IL LATIFONDISMO DEI GLOBALISTI

La rivista Forbes (1) ha pubblicato una quantità enorme di materiale la scorsa settimana affermando che il miliardario e globalista Bill Gates, oltre alle sue principali risorse finanziarie, può anche essere considerato un grande proprietario terriero.

La rivista Land Report , dopo molti anni di pubblicazione di rapporti su come Bill Gates stava acquistando terreni agricoli in luoghi come Florida e Washington (2), ha dedicato un numero speciale alla proprietà privata in cui rivela come Gates, con un patrimonio netto di quasi $ 121 miliardi, ha creato un enorme emporio di prodotti sulla base di terreni per l’agricoltura che si estende su circa 18 stati. Le sue più grandi aziende sono in Louisiana (69.071 acri), Arkansas (47.927 acri) e Nebraska (20.588 acri). Finanzia anche parte di un’area di circa 25.750 acri a West Phoenix, in Arizona, che si sta sviluppando come nuovo sobborgo.

Secondo lo studio Land Report , questi terreni sono di proprietà diretta di Bill Gates o di società gestite da terze parti come “Cascade Investments”, che è la società di investimento personale di Gates. Altri investimenti Cascade includono la società per la sicurezza alimentare Ecolab, il rivenditore di auto usate Vroom e le ferrovie nazionali canadesi.

Forbes scrive che “sebbene possa sembrare sorprendente che questo miliardario sia anche il più grande proprietario di terreni agricoli del paese, non è la prima volta che Gates si avventura nell’agricoltura. Nel 2008, la Bill and Melinda Gates Foundation ha annunciato 306 milioni di dollari in sovvenzioni per lo sviluppo di un’agricoltura sostenibile tra i piccoli agricoltori dell’Africa subsahariana e dell’Asia meridionale Il Fondo ha anche investito nello sviluppo e nella diffusione di “super colture” resistenti a qualsiasi clima e vacche da latte che danno una performance superiore “.

Le prime tre aziende includono anche un’azienda che ha 190.000 acri a Ron Offut (Minnesota), così come la partecipazione di Steward e Linda Resnick in questo stesso territorio, essendo questa la prima azienda familiare legata alla coltivazione di patate. E nel secondo caso, la coppia guadagna anche molti soldi dalla vendita di frutta e noci. In altre parole, è un’azienda basata sull’economia agricola tradizionale.

In termini di proprietà terriera individuale, Gates è ancora molto indietro rispetto al magnate dei media John C. Malone, che è al primo posto con 2,2 milioni di acri di ranch e foreste, e il fondatore della CNN Ted Turner, che possiede 2 milioni di acri di ranch.

Latifondista John Malone

Tuttavia, se i summenzionati magnati dei media e imprenditori agricoli sono una sorta di impresa moderna, allora Bill Gates, con le sue numerose iniziative, può essere considerato uno dei fautori attivi del globalismo. Molti dei suoi progetti hanno una reputazione dubbia, ma come George Soros, investe milioni dei suoi soldi in questi progetti e li utilizza in un’area pratica di attività economica che si sovrappone quasi sempre alla politica mondiale.

Significativamente, anche un altro imprenditore IT, come il proprietario di Amazon Jeff Bezos, si occupa di acquistare terreni, mentre allo stesso tempo è attivamente coinvolto nella politica. I media della sua azienda hanno criticato regolarmente il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e lui dispone di più di 300.000 acri in Texas (3), rendendolo tra i primi dieci proprietari terrieri negli Stati Uniti.

C’è un altro metodo per controllare le risorse naturali. Il metodo è di natura indiretta, ma il prossimo caso che citeremo mostra che questo approccio è anche abbastanza efficace e pericoloso dal punto di vista degli interessi particolari dei cittadini.

Negli Stati Uniti, la “Walton Family Foundation” investe miliardi di dollari nel bacino del fiume Colorado. Questa fondazione è guidata dall’erede del fondatore della Walmart, Sam Walton (4) e dona 25 milioni di dollari ogni anno a organizzazioni senza scopo di lucro impegnate a preservare il fiume Colorado. Ufficialmente la fondazione si occupa del fiume, soprattutto nell’ambito dell’uso razionale delle risorse idriche. Parte del suo denaro va alla ricostruzione del fiume o alla costruzione di un sistema di irrigazione più efficiente.

Ma l’interesse principale della fondazione è quello di promuovere “la richiesta della gestione delle risorse naturali”, cioè il suo schema mira specificamente alla commercializzazione dell’acqua. In base a questo concetto, vengono corrisposti benefici in denaro agli agricoltori rurali in modo che smettano temporaneamente di utilizzare i loro sistemi di irrigazione.

Nel novembre 2020, il “Colorado Water Conservation Board” ha approvato questo programma che “richiedeva la gestione delle risorse” trasformandolo in un piano di lavoro e compiendo il passo successivo, che è quello di convertire formalmente questo concetto in una politica praticata attraverso tutti gli Stati in cui il Colorado realizza passaggi fluviali come New Mexico, Wyoming e Utah. Ufficialmente, queste idee sono presentate come un piano contro la siccità.

Latifondo agricolo acqua pubblica

Tuttavia, questo approccio, che mira a trasformare l’acqua pubblica in un bene commerciabile, solleva molte domande. Quanto è efficace questo sistema per il fiume Colorado? E c’è stato un dibattito pubblico che ha coinvolto ambientalisti indipendenti, dato che questa è una fonte d’acqua vitale per 40 milioni di persone?

La fondazione è nota per aver sostenuto più di 60 organizzazioni non profit legate al fiume Colorado nella regione negli ultimi quattro anni, raccogliendo tra $ 5.000 e $ 2,9 milioni ogni volta, con sette organizzazioni tra cui l’ “Environmental Defense Fund” , il Conservation Fund e “Western Resource Defenders”, che hanno ricevuto un milione di dollari o più nel 2019. Una parte significativa della donazione annuale di 25 milioni di dollari della Walton Foundation è andata anche per approvare la causa di gestione di numerosi corsi d’acqua e affluenti nei bacini superiori del fiume Colorado, New Mexico e Wyoming.

La Walton Foundation ha anche pagato milioni di dollari all’Environmental Defense Fund per implementare importanti aspetti di un programma pilota che mira a richiedere la gestione di 29 milioni di dollari negli stati del bacino inferiore del Nevada, California e Arizona.

Ma oltre a tutto questo, la Walton Foundation finanzia i media per creare storie sul fiume Colorado. È allarmante che molte pubblicazioni tacciono sul ruolo della Fondazione Walton in questa difesa che svolge chiedendo la gestione delle risorse naturali. In altre parole, la famiglia Walton acquista dal pubblico così come da politici e beneficiari per raggiungere i propri obiettivi a lungo termine. Sebbene questo approccio non acquisti direttamente o indirettamente la terra o l’acqua stessa, l’intervento nella politica pubblica attraverso il basso, cioè attraverso programmi di sussidi per gli agricoltori e il finanziamento di organizzazioni pubbliche e la comunicazione dei media, può diventare un importante precedente.

I critici del globalismo negli Stati Uniti osservano con sgomento che “il fatto che filantropi e tecnocrati miliardari stiano acquisendo terra a un ritmo rapido sembra indicare al grande pubblico che, in futuro, la proprietà privata cesserà praticamente di esistere” (5). .

Questo diagramma mostra la relazione tra miliardari, globalisti e i loro fondi negli Stati Uniti.

Un ottimo esempio è fornito dal libro del fondatore del World Economic Forum e difensore del globalismo Klaus Schwab, The Fourth Industrial Revolution , dove parla con gioia dell’abolizione della proprietà privata nel prossimo futuro.

Latifondista Turner a sinistra

Tuttavia, sembra che la proprietà privata non scomparirà per tutti. È solo che la stragrande maggioranza dei cittadini vivrà in uno stato di dipendenza costante di fronte a un piccolo numero di famiglie ricche che possiederanno tutto e avranno gli strumenti per controllare le masse.

A differenza del Medioevo, ora i signori feudali saranno miliardari che allo stesso tempo possiedono i giganti della tecnologia globale e gli schiavi saranno gli utenti che dipendono dai loro servizi. Tutto questo sta già accadendo negli Stati Uniti in questo momento.

Note:

  1. https: //www.forbes.com/sites/arielshapiro/2021/01/14/americas-biggest-ow …
  2. https://landreport.com/2021/01/bill-gates-americas-top-farmland-owner/
  3. https: //www.wsj.com/articles/the-many-places-amazon-ceo-jeff-bezos-calls …
  4. https://inthesetimes.com/article/walmart-family-foundation-colorado-river
  5. https: //www.zerohedge.com/political/bill-gates-becomes-americas-largest -…
8 Commenti
  • Alessandro
    Inserito alle 20:31h, 24 Gennaio Rispondi

    È la legge.
    Loro possono avere tutto.
    Tu non devi avere un cazzo, però sarai felice.
    Viva il pedoglobalismo.
    Mortacci vostra.

    • sublime
      Inserito alle 11:58h, 25 Gennaio Rispondi

      Ahi uomo sfortunato e infelice che non conosci tutta la voluttà e la poesia di un culetto rosa.

  • Eugenio Orso
    Inserito alle 20:39h, 24 Gennaio Rispondi

    Tagliare la lingua e strappare i bulbi oculari a chi blatera come un idiota suicida di democrazia, libero mercato, liberalismo, diritti delle minoranze eccetera eccetera!

    Cari saluti

    • sublime
      Inserito alle 12:03h, 25 Gennaio Rispondi

      Non sono d’accordo le cose da strappare per prime sono altre.

  • Giorgio
    Inserito alle 21:46h, 24 Gennaio Rispondi

    La liberal democrazia e’ un crimine contro l’umanita’ …..
    ergo uccidere gli schiavisti liberal capitalisti non e’ reato ….ma un atto meritorio …

    • sublime
      Inserito alle 12:09h, 25 Gennaio Rispondi

      C’è bisogno d’amore per Dio
      di un’overdose d’amore

  • Renè
    Inserito alle 17:41h, 25 Gennaio Rispondi

    Non è stato menzionato il motivo principale per cui questi oligarchi e Gates in particolare, vogliono monopolizzare i terreni agricoli: per indurre una CARESTIA
    Infatti quando LORO vanno al potere, tendono a ripetere gli stessi schemi, che sono frutto delle LORO paranoie, una di queste è che LORO sono in pochi, mentre gl’altri (noi) sono tantissimi, Così nel ’32 quando giunsero al potere in Russia, idearono e misero in pratica l’HOLODOMOR …confiscarono, con “nobili” motivi, le sementi ai contadini ucraini per attuare la “collettivizzazione” in realtà però l’idea fin dall’inizio era di non riseminare nulla, infatti LORO (allora si facevano chiamare comunisti) vendettero le sementi confiscate sui mercati mondiali, provocando un picco negativo del costo del grano ed è sufficiente osservare il grafico storico del grano, per rendersene conto… comunque non riseminarono nulla e uccisero per fame oltre 10milioni di contadini ucraini che furono prima denigrati come “nemici della rivoluzione” anche nel film “Il vecchio e il nuovo” di Ejsenstein (uno di LORO) perchè per LORO la propaganda (menzogna) è fondamentale.
    Gates e soci, sono ossessionati dalla sovrapopolazione e vogliono “sfoltirci”, il sistema della carestia è ottimo, già sperimentato e non costa nulla…. inoltre se si hanno in mano i media ed un nutrito gruppo di pazzi fanatizzati, è sufficiente “verniciare” del colore giusto il genocidio, rosso nel caso dell’HOLODOMOR, mentre sarà “verde” il prossimo, che invece di finire impiccati, si diventa nei secoli, eroi della filantropia.
    Ecco qual’è il vero motivo per cui stanno comprando ogni ettaro di terreno agricolo.

    • atlas
      Inserito alle 02:08h, 26 Gennaio Rispondi

      verissimo e d’accordissimo sul marxismo giudeo

      sinceramente, da Duo Siciliano, di Gallipoli, a me basta lascino semplicemente solo tutto come sta. I giudei e o voi italiani. E anzi, ve ne andiate al più presto e noi si ritorni ai confini del 1860.

      Il mio centro storico, le case di tufo, bianche ma anche color pastello, gli ulivi e il mare, tutto è Mediterraneo, anche la musica con accenni di armonia persino Araba

      fanculo i nemici delle Due Sicilie e di ogni altra NAZIONE, io metto tutto in musica e ME NE FREGO

      https://www.youtube.com/watch?v=FnBXlJ7mDUk

Inserisci un Commento