Il leader dell’opposizione venezuelana Guaidó potrebbe perdere il sostegno internazionale

A causa dello scandalo causato dal fallito colpo di stato contro il presidente venezuelano Nicolás Maduro, attuatosi con l’aiuto di elementi pro-colombiani e mercenari statunitensi, il leader dell’opposizione venezuelana Juan Guaidó potrebbe perdere la fiducia dei cittadini venezuelani e il sostegno degli attori internazionali, hanno sottolineato gli esperti intervistati dalla Izvestia. Il giornale afferma che la posizione di Guaido è precaria anche a Washington.

Nel corso dell’operazione fallita prevista per il 3 maggio, mercenari statunitensi ed elementi pro-colombiani hanno tentato di entrare in Venezuela via mare, raggiungere Caracas, rapire Maduro e portarlo negli Stati Uniti. I consiglieri di Guaidó, Sergio Vergara e Juan José Rendón, erano tra le parti emblematiche dell’operazione organizzata, secondo Maduro. Sono stati costretti a dimettersi. Nel frattempo, il leader dell’opposizione venezuelana non parla alla stampa dal fallito colpo di stato.

Ronal Rodríguez, analista politico colombiano, ha detto a Izvestia che prima di un “potere autoritario” (secondo la retorica colombiana di destra e filoamericana), Guaidó è stato costretto a usare gli stessi mezzi del regime (secondo il discorso di Santos e della destra Colombiano), delegittimando così le proprie esigenze democratiche.

L ‘”esperto” ha ipotizzato che gli Stati Uniti, la Colombia e alcuni stati europei che in precedenza avevano espresso sostegno a Guaidó potessero abbandonarlo a seguito di questo colpo di stato, poiché la costruzione della democrazia attraverso l’intervento armato viola le norme del diritto internazionale.

Jesús Castello Molleda, un analista politico dell’Università venezuelana di Rafael Urdaneta, ha anche detto a Izvestia che l’immagine di Guaidó era fortemente danneggiata, poiché non si comportava allo stesso modo dei suoi seguaci.


Le prove della trama del golpe inchiodano Guaidò
L’impostore fantoccio degli USA, Juan Guaido, risulta che ha incontrato il capo della famosa Silvercorp, la compagnia americana che si ritiene sia stata coinvolta nel fallito tentativo di uccidere il presidente venezuelano, dalla confesssione di un presunto cospiratore catturato.

Mercenari filo USA arrestati in Venezuela

Jordan Goudreau di Silvercorp aveva incontrato Guaido, autoproclamato leader ad interim del Venezuela, a Washington DC a marzo. Questo si è saputo sulla base della testimonianza del capitano Antonio Sequea, che ha confessato di essere uno dei contatti dell’azienda nel territorio venezuelano.

Il video, condiviso con i media dal vicepresidente venezuelano Jorge Rodríguez, mostra come Sequea abbia rivelato che il capo Silvercorp, un ex berretto verde, prima ” aveva preso le distanze da noi”, ma poi riprese la comunicazione e aveva portato alcune “buone notizie”. »All’apparente campo di Guaido.

Trascorremmo del tempo senza un contatto telefonico, poi si ricollegò e mi informò che stava incontrando Guaidó alla Casa Bianca, cosa che era stata riaffermato da un consigliere militare sulla partenza del governo venezuelano.

Mercenario arrestato confessa

Il capitano arrestato ha affermato che la notizia dell’incontro discreto li ha incoraggiati a continuare con il loro piano di espulsione di Nicolás Maduro, il legittimo presidente del Venezuela. “Questo ci ha dato un po ‘più di forza, ci ha motivato”, ha ammesso Sequea, aggiungendo che il capo Silvercorp stava consigliando militarmente i cospiratori, dando loro “un senso di sicurezza”.

Silvercorp USA, una società militare privata con sede in Florida, sembra essere fortemente coinvolta nel fallito colpo di stato di Caracas, emerso in precedenza. I suoi membri, cittadini statunitensi, erano tra i guerriglieri che sono entrati in Venezuela la scorsa settimana, ma sono stati catturati dalle forze governative prima di intraprendere qualsiasi azione. Fonte: RT News

Traduzione: Luciano Lago

1 commento

  • Teoclimeno
    14 Maggio 2020

    Quando si diventa precari si diventa cagionevoli di salute. Non vedo un grande futuro per il giovane pavoncello Juan Guaidò. Sta diventando sempre di più una figura imbarazzante. di cui liberarsi per non rimanere impillaccherati.

Inserisci un Commento

*

code