    Auguri.

  • Ubaldo Croce
    20 Marzo 2021

    Caro Armin, é vero. Saranno in crisi e fra poco ci obbligheranno, tramite i loro scherani, a vaccinarsi, pena la morte civile. Non so se mi spiego…. Io, invece, NON mi vaccino affatto.

    • mario
      20 Marzo 2021

      daccordo con lei………………………… mai vaccinrsi………. mai mai

  • giuseppe sartori
    20 Marzo 2021

    l’america è in crisi, non le elites che la dominano; queste elites sono naziste e si sono pappate l’america molti decenni fa.
    la germania perse la guerra, non il nazismo che semplicemente spostò la propria sede principale.

    • Arditi, a difesa del confine
      20 Marzo 2021

      cosa centra il nazismo con gli stati uniti d’america (perchè America è un continente) lo sa solo lei…

      avrebbe fatto più bella figura a dire che i nazisti scapparono in Argentina previa consegna agli stati uniti d’america di tutto il know-how tecnico e militare in loro possesso, considerato che il nazionalsocialismo era nato appunto in contrapposizione alle plutocrazie occidentali, le stesse che poi fecero scoppiare una guerra pur di rovesciare i regimi che stavano tracciando la terza via

      • Fratello Marcus
        20 Marzo 2021

        “il nazionalsocialismo era nato appunto in contrapposizione alle plutocrazie occidentali”.

        e sopratutto per volontà di Aristocratici tradizionalisti della antica Europa…
        P.s. bel commento il suo Arditi

        • Arditi, a difesa del confine
          21 Marzo 2021

          la ringrazio

          a voler essere pignoli si potrebbe dire che furono gli stessi Rotschild a finanziare il partito nazionalsocialista tedesco, così come il fascismo ebbe il beneplacito della massoneria (il giorno della marcia su Roma M incontrò un esponente della gran loggia, ora non ricordo il nome), ma nonostante questo gli ideali e gli obiettivi dei due stati erano quelli di contrastare il capitalismo occidentale, non a caso l’Italia che venne regalata agli invasori angloamericani presentava un disavanzo in attivo, e questo nonostante quasi 5 anni di guerra.

          inoltre in entrambi gli Stati si perseguivano politiche a favore dei cittadini, per la loro crescita non solo morale ma anche fisica e culturale; si può dire lo stesso di una nazione che metteva medicinali negli impianti di distribuzione dell’acqua, che mandava giovani a morire per una guerra a cui non interessava nessuno, che promuove l’individualismo e l’arricchimento a discapito della collettività e della crescita sociale ??

          e poi venitemi ancora a dire che sono filo americano, ignoranti che non siete altro !!!

          • Fratello Marcus
            21 Marzo 2021

            Concordo ancora Arditi, ribadisco solo che le Aristocrazie cui accennavo sopra e che agirono in origine e su piani sottili, non c’ entrano con gli usurai controiniziati* (Rotschild) che si innestarono ovviamente nel progetto.

            *Questo è il loro sulla terra….

    • Eugenio Orso
      20 Marzo 2021

      In qualche modo, gli usa manifestano sintomi di crisi profonda, perché il progetto elitista prevede il superamento degli stati, delle tradizioni e la dissoluzione dei popoli, nonché l’abominio del “transumanesimo”, delle moltiplicazioni delle “identità sessuali”, della “postverità”, eccetera eccetera.
      Gli usa sono il banco di prova privilegiato di quello che potremmo chiamare “il grande esperimento elitista”, per il dominio mondiale e, essendo ciò, le tensioni possono esacerbarsi.
      La resistenza in usa non mi pare molto consapevole, viziata comunque dal liberismo e dal culto distorto della democrazia, ,ma comunque parte dlla cosiddetta america profonda, dal proletariato bianco e dal ceto medio impoverito e svilito.
      Si tratta di un populismo rozzo, con figure come Jake Angeli lo sciamano, e si è confuso fin dal 2016 con il “trumpismo”, comunque è un sintomo di crisi profonda, con accenni di guerra civile, che io, personalmente, spero che scoppi presto negli usa, come efficace antidoto a biden, ai suoi padroni “deep” e … al covid, loro arma biologica.

      Cari saluti

    • Mardunolbo
      21 Marzo 2021

      Giuseppe Sartori è illuminato dal sapere; ha capito tutto sulla seconda guerra mondiale….complimenti vivissimi, anzi cordiali teoclitoridi saluti !

  • giuseppe sartori
    20 Marzo 2021

    lei la storia del nazismo, i suoi finanziamenti, l’eugenetica e le idee di razza, il rapporto tra nazismo e sionismo non li conosce affatto; e in più fa il maestrino con la matita rossa e blu.
    le consiglio di studiare i rapporti tra i.g.farben e il capitalismo anglosionista.
    saluti

    • Arditi, a difesa del confine
      21 Marzo 2021

      studiare cosa?
      i rapporti scritti, anzi riscritti, da chi si professa liberatore e salvatore del mondo e faceva morire di fame 1 milione di soldati tedeschi prigionieri di guerra ?

      ma mi faccia il piacere, è come stare a sentire le epiche storie che raccontano all’anpi….

  • Eugenio Orso
    20 Marzo 2021

    Il piano è preordinato, dopo la vittoria sul “trumpismo” – versione usa del populismo tanto demonizzato – l’élite riprende a perseguirlo esacerbando il confronto con la Russia, che rappresenta il maggior ostacolo al mondo alla realizzazione del piano finanz-globalista-giudaico.
    Non credo che lasciare che biden, odiosa e arrogante marionetta del deep state, provochi una crisi internazionale gravissima, con rischi di guerra nucleare, per poi togliergli il “bottone nucleare” sia un obbiettivo elitista nel piano più generale del grande reset.
    Inoltre, la presidenza usa è già stata sapientemente screditata dalla feroce campagna elitistico-mediatica condotta contro trump.
    La Russia è percepita, dai vampiri elitisti, come il maggior ostacolo da molti punti di vista, da quello militare/atomico e energetivo a quello di civiltà.
    Cina, Iran e altri minori vengono dopo, ma l’obbiettivo in questa fase, dopo aver messo biden alla presidenza usa con brogli elettorali, tentativi di impeachment nei confronti di trump. menzogne mediatiche, manipolazioni di elettori “liberal” e perciò idiotizzati,è piegare la resistenza della Santa Russia.

    Scrive giustamente Alexander Dugin sulla missione che la storia riserva alla Santa Russia, in questo frangente storico delicatissimo:
    “Questa missione è diametralmente opposta al progetto globalista del “Grande Reset”. Ed è naturale aspettarsi che nel loro slancio decisivo i globalisti faranno tutto ciò che è in loro potere per impedire un Rinascimento Imperiale in Russia. Proprio di questo abbiamo bisogno: di un Rinascimento Imperiale. Non per imporre la nostra verità russa e ortodossa agli altri popoli, culture e civiltà, ma per far rivivere, fortificare e difendere la nostra identità e per aiutare gli altri nel loro rinascimento, a fortificare e difendere la loro (per quanto è in nostro potere). La Russia non è l’unico bersaglio del “Grande Reset”, anche se per molti versi il nostro Paese è il principale ostacolo all’esecuzione dei loro piani. Ma questa è la nostra missione – essere il “Katéchon”, “colui che trattiene”, impedendo l’arrivo del Male finale nel mondo.”

    Cari saluti

  • Blackcrow
    20 Marzo 2021

    Gli Stati Uniti sono sempre stati il parco giochi dell’aristocrazia massonica anglo sionista e dei banchieri loro leccapiedi, così come Israele.
    E adesso entrambe le nazioni stanno facendo una brutta fine. Ottimo!
    Siamo alla resa dei conti finale signori, e chissà che anche gli italiani non arrivino finalmente a capire che uno può leccare il culo una vita e illudersi di essere indispensabile ai suoi padroni, ma arriva sempre il momento in cui viene scaricato come un cane rognoso o una fettina rancida e puzzolente.

    La Russia farà ciò che va fatto, e non vedo l’ora.

  • Farouq
    20 Marzo 2021

    L’unica soluzione è la caduta del sistema bancario mondiale

    Se i criminali continueranno a controllare i rubinetti del denaro non cambierà nulla

    Forse hanno ragione loro, il mondo (tranne gli Stati liberi) è un allevamento di polli che si nutrono di usura

  • Sandro
    20 Marzo 2021

     “…….il meccanismo statale ufficiale non gestisce l’America. Esegue solo gli ordini che provengono dall’esterno”
    Non vorrei dire una fesseria ma a me sembra che quelle cose chiamate democrazie hanno sempre funzionato in tal modo. Dunque chi ha scritto l’articolo non ha svelato nulla di nuovo.

Inserisci un Commento